C’E’ PADOVA NEL DESTINO DEL BRASILIANO PAULO ROBERTO PAULA

Il brasiliano, lanciato l’anno scorso dalla Maratona S.Antonio, s’impone in Prato della Valle. Janet Hanane prima marocchina a vincere nella manifestazione
L’azzurro Ricatti medaglia di bronzo con la miglior prestazione italiana stagionale: «E’ un importante punto di partenza». Pertile domina il Trofeo SIT. Commosso ricordo delle vittime di Boston, Debby e Jim: «Felici di portare la nostra testimonianza»


Era l’uomo più atteso, ha tagliato il traguardo per primo. Il brasiliano Paulo Roberto Paula si è imposto in 2 ore e 13’00 nella 14^ edizione della Maratona S.Antonio, corsa domenica sulle strade che da Campodarsego portano a Padova, migliorando la terza posizione del 2012. In campo femminile, prima vittoria di un’atleta marocchina, Janet Hanane, che dopo le medaglie d’argento conquistate nelle ultime due stagioni a Firenze trova la prima affermazione in una grande maratona (2 ore 36’17”).
Tra gli atleti più attesi Ruggero Pertile, senza rivali sulle strade di casa nella Mezza Maratona-Trofeo SIT al via da Camposampiero (un’ora 5’40”): ha corso con una maglia nera, in segno di lutto, con la scritta «We run with Boston». E proprio alle vittime di Boston è stato dedicato uno dei momenti più significativi della giornata: dopo 4 ore 9’43” (quando si è verificata la prima esplosione) è stata srotolata sul traguardo una fascia con la stessa frase: a tenerla in mano gli statunitensi Debby Anglin, di Houston, che ha corso tre volte la maratona di Boston, e Jim Kovacs, di Indianapolis. «Siamo in Italia per trovare nostro figlio, che vive a Vicenza, e abbiamo deciso di correre qui – ha raccontato la coppia – Siamo orgogliosi di avere portato la nostra testimonianza».
«Grazie al risultato colto nella scorsa stagione a Padova sono stato convocato per i Giochi Olimpici di Londra e ora ecco questa vittoria, che mi riempie di soddisfazione perché arrivata dopo una grande rimonta – ha commentato Paula – ho capito dopo il 35° chilometro, quando ho ripreso l’etiope Girma, sin lì al comando, che avrei potuto vincere. Non avessi avvertito dolore al ginocchio avrei potuto ottenere un tempo migliore».
Tra i più felici Domenico Ricatti, terzo sul traguardo col nuovo primato personale (2 ore 15’16”, miglior prestazione italiana stagionale). «Dedico la vittoria al mio concittadino Pietro Mennea. La maratona è ancora qualcosa da scoprire per me, e sono contento di avere realizzato il mio primato in una manifestazione importante e bene organizzata come quella di Padova». A lui si è rivolto Pertile, campione di Assindustria Sport, nel dopo gara: «Vedere che ci sono ragazzi che possono crescere in questa disciplina non può che farmi piacere. Padova? Quando ti si spalanca davanti una piazza come Prato della Valle è impossibile non emozionarsi. Il mio futuro? Gareggerò ai Giochi del Mediterraneo in Turchia, ancora nella mezza maratona».
Michele Bedin è stato invece il primo podista padovano a transitare al passaggio dei 21,097 chilometri della prova più lunga: sarà per questo premiato in ricordo di Giampaolo Vecchiato, responsabile dell’area tecnica del Comune di Borgoricco, scomparso proprio il giorno della maratona dello scorso anno, durante l’allestimento del percorso.
In totale, tra maratona e mezza hanno tagliato il traguardo in 3.541 atleti, 121 in più rispetto alla passata edizione. «Un incremento che ci dà grande soddisfazione, considerato anche che abbiamo dovuto fare i conti col maltempo per buona parte della giornata» ha dichiarato alla fine Federico de’  Stefani, presidente di Assindustria Sport, società organizzatrice. Al link http://www.mysdam.it/events/event/results_24769.dosono disponibili le classifiche complete.

CLASSIFICHE. Uomini: 1. Roberto Paulo Paula (Bra) 2h13’00”, 2. Paul Kibet Kosgei (Ken) 2h14’35”, 3. Domenico Ricatti (Aeronautica Militare) 2h15’16”, 4. Giovanni Gualdi (FF.GG.) 2h15’32”, 5. Tayeb Filali (Alg/Acsi Campidoglio) 2h16’48”, 6. Girma Getachew Abayu (Eti) 2h18’16”, 7. Said Douirmi (Atl. Colosseo 2000) 2h20’35”, 8. Simone Wegher (Clarina Trento) 2h25’39”, 9. Francesco Caliandro (Podistica Carovigno) 2h32’45”, 10. Giuliano Virgis (Foredil Macchina Padova) 2h35’17”. Disabili. Handbike: 1. Athos Libanore (Svi) 1h09’19”, 2. Pantaleo Sette (Club Sommese) 1h09’21”, 3. Simone Baldini (Club Sommese) 1h09’26”.  Carrozzine Olimpiche: 1. Tobias Loetscher (Svi) 1h38’55”, 2. Ebbe Blichfeldt (Dan) 1h39’11”, 3. Cornel Villiger (Svi) 1h39’22”. Mezza maratona: 1. Ruggero Pertile (Assindustria Pd) 1h05’40”, 2. Giorgio Zanta (Aristide Coin Ve) 1h11’40”, 3. Edgardo Confessa (Vicentina) 1h14’05”.  
Donne: 1. Janat Hanane (Mar/Lbm Sport Team) 2h36’17”, 2. Tetyana Vernygor (Ucr) 2h36’35”, 3. Aynalem Woldemichael (Eti) 2h39’27”, 4. Silvia Serafini (Brugnera Friulintagli) 2h48’15”, 5. Federica Liberati (Lbm Sport Team) 2h53’08”, 6. Ilaria Aicardi (Reggio Event’s) 2h55’55”, 7. Claudia Andrighettoni (Quercia Trentingrana) 2h56’58”, 8. Stefania Satini (Dolomiti Belluno) 2h58’54”, 9. Federica Poesini (Marathon Club Città di Castello) 3h03’20”, 10. Sabrina Roncaglia (La Fulminea Running Team) 3h06’04”.  
Disabili. Handbike: 1. Claudia Schuler (Disabili Salto Adige) 1h23’55”, 2. Rita Cuccuru (Club Sommese) 1h28’16”, 3. Rosanna Menazzi (Basket e non solo) 1h46’19”. Carrozzine Olimpiche: 1. Manuela Schaer (Svi) 1h48’40”, 2. Patricia Keller (Svi) 2h01’42”, 3. Nikki Emerson (Gbr) 2h21’15”. Mezza maratona: 1. Annalisa Minesso (Lib. Piombino Dese) 1h25’58”, 2. Elisa Fontana (Mds Panariagroup) 1h26’02”, 3. Annamaria La Carrubba (Atl. Padua Rg) 1h27’37”.  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
STELVIO MARATHON SOGNA IN GRANDE PERCORSO GIÀ SEGNALATO E TESTABILE!
DOMENICA 29 OTTOBRE C’E’ LA MEZZA MARATONA D’ITALIA A IMOLA
BRESCIA ART MARATHON 2018: 31 OTTOBRE…ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE