19° MARATONA DI ROMA: PARTENZA DA FORI IMPERIALI ALLE 9:30

La 19ª Acea Maratona di Roma, evento IAAF Road Race Gold Label, è in programma domenica 17 marzo 2013 con partenza alle 9.30 da via dei Fori Imperiali e arrivo nello stesso luogo. Il percorso sarà lo stesso del 2012, ma senza il passaggio nella zona di San Pietro. Il chilometro circa di percorso tradizionale eliminato, sarà recuperato nei quartieri San Paolo, Prati e Villaggio Olimpico. Il tempo limite per finire la prova è di 7 ore.

Sono 14.183 gli iscritti: 8.016 italiani e 6.167 provenienti da 81 nazioni. Di questi 11.871 sono uomini, 2312 donne. I disabili iscritti sono 132.
L’evento sarà trasmesso in differita su La7 con inizio alle 10.30 e termine della trasmissione alle 13.25. Il motivo della mancata diretta prevista in origine è dovuto alla concomitanza dell’Angelus del nuovo Pontefice di domenica 17 marzo. Per l’alta concentrazione di televisioni internazionali che trasmetteranno l’evento, non sono state autorizzate dal ministero competente le frequenze operanti nella gamma 2 Ghz, poiché già impegnate per i servizi relativi all’appuntamento di Piazza San Pietro.
Il media company svedese IEC assicurerà la diretta internazionale di 3 ore, dalle 10.25 alle 13.25, con commento in lingua inglese, in 74 nazioni (copertura: Europa, Africa, Australia, Nord America, America Latina e Asia).
Il tracciato del 2013 è per 41 chilometri simile a quello del 2012. Eliminato solo il passaggio nella zona di San Pietro, un chilometro circa, che sarà recuperato nei quartieri San Paolo, Prati e Villaggio Olimpico, rimane come sempre suggestivo e anche più scorrevole grazie all’eliminazione di qualche cambio di direzione e all’inserimento di rettilinei più marcati. Le nuove vie toccate dal tracciato sono solo 4 (Viale di San Paolo, Via Baldelli, Via Ettore Rolli, Via degli Stradivari) mentre sono stati allungati i tratti già toccati nel 2012 di Via Crescenzio, Piazza del Risorgimento, Via Cola di Rienzo, Via Marcantonio Colonna e Viale Giulio Cesare. Per il resto si correrà attraverso i luoghi simbolo della Città Eterna passando davanti a oltre 500 siti di valore storico, archeologico, religioso e architettonico.
Abbinata alla prova competitiva di 42,195 chilometri è in programma la non competitiva aperta a tutti, RomaFun La Stracittadina di circa 4 chilometri, che nelle ultime edizioni ha visto la partecipazione di oltre 80.000 persone. La partenza è sempre in via dei Fori Imperiali in coda alla maratona. Il percorso dunque sarà sempre centrale: Via dei Fori Imperiali, Piazza Venezia, Via IV novembre, Largo Magnanapoli, Via Nazionale, Via De Pretis, Via Cavour, Via degli Annibaldi, Largo Agnesi, Via Nicola Salvi, Via delle Terme di Tito e arrivo in Via di Monte Oppio.
La Stracittadina avrà il proprio villaggio, il RomaFun Village, tradizionalmente allestito nei pressi del luogo di arrivo della non competitiva (ingresso gratuito). Il villaggio sarà allestito in via delle Terme di Traiano, adiacente il Parco del Colle Oppio.
“SE CHIUDI CON IL RAZZISMO TI SI APRE UN MONDO”
E’ il “claim” di UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, che Acea Maratona di Roma ha sposato facendone un richiamo esplicito, anche nel visual, nella campagna promozionale dell’ultimo mese. Il 17 marzo, dunque, l’evento si svolgerà all’insegna della lotta al razzismo con un messaggio inequivocabile: combattere ogni forma di discriminazione.
MARATHON VILLAGE: AL PALAZZO DEI CONGRESSI LA CASA DEL MARATONETA Il Marathon Village è al Palazzo dei Congressi dell’Eur (Piazza John F. Kennedy, 1). 15.000 mq (7.000 coperti e 8.000 scoperti) per l’accoglienza delle oltre 80.000 persone che visiteranno i 120 stand. Tre giorni, da giovedì 14 a sabato 16 marzo (dalle 10 alle 20), durante i quali si svolgeranno numerose iniziative: convegni, spettacoli, dimostrazioni sportive, musica, animazione per bambini, giochi. Il villaggio è anche sede ufficiale del merchandise dell’evento. L’ingresso è gratuito. Il Marathon Village è sede ufficiale d’iscrizione alla RomaFun-La Stracittadina. 
UNA CITTA’ IN FESTA: 50 EVENTI
MUSICALI LUNGO IL PERCORSO
La Maratona di Roma come da tradizione non è solo un grande evento sportivo. Lungo il tracciato della gara si sviluppa “Una città in festa”, un percorso culturale, artistico e musicale che offre al pubblico, gratuitamente, intrattenimento per la durata della gara. Quest’anno saranno oltre 50 gli eventi organizzati lungo il percorso (programma su maratonadiroma.it).
GURU PASSION
MARATHON – 42 KM AL RITMO DI MUSICA
Torna anche per l’edizione 2013 la
“Guru Passion Marathon”, una maratona di musica che per 7 ore
accompagnerà il passaggio dei podisti al ritmo di alcuni dei migliori DJ della Capitale. Saranno 3 i “DJ’s Marathon Point” lungo il percorso della Maratona di Roma, un evento nell’evento che già lo scorso anno ha riscosso un grande successo tra i partecipanti alla 42 km. Si alterneranno in console artisti come Mr Ferdi il Guro, l’ideatore dell’
iniziativa, Cristiano Vincenzini, Paolo Zampetti, Alessio Barboni, Cristian Scaglione, Mirko Alimenti, Mr Kikko, Jodie Voice m100, Gemma DJ, Gianluca Caseggi, James DJ MS, Matteo Valentini Atval, LucaGamboni, Lele Alonzi Voice, Stereobros (Germano e Luca), Filu Giambertone, Daniele Passa, Dualive e Gabriele Piersanti.
CHARITY PROGRAM 2013: AL
PIU’ GENEROSO LA MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Fin dalle prime edizioni, decine di Onlus italiane si sono impegnate a raccogliere fondi con le iscrizioni alla RomaFun di 5K. Da questa edizione, le associazioni aderenti al “Charity Program” lo hanno fatto anche con la maratona. I podisti che hanno deciso di sostenere una delle 69 charities, raccogliendo almeno 200 euro di donazioni, hanno ricevuto dall’associazione un pettorale omaggio. Su retedeldono.it, il portale di fund-raising partner della Maratona di Roma, si possono verificare in tempo reale le donazioni. L’atleta che raccoglierà più fondi in favore di un’associazione riceverà la medaglia che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha destinato come premio di rappresentanza.
MEDAGLIA 2013: SCELTA CON UN CONCORSO TRA STUDENTI
In collaborazione con il Premio Fidia e con L’Altrosguardo-Artisti Associati, l’Acea Maratona di Roma ha lanciato nel 2012 un concorso per realizzare l’immagine della medaglia della 19^ edizione, al quale hanno partecipato gli studenti degli istituti d’arte. Oltre 100 gli elaborati pervenuti agli organizzatori, 20 dei quali sono stati selezionati da una giuria composta, tra gli altri, dagli olimpionici di maratona Gelindo Bordin e Stefano Baldini e dallo storico dello sport Augusto Frasca. La scelta è ricaduta sull’opera realizzata da Marco Pittacci, romano, 25 anni, laureato in scenografia presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma. La medaglia sarà consegnata ai podisti che taglieranno il traguardo.
ALLA PARTENZA I LEGIONARI ROMANI
Il Gruppo Storico Romano sarà presente con una delegazione di “legionari” sulla linea di partenza e arrivo accogliendo i maratoneti e i partecipanti alla non competitiva. Il Gruppo Storico Romano è un’associazione culturale senza scopo di lucro nata nel 1994 con le finalità di rievocare e studiare il mondo dell’Antica Roma. Ha sottoscritto protocolli d’intesa con il MiBAC, l’Università di Tor Vergata e Roma Capitale. Vanta numerosi riconoscimenti tra i quali spicca la medaglia d’oro del Presidente della Repubblica Italiana conferita in occasione dei festeggiamenti del Natale di Roma, evento che organizza dal 2003 ininterrottamente e al quale partecipano più di 1.800 rievocatori italiani ed europei.
GEMELLAGGIO ACEA MARATONA DI ROMA -GRAN FONDO CAMPAGNOLO ROMA Acea Maratona di Roma e Granfondo Campagnolo Roma hanno dato vita a un gemellaggio che abbina due delle discipline più praticate dagli
amatori: podismo e ciclismo. Un affascinante “duathlon” a distanza, una partnership che darà la possibilità di affrontare una doppia sfida, di corsa e in bici, con classifiche e premi speciali e uno sconto del 15% sulle iscrizioni per chi parteciperà ad entrambi gli eventi. Info su www.maratonadiroma.it e www.granfondoroma.com 
L’ASPETTO TECNICO:
UOMINI: AFRICANI ALL’ASSALTO DEL RECORD DELLA GARA Gli atleti africani, padroni mondiali della specialità, si presentano sempre con i favori del pronostico nella Capitale: nell’albo d’oro, infatti, figurano 11 successi keniani, 4 etiopi e 3 italiani. I più accreditati per il successo sono gli etiopi Chala Dechase, che si presenta con il miglior tempo, 2:06.33, Bekana Daba Tolesa (2:07.04) e Getachew Terfa Negari (2:
07.32), ma anche i keniani Stephen Chemlany (2:07.55), e i primi due dell’edizione 2012, Luka Lokobe Kanda (2:08.04) e Samson Kiprono Barmao (2:08.52). Possibili outsider possono essere gli etiopi Dereje Tadesse Raya (2:08.46) e Haile Haja Gemeda (2:09.20) e i keniani Jacob Kiplagat Yator (2:09.02) Victor Kipchichir Lagat (2:09.13), Raymond Kiplagat Kandie (2:09.23), Cosmas Koech Kimutai (2:09.25). In gara anche alcuni atleti europei, tra i quali il russo Artem Aplachkin (2:13.10) e il portoghese Hermano Ferreira (2:13.28).
DONNE: LE ATLETE EUROPEE LANCIANO LA SFIDA ALLE AFRICANE
La gara femminile potrebbe riservare qualche sorpresa in favore delle europee. L’appuntamento con la vittoria di un’atleta continentale manca da cinque anni. L’ultima è stata la russa Galina Bogomolova, che nel 2008 mise le ali sulle strade di Roma chiudendo con il record della corsa (tuttora in vigore) di 2:22.53. Poi c’è stato il tris ineguagliabile dell’etiope Firehiwot Dado (2009, 10 e 11), che dopo il “triplete” di Roma ha vinto la New York City Marathon nel 2011, mentre lo scorso anno ha vinto la keniana Hellen Kimutai.
Quest’anno il cast di keniane ed etiopi è sempre di alto livello, ma non è da meno quello composto da russe, ucraine, bielorusse e turche. Partiamo dalle africane. In pole position ci sono l’etiope Ashu Kasim Rabo, accreditata di un tempo di assoluto valore, 2:23.09, e la keniana Helena Loshanyang Kirop, il cui personal best è di 2:23.37. Altre due etiopi faranno parte del gruppo di pretendenti al successo, Sechale Dalasa Adugna (2:26.27) e Biruktayit Eshetu Degefa (2:27.34), oltre alla keniana Hellen Wanjiku Mugo (2:27.16). Passiamo alle europee. La più accreditata è la turca di origini etiopi Sultan Haydar, che si presenta con un personal best di 2:25.09 (stabilito alla Maratona di Parigi nel 2012, chiusa al secondo posto), record nazionale. Dall’est Europa arriveranno diverse atlete in grado di aggiudicarsi la prova: la russa Olga Glok (2:27.18), la bielorussa Nastassia Staravoitava (2:27.24) e la lituana Rasa Drazdauskaite (2:29.29).
Per i vincitori, uomo e donna, il premio è fissato in 25.000 euro. Per il secondo 16.000, per il terzo 10.000. In più ci saranno diversi bonus economici legati a prestazioni cronometriche di rilievo.
I record della prova sono quelli stabiliti dal keniano Benjamin Kiptoo, 2:07.17 nel 2009, e dalla russa Galina Bogomolova, 2:22.53 nel 2008 (ancora oggi rappresentano le migliori prestazioni assolute su suolo italiano).
GARA DISABILI: IN GARA IL PARALIMPIONICO ALEX ZANARDI 
Sono 132 gli atleti con disabilità in gara il 17 marzo. Tra gli atleti più rappresentativi nella categoria handbike, la più numerosa con circa 90 partecipanti, c’è Alex Zanardi (vincitore a Roma nel 2010 e nel 2012, quando stabilì il primato della gara in 1:11.46), l’ex pilota di Formula 1 entrato nella leggenda dello sport paralimpico ai Giochi d Londra 2012 vincendo l’oro nella gara a cronometro, quello nella prova su strada e l’argento a staffetta a squadre mista. In gara, categoria non vedenti, ci sarà Raffaele Panebianco. Come da tradizione parteciperà la staffetta del Progetto Filippide: decine di ragazzi autistici correranno a frazioni la distanza di maratona, o la RomaFun, accompagnati dai loro operatori.
GIRO D’ITALIA DI HANDBIKE: ESORDIO ALLA MARATONA DI ROMA
Il 17 marzo via dei Fori Imperiali diventerà anche l’inedito palcoscenico di un altro importante evento, la partenza del Giro d’Italia di Handbike. L’esordio nella Capitale della gara a tappe riservata ad atleti disabili è occasione per inaugurare una partnership con la 42K capitolina destinata a rafforzarsi nel tempo, vista l’attenzione che gli organizzatori della Maratona di Roma hanno sempre dimostrato nei confronti del mondo dello sport paralimpico. Alla partenza del Giro sono previsti più di 60 handbikers. 
CAMPIONATO NAZIONALE PER SINDACI E AMMINISTRATORI PUBBLICI Grazie all’ANCI dell’ Emilia Romagna, la Maratona di Roma sarà valida come 4^ edizione del “Campionato nazionale Sindaci e amministratori pubblici”. Evento che, quest’anno, si arricchisce di altre due tappe: le maratone di Carpi e
Firenze.  
42K PER TUTTI: PACEMAKER, PASSO CAPPONI, ARCHEORUNNING E FITWALKER
I pacemaker sono gli “angeli” dei maratoneti. Per ogni fascia di tempo (3h, 3h15, 3h30, 3h45, 4h, 4h15, 4h30, 4h45, 5h, 5h30) gli atleti avranno a disposizione 5 pacemaker (la fascia da 5h ne avrà quattro, quella da 5h30 uno) contraddistinti da palloncini colorati.
Durante la gara, a turno, uno di loro segnerà il passo, gli altri saranno in mezzo al gruppo ad assistere i tanti maratoneti con il tempo di riferimento finale. Il servizio è fornito da Training Consultant.
Seguite i palloncini bianco-nero-rosso: il team di Passo Capponi accompagnerà tutti coloro che vogliono correre in compagnia, divertendosi, chiacchierando, per godersi in tutta tranquillità la maratona con il percorso più bello del mondo.
Per gli appassionati di archeologia, CoopCulture in collaborazione con “Timorosi Astenersi”, offre la possibilità (servizio a pagamento) di correre in compagnia di Archeo-runner che racconteranno, attraverso auricolari “whisper”, la storia dei monumenti toccati dal percorso di gara.
La Maratona di Roma è anche RomaFitwalking, per consentire la partecipazione anche agli amanti della camminata veloce. L’iniziativa è in collaborazione con Fitwalking Project di Maurizio e Giorgio Damilano, promotori della specialità in Italia.
L’ASSISTENZA SANITARIA LUNGO IL PERCORSO Il servizio sanitario è curato da ANPAS in collaborazione con San Filippo Neri, Ares 118, Croce Rossa Italiana, Misericordiae, Ordine di Malta, Aniad, Aifi, Cardiosalus e Protezione Civile Radio e Non Solo e sarà coordinato dal responsabile medico della maratona Dr. Claudio Lo Presti. 30 medici tra rianimatori, ortopedici, cardiologi e medici dello sport; 60 massaggiatori e oltre 100 infermieri specializzati seguiranno i partecipanti alla maratona e alla stracittadina. Il servizio prevede anche 10 postazioni sanitarie fisse dislocate lungo il percorso, 12 ambulanze, 10 centri mobili di rianimazione, 3 automediche e 6 motoambulanze. Quest’anno, grazie all’impegno dell’Aifi Lazio, ci saranno anche diversi fisioterapisti non vedenti provenienti da tutta Italia che assisteranno i maratoneti dopo l’arrivo. Per i celiaci è previsto un ristoro finale a cura di “L’Altro Alimento”.  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli