GOLDEN GALA, 38 MEDAGLIE OLIMPICHE E UNA VETRINA DELL’ATLETICA ITALIANA

Saranno 38 i medagliati olimpici che scenderanno sulla magica pista dello Stadio Olimpico di Roma in occasione del Golden Gala Pietro Mennea in programma il 6 Giugno.
di Diego Sampaolo




Nella serata che ricorderà la figura dell’indimenticato Pietro Mennea, scomparso lo scorso 21 Marzo, lo sprint sarà al centro dell’attenzione con il mitico Usain Bolt che calcherà il palcoscenico dell’Olimpico per il terzo anno consecutivo dopo i successi del 2011 in 9”91 e del 2012 in 9”76. Il sei volte campione olimpico dello sprint affronterà Justin Gatlin, medaglia di bronzo a Londra e vincitore Venerdì scorso a Doha nella prima tappa della Diamond League in 9”97, Mike Rodgers, Michael Frater e Richard Thompson.

Il Golden Gala non sarà però soltanto Bolt ma offrirà tanti altri piatti prelibati come la sfida del salto in alto femminile tra la campionessa olimpica e mondiale Anna Chicherova, l’ex regina della specialità Blanka Vlasic, due volte campionessa del mondo prossima al rientro agonistico a New York il 25 Maggio nell’ambito della Diamond League, la russa Svetlana Shkolina, bronzo alle Olimpiadi di Londra, la svedese Emma Green Tregaro, argento agli ultimi Europei Indoor di Goteborg e la nostra Alessia Trost che a soli vent’anni vanta un titolo mondiale juniores a Barcellona 2012, un primato da 2 metri stabilito nell’ultima stagione indoor e un quarto posto agli ultimi Europei Indoor di Goteborg. La Trost è una delle protagoniste della campagna pubblicitaria del Golden Gala che la ritrae insieme a Usain Bolt e ai triplisti Fabrizio Donato e Daniele Greco nelle vesti di Reali dell’atletica.

Lo sprint presenterà al pubblico romano non solo il re ma anche la regina Allyson Felix che nel 2012 si è laureata campionessa olimpica sui 200 metri e nelle due staffette 4×100 e 4×400 ed éstata eletta Atleta dell’Anno. La californiana ha debuttato nella Diamond League 2013 a Doha dove, perdendo da Amantle Montsho sui 400, ha visto interrotta la sua striscia vincente di dieci successi nel meeting del Golfo Persico. A Roma Allyson tornerà sui 200, la sua distanza preferita dove vanta tre titoli mondiali  Sulla pista dell’Olimpico troverà la velocista ivoriana Murielle Ahouré, doppia finalista olimpica sui 100 e sui 200 metri e primatista stagionale sui 60 metri indoor con 6”99 (settimo tempo mondiale di sempre) e la giamaicana Kerron Stewart, medaglia di bronzo sui 200 a Pechino e vincitrice al Golden Gala sui 100 nel 2009 in 10”75.

Amantle Montsho, che ha battuto la Felix sui 400 inseguirà la sua prima vittoria sui 400 metri a Roma in uno dei pochi meeting che non ha mai vinto  La prima donna del Botswana capace di vincere il titolo mondiale a Daegu affronterà la vice campionessa olimpica in carica Christine Ohuruogu, terza a Doha in 50”53, e la capofila mondiale del 2012 Antonina Krivoshapka.

Una delle maggiori protagoniste del meeting di Doha in gara a Roma sarà Brittney Reese che nella capitale del Qatar ha fatto registrare la migliore misura mai fatta registrare in un meeting della Diamond League saltando 7.25 m. La campionessa mondiale e olimpica affronterà le altre due medagliste olimpiche di Londra Yelena Sokolova (vincitrice della Diamond Race nel 2012) e Janay De Loach, terza a Doha con 7.08 (con vento a favore di +2.2 m/s).

Recenti infortuni mettono in forse la presenza degli azzurri del salto triplo Fabrizio Donato e Daniele Greco, terzo e quarto alle ultime Olimpiadi. Il pubblico romano avrà modo di ammirare il campione olimpico e mondiale Christian Taylor che in questa stagione ha vinto la prima tappa della Diamond League a Doha con 17.25. Inoltre tornerà sul grande palcoscenico il vice campione mondiale di Daegu Phillips Idowu.

“Ho perso una ventina di giorni di allenamento per un problema al soleo ma voglio fare di tutto per essere in gara all’Olimpico. Sento questo stadio come casa mia e ci tengo molto a gareggiare davanti alla mia gente. Ho già battuto Taylor l’anno scorso in Diamond League a Zurigo”, ha detto Donato.

Il programma del mezzofondo si preannuncia molto ricco per la presenza della svedese di origini etiopi Abeba Aregawi che ha iniziato questa stagione in grande stile vincendo a Doha in un favoloso 3’56”60 al meeting di Doha, arrivando a soli sei centesimi di secondo dal suo primato personale di 3’56”54 stabilito proprio al Golden Gala dell’anno scorso quando gareggiava ancora da etiope. La Aregawi, campionessa europea indoor a Goteborg, ritroverà una dellesue maggiori avversarie del momento Genzebe Dibaba, che ha portato il suo primato personale a 3’57”54 a Doha nella scia della svedese.

Spettacolo anche sui 5000 metri maschili da sempre grande attrazione a Roma. La sfida dell’edizione 2013 promette scintille con il campione del mondo juniores di cross e primatista mondiale juniores dei 5000 Hagos Gebrehiwot, il vice campione olimpico Dejan Gebremeskel, il bronzo di Londra 2012 Thomas Longosiwa e il quarto delle Olimpiadi e vincitore della Diamond League Isiah Koech. In tutto ci saranno sei atleti con un personale sotto i 13 minuti.

Si preannunciano di grande livello tecnico anche gli 800 metri con un quartetto di giovani talenti come Nijel Amos del Botswana, medaglia d’argento alle Olimpiadi e primatista mondiale juniores con 1’43”74, Mohamed Aman, l’unico in grado di battere David Rudisha nelle ultime due stagioni, il diciottenne Timothy Kitum, bronzo olimpico con 1’42”53 e Leonard Kosencha, vincitore l’anno scorso all’Olimpico.
Un’altra vincitrice di Doha Sandra Perkovic ha iniziato alla grande la sua stagione realizzando un fantastico 68.23 nel lancio  del disco (con un secondo miglior lancio di 67.37) e cercherà di proseguire la sua stagione alla grande all’Olimpico.

Promettono scintille i 400 metri con il campione olimpico di Pechino Lashawn Merritt e il finalista olimpico e mondiale Jonathan Borlée, il campione europeo indoor e outdoor Pavel Maslak e il campione mondiale indoor 2010 Chris Brown, oro olimpico con la 4×400 con la maglia delle Bahamas.

In tutto ci saranno venti atleti italiani. Tra questi il terzetto delle ostacoliste Marzia Caravelli, Veronica Borsi e Micol Cattaneo che saranno chiamate ad un compito al limite del proibitivo con le statunitensi Dawn Harper, campionessa olimpica a Pechino, argento a Londra e vincitrice a Doha in 12”60, Lolo Jones e Kellie Wells. Gli ostacoli offriranno un programma regale con il campione europeo outdoor e indoor Sergey Shubenkov e il bronzo olimpico Hansle Parchment nei 110 ostacoli e la sfida tra l’argento e il bronzo delle Olimpiadi Michael Tinsley e Javier Culson, vincitore a Roma l’anno scorso, oltre al campione del mondo Dai Greene.
Il Presidente della Fidal Alfio Giomi ha detto durante la conferenza stampa: “Il Golden Gala è un gioiello che noi cercheremo di rendere ancora più brillante”.

“Il Golden Gala si inserisce all’interno di una settimana molto impegnativa per l’atletica italiana che vedrà la Fidal in prima fila sul piano organizzativo con le manifestazioni giovanili che faranno da contorno al meeting romano. La settimana dell’atletica prevede l’organizzazione dei Campionati Studenteschi al Campo della Farnesina e i Campionati Italiani di società allievi”, ha detto Luigi D’Onofrio, tornato al comando dell’Organizzazione del Golden Gala dopo tre anni.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Federica Dal Rì conquista il tricolore e l’Agsm Veronamarathon
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli