DOMENICA 24 MARZO TUTTI IN PIAZZA CASTELLO PER LA STRAMILANO AGONISTICA INTERNAZIONALE

Foto di GIANCARLO COLOMBO
Tra i fuoriclasse della corsa internazionale favoriti i kenioti Kwemoi e Limo e l’ucraino Lepid
Grande attesa per gli azzurri Gabriele De Nard e Giovanni Gualdi e per la new entry Elena Romagnolo alla sua prima prova in mezza maratona 
si rinnova l’appuntamento con la Stramilano Agonistica Internazionale,  38esima edizione della mezza maratona tra le più veloci del mondo che vede gareggiare ancora una volta campioni nazionali ed internazionali per tentare di battere il mitico primato di  59’17’’ raggiunto da Paul Tergat nel 1998.

Alle 11.00, in un’affollata e adrenalinica Piazza Castello, oltre 6.000runner, uomini e donne, atleti italiani e stranieri, professionisti e tesserati prenderanno il via sfidandosi in una corsa di altissimo livellolungo il classico tracciato di 21,097 km per le vie di Milano, da Melchiorre Gioia a Piazza Repubblica, attraverso i viali della circonvallazione, per tagliare poi il traguardo dell’Arena Civica.
Tra i favoriti dell’edizione 2013, sia in campo maschile che femminile, si segnalano i kenioti Robert Chemosin Kwemoi, con un personal best di 59’19” nella recente Roma-Ostia, il ventenne Kiprop Limo, terzo posto nel 2012, e Willy Mwuangi in una simpatica competizione con la moglie Pauline Neri,  già sul podio nella mezza maratona di Parigi, che correrà per vincere la Stramilano Agonistica femminile contro le connazionali Iness Chenonge e Lucy Murigi.
Occhi puntati anche sull’ucraino Sergy Lepid, fra i pochi campioni europei in grado di contrastare la strapotere africano, che torna alla Stramilano dopo dodici anni con il tempo di 1h02’09’’ conquistato nel 2001.
A rappresentare l’Italia gli atleti della Fiamme Gialle Giovanni Gualdi, campione italiano di maratona 2011, con un tempo di 2h14’01’’, e Gabriele De Nard, specialista di cross e medaglia di bronzo a squadre nel campionato continentale di Budapest dello scorso dicembre.
La gara femminile vede protagoniste le atlete dell’Esercito Elena Romagnolo, biellese alla sua prima esperienza nell’half marathon e Fatna Maraoui, nata in Marocco, con un record personale di 1h10’08’’. A contendersi il podio anche Emma Quaglia, laureata in medicina, decisa a battere il suo primato di 1h12’09’’ proprio alla Stramilano.
La Stramilano Agonistica Internazionale, nata nel 1976 sull’onda del successo della Stramilano, è una gara ufficiale del calendario della FIDAL, Federazione Italiana di Atletica Leggera e si avvale del sistema di rilevazione dei tempi TDS, chip riconosciuto dall’IAFF, International Association of Athletics Federation, per l’omologazione di eventuali record mondiali. Il percorso è certificato da misuratori IAAF ed il tempo ufficiale è attestato dalla Federazione Italiana Cronometristi.
L’edizione 2012 della Stramilano Agonistica Internazionale ha visto l’ottima prova degli atleti azzurri con il secondo posto di Andrea Lalli, che ha battuto in 1h01’11’’ il suo record personale, in un testa a testa emozionante con l’etiope Jacob Yarso Kintra vincitore in 1h01’07’’. Terzo posto al keniano Kiprop Limo con un tempo di 1h02’30’’. Podio tutto italiano per la straordinaria gara femminile, grazie alla vittoria di Valeria Straneo (1h08’48’’), seguita dalla palermitana Anna Incerti (1h10’36’’) e da Marcella Mancini (1h15’31’’). 


Curato dalla Croce Rossa, in sodalizio con la Stramilano dal 1998, il “Il Villaggio degli Atleti” offre assistenza sanitaria, logistica, ristorazione alle migliaia di partecipanti alla gara. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli