DIAMOND LEAGUE A EUGENE: TUTTE LE SFIDE NEL RICORDO DI STEVE PREFONTAINE



Eugene, il tempio dell’atletica statunitense rinnoverà la tradizione con la grande atletica nel ricordo del mitico mezzofondista statunitense Steve Prefontaine morto in un tragico incidente stradale nel 1975. Al grande campione statunitense, quarto alle Olimpiadi di Monaco di Baviera sui 5000 metri, viene dedicato il Prefontaine Classic nello stadio di Hayward Field nella culla dell’atletica a stelle e strisce che non a caso viene chiamata Tracktown (la città dell’atletica).
di Diego Sampaolo


Nella città sede della Nike, dove l’anno scorso anno si svolsero i Trials Olimpici e dove a metà Giugno si svolgeranno i Campionati Universitari NCAA, andrà in scena una vera e propria mini-Olimpiade con tante gare che rispecchieranno quasi fedelmente il livello delle finali delle Olimpiadi di Londra e in molti casi presenteranno l’intero podio a Cinque Cerchi.

Sfida tra i Bekele sui 10000 metri nel prologo di Venerdì:
Il Prefontaine Classic, quarta tappa della IAAF Diamond League, vivrà il suo prologo stanotte (alle 4.30 in Italia) quando scenderanno in pista alcuni dei più grandi interpreti dei 10000 metri che varranno come vero e proprio Trial etiope per i Mondiali di Mosca. Tornerà in gara il tre volte campione olimpico Kenenisa Bekele che detiene il record del Prefontaine Classic con 26’25”17 stabilito nel 2008. Kenenisa affronterà suo fratello Tariku che lo ha preceduto nella lotta per la medaglia di bronzo alle Olimpiadi sui 10000 metri. Tariku vanta un bilancio di 3-1 con il fratello su tutte le distanze anche se il bilancio delle sfide sui 10000 metri è di perfetta parità (1-1).

Il cast dei 10000 metri vedrà come protagonisti il vice campione del mondodi cross Imane Merga, il diciannovenne Yigrem Demelash, campione del mondo juniores dei 10000 metri a Barcellona e atleta capace di correre in 26’57” a Bruxelles, Emannuel Bett, vincitore dei 10000 metri a Bruxelles in 26’51” (miglior crono mondiale del 2012), Paul Tanui e Vincent Chepkok, argento e bronzo ai mondiali di cross del 2011 e l’eritreo Teklemariam Medhin. Ci sarà anche il nostro Daniele Meucci, atteso alla seconda tappa del trittico New York-Eugene-Roma. Meucci, seguito nell’Oregon dal suo allenatore e DT della Nazionale Italiana Massimo Magnani, inseguirà il nuovo record personale fissato a 27’32”86 a Palo Alto nel 2012. Meucci ha corso in 13’50”53 sotto la pioggia nella fredda New York settimana scorsa.

5000 METRI MASCHILI: SFIDA TRA AMICI FARAH E RUPP MA OCCHIO A LAGAT
Su una pista che nel 2011 regalò nove tempi sotto i 27 minuti e il record europeo di Mo Farah (26’46”57), saranno tantissimi i pretendenti al successo anche se mancherà il due volte campione olimpico dei 5000 e dei 10000 metri Mo Farah che ha optato all’ultimo per correre i 5000 di Sabato dove affronterà l’amico e compagno di allenamenti Galen Rupp, argento sui 10000 alle Olimpiadi alle spalle del britannico, Bernard Lagat, ex campione del mondo dei 1500 e dei 5000 e campione del mondo indoor a Istanbul, e Ibrahim Jeylan, che nel 2011 si è laureato campione del mondo dei 10000 metri davanti a Farah.  
SALTO IN LUNGO MASCHILE: RUTHERFORD E WATT, RIVINCITA OLIMPICA
 Nella notte italiana tra Venerdì e Sabato si svolgerà anche una bella gara di salto in lungo con l’oro e l’argento delle ultime olimpiadi Greg Rutherford e Mitchell Watt, il russo Aleksander Menkov, campione europeo indoor a Goteborg e secondo nella tappa della Diamond League a Shanghai con 8.31 dietro al cinese Li Jinzhe che ha vinto nella tappa cinese del circuito con 8.34 e pochi giorni dopo a Pechino nel World Challenge con 8.31. Li Jinzhe fu terzo nell’edizione 2010 del Prefontaine Classic

800 METRI MASCHILI: RUDISHA KO MA GRANDE CAST
Alla vigilia del Pre Classic ha dovuto dare forfeit David Rudisha per un infortunio al ginocchio dopo la gara corsa sotto la pioggia di New York. La gara si preannuncia davvero spettacolare con un cast degno di un’Olimpiade con il più lento degli iscritti Andrew Osagie accreditato di 1’43”77 !
Il favorito sembra essere Mohamed Aman, l’unico in grado di battere Rudisha nelle ultime due stagioni a Milano e Zurigo e secondo classificato dietro al fuoriclasse keniano a Doha in 1’44”21. Il cast presenta il bronzo olimpico Timothy Kitum (1’42”53) e l’altro fenomeno Leonard Kirwa Kosencha, campione del mondo allievi a Lilla nel 2011 e atleta in grado di correre in 1’43”40. Il pubblico statunitense farà il tifo per Duane Solomon e Nick Symmonds, quarto e quinto alle Olimpiadi nella memorabile finale londinese.

BOWERMAN MILE: KIPROP CERCA LA QUARTA VITTORIA A EUGENE
Asbel Kiprop, vincitore in questa stagione a Doha in 3’31”13 e a Shanghai in 3’32”39, insegue la quarta vittoria nel miglio intitolato a Bill Bowerman, l’allenatore di Steve Prefontaine. Oltre a Asbel Kiprop sono da tenere d’occhio il campione olimpico dei 1500 Taoufik Makloufi che correrà la sua prima gara negli Stati Uniti, e Silas Kiplagat, primatista del Bowerman Mile, l’etiope Gebremedhin Mekonnen e il giovane talento del Gibuti Ayanleh Souleiman, compagno di allenamenti di Makloufi.

800 METRI FEMMINILI: SAVINOVA – NYONSABA
Molto interessanti si preannunciano gli 800 metri femminili con la campionessa olimpica e mondiale Maria Savinova, autrice di un personale di 1’55”87 stabilito ai Mondiali di Daegu, e a giovane burundiana Francine Nyonsaba. La giovane africana si è rivelata lo scorso vincendo a Bruxelles in 1’56”59 (battendo la Savinova) e a Rieti dopo il settimo posto alle Olimpiadi di Londra. In questa stagione ha vinto a Shanghai in 2’00”33. Gli Stati Uniti saranno rappresentati da Alysia Montano che ha vinto l’ultima edizione del Prefontaine Classic con il record del meeting di 1’57”37.

5000 METRI FEMMINILI: TIRUNESH DIBABA FAVORITA
Tirunesh Dibaba, due volte campionessa olimpica dei 10000 metri a Pechino e Londra, disputerà il suo primo 5000 metri in pista dal giorno della medaglia di bronzo alle ultime Olimpiadi.Tirunesh parte come grande favorita contro la connazionale Gelete Burka e la campionessa mondiale di Berlino 2009 Linet Masai dopo aver dimostrato di essere in grande forma in occasione del successo alla Great Manchester Run di Domenica scorsa in 30’49”, migliore prestazione mondiale dell’anno sui 10 km su strada. Con una vittoria a Eugene Tirunesh appaierebbe la sorellina Genzebe (vincitrice a Shanghai) nella Diamond Race sui 5000 metri.

3000 SIEPI MASCHILI: CONSESLUS KIPRUTO – KIPSIELE KOECH
Sarà uno scontro generazionale tra gli esperti Ezekiel Kemboi, campione del mondo e olimpico  e Paul Kipsiele Koech che ha stabilito la terza migliore prestazione mondiale di sempre lo scorso anno al Golden Gala con 7’54”31 e detiene il record del meeting con 8’08”08. A Eugene affronterà il giovane Conseslus Kipruto che lo ha battuto a Shanghai due settimane fa. Nel meeting cinese Kipruto, campione del mondo sia da allievo nel 2011 che da junior nel 2012, ha fatto segnare la seconda migliore prestazione di sempre a livello juniores con 8’01”16.

GRANDE SPRINT:
400 METRI MASCHILI: KIRANI JAMES – LASHAWN MERRITT:
Il ventenne grenadino Kirani James ha vinto tutto quello che c’era da vincere in tre anni e fa parte di una ristretta cerchia di atleti capaci di vincere in tutte le categorie: oro ai Mondiali allievi a Bressanone 2009, titolo mondiale juniores a Moncton 2010 e da senior a Daegu 2011 oltre all’oro olimpico a 19 anni a Londra 2012 in 43”94, nono tempo di sempre e miglior tempo per un quattrocentista non statunitense. In questa stagione ha mancato di appena otto centesimi di secondo il suo record personale in occasione della vittoria a Shanghai in 44”02.
Merritt rinnoverà la sfida con l’ex campione del mondo e olimpico Lashawn Merritt, che si è classissificato secondo a Shanghai in 44”60.

100 METRI FEMMINILI: CAMPBELL BROWN, FRASER PRYCE, FELIX:
Nuovo capitolo della sfida Giamaica- Stati Uniti. Tre giamaicane in gara sono scese sotto gli 11 secondi. Si tratta della due volte campionessa olimpica Shelly Ann Fraser Pryce, prima nelle liste mondiali dell’anno con il 10”93 di Shanghai, la campionessa del mondo di Osaka 2007 e due volte oro olimpico dei 200 Veronica Campbell-Brown, vincitrice sui 200 a New York in 22”53, e Kerron Stewart, argento a Pechino 2008 e ai Mondiali di Berlino 2009. La migliore delle statunitensi sarà la campionessa olimpica dei 200 Allyson Felix, che sui 100 vanta un quinto posto alle Olimpiadi in 10”89.

SPRINT MASCHILE: GATLIN SUI 100, DIX SUI 200
Sui 100 metri la sfida sarà tra Justin Gatlin, bronzo olimpico sui 100 in 9”79 e il campione olimpico della staffetta Nesta Carter, quinto al mondo di sempre con 9”79.
Sui 200 metri Walter Dix, bronzo alle Olimpiadi sui 100 e sui 200 a Pechino e argento su entrambe le distanze ai Mondiali di Daegu, torna sulla pista di Eugene dove nel 2010 vinse al Pre Classic in 19”72 e nel 2008 si impose ai Trials olimpici del 2008. Dix affronterà un test molto impegnativo contro i giamaicani Nickel Ashmeade, 19”85 di personale e vincitore della Diamond Race nel 2012, e Jason Young, rivelazione della distanza lo scorso anno con il 19”86 di Lucerna poche settimane dopo il settimo posto ai Trials nazionali di Kingston

110 OSTACOLI: MERRITT – RICHARDSON
Torna in gara dopo il piccolo infortunio di Shanghai e lo stop precauzionale il campione olimpico e primatista mondiale dei 110 ostacoli Aries Merritt che lo scorso anno ha corso ben dieci tempi sotto i 13 secondi e otto delle prestazioni più veloci del 2012 con la punta di diamante rappresentata dal record del mondo di 12”80 di Bruxelles.
Merritt rinnoverà la sfida con il campione del mondo Jason Richardson, che ha vinto a Shanghai due settimane fa in 13”23.

400 OSTACOLI FEMMINILI: PEDROSO CONTRO ANTYUKH E HEJNOVA
Farà la sua seconda apparizione stagionale in Diamond League Yarisleidis Pedroso che nella tappa di Shanghai ha cancellato dall’albo dei primati il record italiano di Benedetta Ceccarelli correndo in 54”54 finendo alle spalle di Zuzana Hejnova e di Angela Morosanu. Hejnova, bronzo olimpico a Londra e vincitrice a Shanghai in 53”79, parte come favorita dopo un inizio di stagionne nel quale ha vinto anche alle Drake Relays di Des Moines in 54”41. Le altre protagoniste saranno la campionessa olimpica Natalya Antyukh, la giamaicana Kaliese Spencer, vincitrice delle prime tre edizioni della Diamond Race,, la campionessa mondiale Lashinda Demus e la britannica Perry Shakes Drayton, campionessa europea indoor sui 400 metri a Goteborg e autrice della migliore prestazione mondiale dei 200 ostacoli settimana scorsa a Manchester.

ASTA MASCHILE E ALTO MASCHILE: TUTTO IL PODIO OLIMPICO
Tutte le tre medaglie olimpiche di Londra saranno in gara a Eugene e rinnoveranno il duello a Roma Giovedì prossimo al Golden Gala Pietro Mennea. Renaud Lavillenie, oro olimpico e europeo all’aperto e indoor, dovrà vedersela con l’argento e il brozno delle Olimpiadi Bjorn Otto e Raphael Holzdeppe.
Podio a Cinque Cerchi al completo anche nel salto in alto maschile dove debutta in questa stagione il campione olimpico Ivan Ukhov che ritroverà in pedana Erick Kynard, autore della migliore prestazione mondiale dell’anno con 2.34, il qatariota Mutaz Barshim, vincitore a Shanghai con 2.33  e secondo a Doha, il canadese Derek Drouin e il primatista britannico Robbie Grabarz.

DISCO MASCHILE: HARTING – MALACHOWSKI
Robert Harting guida le liste mondiali dell’anno con il 68.31 ottenuto a Wiesbaden e debutterà nella Diamond League 2013 contro Piotr Malachowski, vincitore a Shanghai con 67.34 e l’iraniano Esad Hadadi, primo atleta del suo paese capace di vincere una medaglia alle Olimpiadi e ai Mondiali. Harting insegue il record di successi consecutivi detenuto da Virgilius Alekna con 37 gare vinte consecutive. Al momento il campione mondiale e olimpico ha raggiunto quota 34. A Wiesbaden ha allungato la sua striscia di giorni senza sconfitte a 1003, un primato detenuto dal tedesco Jurgen Schult.

PESO FEMMINILE: ADAMS DEBUTTA NELLA DIAMOND LEAGUE 2013
Una delle più popolari protagoniste del circuito Valerie Adams inizia il suo cammino nella Diamond League dove la popolare neozelandese ha vinto le ultime due edizioni. La Kiwi neozelandese che si allena in Svizzera é l’unica atleta del lotto delle partecipanti con un personale oltre i 21 metri con il 21.24 stabilito ai Mondiali di Daegu.

GIAVELLOTTO FEMMINILE: OBERGFOLL
Si rinnova la sfida tra la russa Maria Abakumova, campionessa mondiale a Daegu con un eccellente 71.98, e la tedesca Christina Obergfoll, argento alle Olimpiadi di Londra. La Abakumova ha debuttato in questa stagione con un eccellente 69.34 alla Coppa Europa di Lanci Invernali di Castellon. La tedesca ha vinto l’ultima tappa della Diamond League a New York con 65.33.

Sfida dal sapore mondiale anche nel martello femminile tra le ultime tre vincitrici del titolo mondiale Betty Heidler (Osaka 2007), Anita Wlodarczyk (Berlino 2009) e Tatyana Lysenko (Daegu 2011 oltre che delle Olimpiadi 2012). La gara del martello non vale per il punteggio della Diamond League nonostante le proteste di molte atlete che vorrebbero l’inclusione di questa specialità nella lega dei diamanti ma fa parte delle gare valide per il ranking dello IAAF Hammer Throw Challenge.  
  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli