VAL DI FASSA RUNNING TRA UN MESE SPORT, NATURA E TURISMO SULLE DOLOMITI

Manca esattamente un mese al via della Val di Fassa Running, il giro podistico a tappe della valle dolomitica che quest’anno festeggia l’edizione dei tre lustri. Da domenica 23 fino a venerdì 28 giugno – con il mercoledì di pausa – si correrà lungo oltre 60 chilometri di sentieri, mulattiere e strade in quota, e parole d’ordine saranno divertimento, natura e, ovviamente, sana attività sportiva.

Tutto ebbe inizio nel 1999, allora si chiamava Traslaval e da allora non ha fatto altro che crescere e appassionare un numero sempre maggiore di patiti di corsa in montagna. La mappa delle cinque tappe di gara è da tempo definita da Francesco Cincelli e dal suo team, che guardano ora solo al termometro, in lenta ma comunque progressiva …risalita.
E quando si parla di salite e discese, la Val di Fassa Running non teme confronti. Già nella prima giornata, la prova di Alba di Canazei, si sale con decisione nei primi 6 kmverso Penia Alta e si digeriscono quasi 450 metri di dislivello, tanto per mettere in chiaro come questo “giro” sia una gara vera. E a questo proposito le iscrizioni di prestigio non mancano nemmeno quest’anno. Galliano, Nanu, Leonardi, Bergamo, Mazzel, Fortin e Chihaoui sono già confermati allo start, ma sono da attendersi altri protagonisti nei prossimi giorni: non è facile resistere alla tentazione di sgambettare in Val di Fassa per una settimana intera.
Tornando alle salite e alle belle discese, il sentiero “Uppa Su” in Val Duron (incluso nella seconda tappa di lunedì 24 giugno) presenta 2 kmcon pendenze tra il 25% e il 30%, mentre il “tappone” di quest’anno dell’ultimo giorno si arrampica fino ai 2200 metri dell’Alpe Lusia, partendo da Moena, che si trova …1000 metri di dislivello più in basso.
Fino a lunedì 3 giugno ci si può iscrivere alla Val di Fassa Running e godere della tariffa ridotta di € 63 per tutte le gare, tenendo comunque presente che è sempre possibile prendere parte alle singole prove registrandosi al mattino prima della competizione stessa.
Le principali novità svelate fin’ora dagli organizzatori fassani sono la non competitiva “Val di Fassa Running Baby” di mercoledì 26 giugno, con i bimbi chiamati a correre lungo un anello di 1 km in piano, più volte a seconda dell’età. Ad ogni gara della Val di Fassa Running 2013, inoltre, l’azienda Tecnica metterà in palio un paio di scarpe per coloro (maschio e femmina) che si avvicineranno maggiormente al tempo del “Traguardo Ideale”, un tempo ideale per l’appunto stimato su un determinato traguardo volante del tracciato.
La Valdi Fassa offre una miriade di opportunità dal punto di vista della vacanza attiva, del relax e perché no della cultura locale.
Da Alba di Canazei, sede della prima tappa della Val di Fassa Running 2013, parte anche la mulattiera sentiero n. 602 che si immerge nella vicina Val Contrin e qui sembra di toccare davvero il cielo con un dito, contornati dalle imponenti cime del Vernel e della Marmolada. Da Vigo, invece, si raggiunge facilmente in funivia il Ciampedie a circa 2000 metri di quota e una passeggiata nella conca del Gardeccia è d’obbligo. Vigo di Fassa è anche la sede dell’Istituto Culturale Ladino, centro nevralgico per lo studio e la tutela della cultura ladina, fortemente radicata in tutta la Val di Fassa. Degno di nota è anche il Museo Ladino di Fassa con sale espositive e multimediali e alcune tavole firmate Milo Manara, che rappresentano personaggi della mitologia fassana.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli