LA PIOGGIA NON ROVINA LA FESTA DEL MONTEREGIO TRAIL

Era annunciata da tempo e un po’ temuta, ma alla fine la pioggia non è riuscita a rovinare la festa della terza edizione del Monteregio Trail, disputatosi oggi con partenza e arrivo a Ghemme (NO).
Le precipitazioni, soprattutto quelle abbondanti di ieri, mentre oggi ha piovuto a tratti, hanno comunque fortemente influenzato l’evento poiché la società sportiva che organizza l’evento, l’ASD Trail Running, ha dovuto operare, nella notte tra venerdì e sabato, consistenti modifiche a tutti e tre i percorsi (47 km, 20 km e Nordic Walking) con l’obiettivo di assicurare a tutti i partecipanti le migliori condizioni di sicurezza; a causa di queste modifiche il percorso lungo è risultato essere di circa 40 km, mentre il percorso corto è diventato di circa 15 km.

Nella gara corta, che ha visto l’arrivo di 201 atleti, Mauro Bernardini (AVIS Ossolana) ha nettamente vinto – 52’53” il suo tempo – staccando di quasi un minuto e mezzo Ennio Frassetti (Genzianella) e di quasi tre Alexandro Colombo (AVIS Ossolana): evidente il dominio quindi degli atleti dell’Ossola, che si sono dimostrati a loro agio su un percorso reso più filante dalle modifiche.
Anche in campo femminile i distacchi sono stati piuttosto pesanti: Monica Coppo (AS Amatori Sport) ha infatti vinto in 1h10’06”, staccando la seconda classificata, Marta Poretti, di oltre 2′ e la terza, Romina Caretti (AVIS Marathon Verbania), di quasi tre minuti e mezzo.
Nella gara lunga, che ha visto concludere 160 atleti, l’ha spuntata Gianfranco Bedino (Trinese) che ha vinto in 2h57’45”; dietro di lui Manuel Beltrami (Gazzada Schianno), a oltre tre minuti e mezzo, e Marco Ernesto Frigerio (Road Runners Milano) a quasi quattro minuti e mezzo. La sempre presente Cecilia Mora ha bissato il successo dello scorso anno – quando arrivò in coppia con Cinzia Bertasa – chiudendo al primo posto in 3h29’34”. Staccata di quasi sedici minuti, è arrivata Federica Favre, mentre il terzo posto è andato a Michela Urh (Atletica Casorate), arrivata con quasi venti minuti di ritardo.
Ovviamente il maltempo ha tenuto lontani i partecipanti alla camminata in Nordic Walking (e anche qualcuno delle altre gare, poiché gli iscritti erano ben oltre quota 400), anche se sedici coraggiosi si sono avventurati ugualmente sul percorso del Monteregio Trail.
“È stata dura – commenta il presidente di Trail Running Vincenzo Bertina – ma alla fine è andato tutto bene: il cambio dei percorsi è stata una scelta obbligata, e abbiamo preferito avere qualche km in meno piuttosto che avere qualche dubbio sulla sicurezza; sono inoltre soddisfatto per come il team ha saputo far fronte ai cambiamenti dell’ultimo minuto”.
Prossimo evento in programma per l’ASD Trail Running è la Carpignano Moonlight Run (1° giugno), poi a seguire Devero Trail (6 luglio), Lago Maggiore Stresa Night Trail (10 agosto) e il gran finale con lo spettacolare Ultra Trail del Lago d’Orta (19 ottobre).

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE