I MIGLIORI RISULTATI DEI CAMPIONATI UNIVERSITARI STATUNITENSI NELL’ ULTIMO FINE SETTIMANA

I Campionati Universitari statunitensi NCAA sulla pista e sulle pedane di Fayetteville hanno regalato come da tradizione tanti risultati di grande livello. Su tutti spiccano i risultati dello sprint. Ameer Webb ha difeso con successo il titolo NCAA dei 200 metri facendo segnare la migliore prestazione mondiale dell’anno di 20”37 in batteria e 20″42 in finale. Webb é entrato nella ristretta elite di atleti che hanno vinto due titoli NCAA sui 200 metri dopo Michael Johnson (1989 e 1990) , Chris Nelloms (1993 e 1994), Obadele Thompson (1996 e 1997), Shawn Crawford (1998 e 2000), Leo Brookman (2003 e 2004) e Walter Dix (2006 e 2007).
di Diego Sampaolo

D’Angelo Cherry, campione statunitense settimana scorsa con 6”49, ha fatto il bis vincendo anche il titolo NCAA in 6”54. Aureyall Scott si è imposta nei 60 metri femminili in 7”13 per due soli centesimi di secondo su English Gardner. Kimberlyn Duncan ha bissato il titolo universitario dei 200 metri all’aperto vincendo anche quello indoor in 22”58.
Shaune Miller delle Bahamas, campionessa mondiale dei 400 da allieva a Lilla e da junior nel 2010 a Moncton, ha fatto segnare un eccellente 50”88 arrivando a soli sei centesimi di secondo dal record mondiale juniores indoor detenuto dalla grande Sanya Richards. Regina George si è classificata al secondo posto in 51”05 davanti alla campionessa mondiale juniores Ashley Spencer (51”27).
Il canadese Dereck Drouin, medaglia di bronzo nel salto in alto alle Olimpiadi di Londra, ha vinto il terzo titolo NCAA consecutivo stabilendo il record nazionale di 2.35. Drouin ha vinto il duello con l’argento olimpico Erick Kynard, che si è dovuto accontentare del terzo posto con 2.29 battuto a pari misura dal poco conosciuto Marcus Jackson. Brigetta Barrett, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra in una memorabile finale di salto in alto con 2.03, ha vinto il suo terzo titolo NCAA indoor e quinto in assoluto con la misura di 1.95. Marquis Dendy ha conquistato il titolo del salto in lungo maschile con 8.28 migliorando il suo recente record personale di tre centimetri.
Di grandissima qualità anche i 60 ostacoli dove Brianna Rollins ha fatto segnare un eccellente 7”79 mancando di un centesimo di secondo il suo recente primato personale. La Rollins detiene le tre migliori prestazioni dell’anno. Eddie Lovett ha stabilito il record della manifestazione sui 60 ostacoli con 7”50.
Lawi Lalang, mezzofondista di origini keniane, ha fatto doppietta vincendo sul miglio in 3’54”74 e nei 3000 metri in 7’45”94. Due record NCAA sono caduti nel lancio del peso femminile con Tia Brooks nel getto del peso femminile (19.22) e nella staffetta 4×400 con il quartetto dell’Arkansas che ha fatto segnare il tempo di 3’03”50.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Scegli la tua gara! Il calendario delle gare firmate TDS dal 27 al 28 ottobre
Atletica, la mezza tricolore di foligno incorona Straneo ed El Mazoury
L’Ecomaratona del Chianti Classico festeggia un successo annunciato
Abbigliamento Accessori Calzature
Brooks lancia i modelli Levitate 2, Bedlam e Ricochet, dotati di intersuola con tecnologia DNA AMP
FreeLifenergy e Sziols Sport Glasses, una partnership naturale
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
#pastaparty
Carolina Chisalé, vincitrice Salomon Running 2017 a #pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile