IAAF WORLD CHALLENGE: 17.37 DI ERNESTO REVE E RECORD SUDAMERICANO SUI 100 METRI DI ANA CALUDIA SILVA



Il Gran Premio Brasil Caixa/Governo de Parà de Athletismo di Belem è stato l’appuntamento più atteso dell’ultima Domenica dell’atletica internazionale. Il più importante meeting di atletica sudamericano, inserito nel circuito IAAF World Challenge, è stato illuminato dal 17.37 del giovane triplista cubano Ernesto Reve che nel 2010vinse la medaglia d’argento ai Mondiali Juniores di Moncton 2010. La velocista brasiliana Ana Claudia Silva ha realizzato il record sudamericano dei 100 metri correndo in 11”05 confermando il suo ottimo stato di forma dopo che lo scorso fine settimana aveva corso in 11”13 regolare e in 10”93 ventoso a Campinas in Brasile.
di Diego Sampaolo

Il velocista brasiliano Bruno de Barros ha realizzato la doppietta vincendo i 100 metri in 10”25 e soprattutto i 200 metri in 20”35 battendo rispettivamente il trinidegno Rondell Sorrillo sui 100 (10”28) e l’altro brasiliano Aldemir Da Silva (20”44). Negli 800 metri sorprende il colombiano Rafith Rodriguez che corre gli 800 metri in un eccellente 1’44”70 precedendo il brasiliano Kleberson Davide (1’45”27). La giamaicana Patricia Hall ha realizzato il secondo miglior tempo della sua carriera sui 400 femminili con 50”86.

Dilzhod Nazarov, martellista di livello internazionale e Presidente della Federazione di atletica del Tajikistan, si è preso la rivincita sul rappresentante della Repubblica Ceca Lukas Melich che lo aveva battuto al meeting di Tokyo con un lancio da 79.00 metri. A Belem Nazarov ha avuto la meglio per un metro esatto con un lancio da 78.49.

CLERMONT: TYSON GAY 19”79 VENTOSO SUI 200
Tyson Gay continua il suo grande inizio di stagione correndo il suo primo 200 metri dal 2010 in 19”79 con vento a favore di +2.5 m/s. Il vento che soffia come sempre in modo molto generoso in questo meeting della Florida ha fatto registrare anche il 9”99 del velocista tedesco Martin Keller che ha però beneficiato di un vento a favore troppo generoso di +3.7 m/s. Nelle batterie il giamaicano Nickel Ashmeade ha fermato il cronometro in 9”91 ma con un vento che soffiava a +3.8 m/s. Roland Forbes si è aggiudicato i 110 ostacoli in 13”31 (vento +2.1 m/s) precedendo di un centesimo di secondo il tedesco Erick Balnuweit.

ST. MARTIN: DEBUTTO SUI 400 di MERRITT
Oltre al 23”17 sui 200 e al 53”09 sui 400 di Libania Grenot, il meeting della Guadalupa ha fatto registrare il debutto stagionale sui 400 metri dello statunitense Lashawn Merritt che ha fatto registrare 45”61.
Si sono svolte anche le fasi regionali dei Campionati NCAA statunitensi che qualificano per le finali di metà Giugno. I risultati più interessanti sono stati il 12”68 con vento contrario di Brianna Rollins sui 100 ostacoli femminili ad Atlanta e il 20”30 di Ameer Webb sui 200 metri maschili a Columbia
Ai Pac 10 Championships di Los Angeles Brigetta Barrett, medaglia d’argento alle Olimpiadi, realizza la migliore prestazione mondiale dell’anno nel salto in alto con 1.99. Nella terza e ultima giornata si émesso in luce l’ex campione mondiale juniores Bryshon Nellum che ha fatto registrare la terza migliore prestazione mondiale dell’anno sui 400 metri con 44″76 e un buon 20″23 sui 200 metri. Si é rivelata anche l’ostacolista Kori Carter che ha fatto doppietta vincendo i 100 ostacoli i 12″76 e i 400 ostacoli in 54″21.Vashti Thomas ha stoppato il cronometro in 12″74 sui 100 ostacoli a Turlock. La velocista English Gardner, accreditata di un ottimo 11″00 sui 100, si é imposta in 22″62 sui 200 metri. Si é confermato ad eccellenti livelli il giovane discobolo australiano Julian Wruck che ha realizzato un migliorlancio di 65.41. 

MARATONA DI PRAGA CONDIZIONATA DAL CALDO
Nicholas Kemboi, atleta di origini keniane ma di nazionalità del Qatar, e Caroline Rotich hanno conquistato il successo più importante della loro carriera alla diciannovesima edizione della Volkswagen Marathon di Praga in una giornata condizionata dal grande caldo. Kemboi, atleta da 26’30” sui 10000 metri nel 2003 a 18 anni al meeting di Bruxelles, ha fermato il cronometro in 2h08’51 precedendo Girmay Birhanu che con 2h09’30” ha collezionato un altro secondo posto in una grande maratona internazionale dopo quello ottenuto a Roma in 2h08’11”. Kemboi ha annuciato di voler partecipare ai prossimi Mondiali di Mosca nella maratona con la maglia del Qatar. Caroline Rotich ha fermato il cronometro in 2h27’00” precedendo di 1’53” la connazionale Philes Ongori.  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Federica Dal Rì conquista il tricolore e l’Agsm Veronamarathon
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli