IAAF WORLD CHALLENGE: DUTCH BATTE L’IDOLO LOCALE CULSON



Le gare ad ostacoli hanno regalato i maggiori acuti del meeting di Ponce in Portorico inserito nel circuito IAAF World Challenge. Il pubblico di casa sperava in una vittoria del beniamino di casa Javier Culson, due volte vice campione del mondo a Berlino e a Daegu e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra ma lo statunitense Johnny Dutch ha infranto le loro speranze vincendo in un ottimo 48”02, secondo miglior tempo della sua carriera. Culson ha perso l’imbattibilità nel meeting di casa che resisteva dal 2009 ma ha fermato il cronometro in un ottimo 48”36 precedendo il forte cubano Omar Cisneros (48”92).
di Diego Sampaolo

Il giovane ostacolista Orlando Ortega, sempre più considerato l’erede di Dayron Robles, ha fermato il cronometro in 13”23 arrivando a sei centesimi di secondo dalla migliore prestazione mondiale dell’anno di 13”17. Ortega ha avuto la meglio per appena due centesimi sull’ex campione del mondo Ryan Brathwaite di Barbados. Nia Ali ha vinto i 100 ostacoli femminili in 12”86.

La velocista ivoriana residente negli Stati Uniti Murielle Ahouré, argento ai Mondiali Indoor di Istanbul nel 2012 e finalista alle Olimpiadi sui 100 e sui 200 metri, ha fatto doppietta vincendo i 100 metri in 11”09 e i 200 metri in 22”47 precedendo l’ex iridata dei 100 Lawryn Williams, seconda in 22”90. Libania Grenot si éclassificata seconda nella serie B in 23″33.
Nella tappa del World Challenge del martello di Ponce il polacco Szymon Ziolkowski ha conquistato il successo con la misura di 77.06 m. Marco Lingua si é classifificato quarto con 74.58. 

Oxy High Performance meeting
Il due volte campione olimpico dei 5000 e dei 10000 metri Mo Farah ha debuttato in questa stagione vincendo i 5000 metri in un tranquillo 13’15”68 precedendo lo statunitense Dathan Ritzenheim (13’17”38):
A destare sensazione in questo meeting californiano ci ha pensato soprattutto la diciassettenne Mary Cain che ha polverizzato il record statunitense juniores dei 1500 metri con un eccellente 4’04”62 che ha superato il vecchio limite di categoria detenuto da Suzy Favor Hamilton con 4’09”10. Cain, precoce talento sbocciato durante le indoor statunitensi, è salita al quarto posto delle liste mondiali di sempre di categoria. E’s eguita da Alberto Salazar, che allena anche Mo Farah e Galen Rupp. Mary Cain,sesta ai Mondiali Juniores di Barcellona, si candida come grande protagonista dei prossimi Mondiali allievi di Donetzk.

Uberlandia: De Oliveira 5.81 record sudamericano nel salto con l’asta
Augusto De Oliveira ha battuto il record sudamericano del salto con l’asta maschile superando 5.81 al meeting brasiliano di Uberlandia battendo di 11 centimetri il suo precedente record personale. Il precedente primato sudamericano era detenuto dal brasiliano Fabio da Silva che ha superaato 5.80 nel 2011. Oliveira ha stabilito il record sudamericano indoor con 5.71 lo scorso inverno.
Tra gli altri risultati del meeting di Uberlandia segnaliamo soprattutto l’8.14 del campione del mondo indoor Mauro Da Silva nel salto in lungo, il 22”67 della giamaicana Patricia Hall sui 200 metri (dopo aver corso in 50”86 a Belem pochi giorni fa), il 20.20 del primatista sudamericano German Lauro nel lancio del peso (dopo il 21.26 di Doha) e il 20”38 di Michael Mathieu delle Bahamsa sui 200 metri.  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Federica Dal Rì conquista il tricolore e l’Agsm Veronamarathon
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli