MILANO MARATHON: LETTERA AGLI STAFFETTISTI SUL DEPOSITO BORSE

Qui sotto la lettera ricevuta oggi dalla direzione della Maratona di Milano inerente alle motivazioni che hanno indotto alla scelta del trasporto sacche in forma autonoma. Buona lettura!
Cesare Monetti


Gentile Staffettista
abbiamo pensato fosse opportuno scrivere a tutti una spiegazione del perché non ci sarà più il
trasporto delle sacche nella Europ Assistance Relay Marathon ed il perché di questa scelta, che noi
riteniamo la più sensata ed efficiente per la nostra gara, al fine di evitare disagi ai partecipanti.
Dopo l’esperienza dello scorso anno abbiamo studiato quanto accaduto e come si comportano altre
gare nel mondo che organizzano una relay. La Relay Marathon di Vienna, che è nel Guinness dei
Primati per il numero di staffette mai arrivate al traguardo (2373 a Vienna, a Milano lo scorso anno
ne sono arrivate al traguardo 1989), non ha mai effettuato il trasporto borse per la staffetta. Così
come Praga, Nizza – Cannes, e nessuna relay marathon negli USA lo fa. Noi abbiamo provato a
farlo e fino a quando il numero delle staffette era limitato poteva avere un senso, ma ci siamo resi
conto che al crescere dei numeri tale servizio non è più sostenibile. La realtà è quella che Vienna
mette anche per iscritto: farlo é troppo complicato e comunque sia (anche facendolo) non sarebbe
MAI soddisfacente. 

Mettetevi a fare i calcoli e lo vedrete, 2.500 sacche non si spostano e mettono in
ordine progressivo da un punto a un altro in meno di 90 minuti, non c’è storia! L’unica soluzione
potrebbe essere di mettere tutto in tre TIR per ognuno dei punti di cambio, ma anche questa
soluzione non è praticabile in città. E ancora di più se si corre in una giornata ecologica senza
traffico veicolare e con l’obiettivo di realizzare un evento sostenibile dal punto di vista ambientale!
Per tutti questi motivi abbiamo pensato di intraprendere una nuova strada per la gestione delle
sacche gara degli staffettisti. Ci rendiamo conto che questa soluzione a prima vista possa sembrare
complicata ma dopo averci riflettuto un po’ tutti si accorgeranno che si tratta della migliore
soluzione.

Premesso che i punti di cambio sono stati rivisti, ampliati con maggiori strutture, dotati di nuovi
depositi per le sacche e con un maggior numero di addetti dedicati a questa operazione, il nuovo
metodo adottato in questa edizione, sarà caratterizzato da una gestione molto più autonoma da parte
degli atleti e, conseguentemente, ad impatto zero sull’ambiente. Essendo una giornata ecologica,
infatti, vorremmo limitare il più possibile la circolazione di mezzi per la città, rispettando per primi
le disposizioni comunali. Inoltre, tale scelta permetterà a tutti di risparmiare tempo prezioso non
dovendosi più presentare ai diversi punti cambio anche due ore prima della partenza come imposto
in precedenza, gestendosi al meglio la giornata (lo scorso anno a tutti i frazionisti era richiesto di
consegnare la propria borsa almeno un’ora prima dell’arrivo del primo staffettista: all’ultimo punto
di cambio si rischiava di rimanere all’aperto in tenuta da gara per ore!)

Per tutti questi motivi, abbiamo ideato il meccanismo “Deposita o Scambia”, un sistema che
permette di ritrovare la propria borsa indumenti alla fine della frazione percorsa,
 depositandola personalmente il sabato sera dalle 15 alle 19 nei vari punti cambio sorvegliati
24h;
 depositandola al proprio punto di arrivo prima di recarsi al proprio punto di partenza;
 semplicemente consegnandola allo staffettista che correrà la frazione successiva. Il primo
frazionista darà cosi la sua borsa indumenti al secondo, il secondo al terzo e il terzo al
quarto. Unica eccezione sarà il quarto staffettista che dovrà e potrà depositare la sua sacca
indumenti direttamente in Piazza del Cannone prima di raggiungere il proprio punto cambio
situato in Via Pagano. Tale spostamento sarà semplicissimo, poiché agevolato dalla
presenza della zona arrivo (MM CAIROLI) e del terzo punto cambio (MM PAGANO), sulla
linea metropolitana rossa.

Altra cosa importante da considerare è che a tutti gli staffettisti, assieme al pettorale di gara, anche
quest’anno verrà consegnato un biglietto per i mezzi pubblici che consentirà di viaggiare
gratuitamente sulla rete ATM e quindi con ampia libertà di muoversi lungo le linee della
metropolitana per raggiungere i diversi punti di cambio della staffetta.

È più difficile da spiegare che da fare e per questo motivo abbiamo sviluppato un’infografica che
cerca di spiegare per immagini la dinamica del servizio.

Ci abbiamo pensato molto prima di arrivare a proporre questa soluzione e siamo sicuri che questa
nuova scelta garantirà ad ogni atleta una gestione ottimizzata della propria sacca, e favorirà infine
anche la possibilità di migliorare i rapporti tra i membri della singola staffetta, lavorando cosi anche
sul team building della squadra.

L’unica obiezione che potrebbe essere fatta riguarda il disagio che potrebbe provare lo staffettista
mentre si reca dal punto di cambio in cui ha consegnato la sacca al suo punto di partenza,
indossando solamente la tenuta da corsa (per cui potrebbe prendere freddo nel caso in cui il clima ci
fosse avverso). Anche in questo caso c’è una soluzione, un consiglio, perché in questo caso lo
staffettista potrebbe indossare una felpa o un giubbino da consegnare direttamente in mano al
proprio compagno che arriva a passargli il testimone.

Nel caso del primo frazionista invece, lo staffettista farà come fanno tutti i maratoneti, ovvero
indossare un capo “vecchio” che lascerà alla partenza. Qui verrà poi recuperato dai volontari di
Humana che lo daranno in beneficenza.

Abbiamo pensato di dare comunicazione di questa nuova scelta organizzativa in anticipo rispetto
alla data della maratona, proprio perché tutti potessero organizzarsi nel miglior modo possibile in
vista della gara.
Buona corsa a tutti!
Andrea Trabuio
Direttore SuisseGas Milano City Marathon

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE