LEMAITRE E LAVILLENIE I SUPERMEN DELL’ATLETICA ARRIVANO A PARIGI




Mancano meno di sei settimane al Meeting Areva di Parigi St. Denis in programma Sabato 6 Luglio allo Stade de France. Le stelle francesi Renaud Lavillenie e Christophe Lemaitre sono pronte ad accendere il caldo tifo dei fans di atletica transalpini.
di Diego Sampaolo






I due campioni francesi compaiono nei manifesti pubblicitari della tappa francese della Diamond League travestiti da Supermen dell’atletica.

Lavillenie inseguirà il quinto successo allo Stade de France: non avrà come avversari i rivali tedeschi impegnati ai Campionati Nazionali di Ulm ma ci saranno ilgreco Konstantinos Filippidis, vincitore nella prima tappa della Diamond League a Doha con 5.82 e quarto agli Europei Indoor di Goteborg, il britannico Steve Lewis, quinto alle Olimpiadi di Londra e lo statunitense Brad Walker, tornato quest’anno ad esprimersi a grandi livelli con un salto da 5.83.

“Sono soddisfatto di come sta andando la preparazione. Settimana scorsa ho saltato 5.45 ma le condizioni climatiche erano davvero difficili. Ho usato una rincorsa più breve. Ora gareggerò a Eugene dove il record dello stadio è di 6.03. Non vedo l’ora di Luglio in un periodo dell’anno in cui mi esprimo sempre al meglio. Ho voglia di gareggiare a Parigi in uno stadio dove mi sento sempre benissimo. Gareggiare a Parigi davanti alla mia gente aumenta le aspettative e le pressioni. Gareggiare in un grande meeting davanti al pubblico di casa è una grande opportunità da sfruttare”

A Lavillenie è stato chiesto che potere vorrebbe avere se fosse Superman come viene ritratto sul manifesto pubblicitario del meeting. “Mi piacerebbe essere Superman e saltare oltre i 6 metri ma penso che noi atleti abbiamo del talento umano.

Lemaitre correrà i 200 metri contro sua Maestà Usain Bolt e altri giamaicani come il bronzo olimpico Warren Weir, Nickel Ashmeade (19”85 nel 2012), Jason Young (19”86) e il campione europeo Churandy Martina.

“La preparazione sta andando bene. Non ho cambiato nulla rispetto all’anno scorsa. Non sono ancora riuscito a trasformare tutto il lavoro svolto in grandi prestazioni in pista ma non sono preoccupato perché l’obiettivo è raggiungere il massimo della forma per i Mondiali di Agosto. Settimana prossima punto a migliorare il mio personale stagionale sui 200 a Montreuil. Non vedo l’ora di gareggiare a Parigi. 

“Mi piace gareggiare in un grande stadio dove posso sentire il sostegno del pubblico. Ho straordinari ricordi dello stadio. Mi sarebbe piaciuto gareggiare ai Mondiali del 2003 allo Stade de France ma a quei tempi non sapevo nulla di atletica ed è difficile che avrò l’opportunità di gareggiare in un grande campionato in casa prima della fine della mia carriera”, ha detto Lemaitre.

A proposito dell’immagine di Superman che lo ritrae nel poster del meeting, Lemaitre ha detto: “Mi piacerebbe essere Superman e correre più veloce. Quando ero piccolo sognavo di diventare invisibile per potermi nascondere dopo aver fatto qualcosa di stupido”, ha detto scherzando il tre volte campione europeo dello sprint.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Monte Rosa Walser Trail 2018. – Numeri e livello per un edizione sempre più internazionale
22 Settembre, nasce il Trieste Urban Trail
Convocati gli azzurri per i mondiali 100km. Però manca…
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni
#Pastaparty con Davide Beccaro di Sziols, occhiali per l’outdoor con caratteristiche molto speciali