GOTEBORG MENO 1 GIORNO: PRESENTAZIONE DELLE GARE DI MEZZOFONDO

Nei 42 anni in cui i 1500 metri femminili sono stati disputati aggli Europei Indoor la Svezia non ha mai vinto alcuna medaglia in questa disciplina ma quest’anno il paese scandinavo potrebbe interrompere questa tradizione negativa quando la ventiduenne svedese di origini etiopi Abeba Aregawi scenderà in pista acclamata dal pubblico della Scandinavium Arena.
di Diego Sampaolo

La Aregawi, diventata svedese per matrimonio, ha realizzato la seconda migliore prestazione di sempre sui 1500 metri indoor correndo in 3’58”40 a Stoccolma il 21 Febbraio scorso. Nella storia soltanto la russa Yelena Soboleva ha corso più velocemente al coperto con 3’58”28. La Aregawi, che all’aperto vanta un personale di 3’56”54 stabilito al Golden Gala del 2012 e un quinto posto alle Olimpiadi di Londra, precede di 11 secondi la spagnola Natalia Rodriguez, la medaglia di bronzo degli Europei di Barcellona 2010 e dei Mondiali di Daegu 2011.
Margherita Magnani e Giulia Viola proveranno a migliorare ulteriormente le loro prestazioni cronometriche di questa stagione.

800 metri femminili:
Si preannuncia una gara molto incerta senza una vera favorita. L’unica in grado di scendere sotto i 2 minuti quest’inverno Yekaterina Kupina non è presente perché eliminata ai Campionati russi. Le favorite sono la britannica Jennifer Meadows, argento a Parigi 2011, e Elena Kotulskaya (più nota con il nome da nubile Kofanova), campionessa russa quest’anno a Mosca.
Jennifer Meadows é tornata alle gare dopo una lunga pausa per infortunio a Birmingham dove ha corso in 2’02”86 al meeting di Birmingham. L’atleta britannica è stata nominata capitana della sua nazionale per questi Europei.
3000 metri femminili:
L’atleta con il miglior tempo di accredito é la russa Elena Korobkina che in stagione in 8’50”42 ma il nome di maggiore spicco è la campionessa europea di cross Fionnuala Britton che, al debutto sulle piste indoor, ha realizzato 8’54”37 a Stoccolma e potrebbe aggiungere la prima medaglia in pista alla doppia medaglia d’oro vinta nelle ultime due edizioni dei Campionati Europei di cross Le speranze italiane sono riposte sulla campionessa nazionale Silvia Weissteiner che a Birmingham nel 2007 vinse la medaglia di bronzo.
800 metri maschili:
Si preannuncia una sfida tra la Polonia, la Spagna e la Gran Bretagna. Il polacco Adam Kscczot difende il titolo europeo indoor conquistato due anni fa a Parigi. Il connazionale Marcin Lewandowski, campione europeo a Barcellona 2010, è iscritto sia sugli 800 che sui 1500 metri dove vanta un personale stagionale di 3’38”34. La Spagna schiera Kevin Lopez che due anni fa a Parigi vinse la medaglia di bronzo e quest’anno ha vinto al meeting di Karlsruhe in 1’46”72 battendo Kszczot. La Gran Bretagna coltiva ambizioni di medaglia con l’argento europeo di Barcellona Michael Rimmer e Mukhar Mohammed, che recentemente hanno corso rispettivamente in 1’46”55 e in 1’46”58 a Birmingham
1500 metri maschili:
Il francese Mekhissi Benabbad ha corso i 1500 metri in 3’36”95 a Karlsruhe e parte come favorito per vincere una medaglia che potrebbe aggiungersi alla ricca bacheca che comprende due titoli europei sui 3000 siepi e due argenti alle Olimpiadi sempre sulle siepi. Il francese dovrà vedersela con il turco di origini keniane Ilham Tanui Ozbilen (3’37”49 settimana scorsa ai Campionati dei Balcani) e il giovane spagnolo David Bustos (3’38”41). Marco Salami e Mohad Abdikhadar, primo e secondo ai Campionati Italiani di Ancona rappresenteranno l’Italia. Per Abdikhadar si tratta di un debutto assoluto dopo la finale raggiunta ai mondiali juniores di Barcellona e la seconda migliore prestazione italiana juniores all-time dello scorso anno realizzata al meeting di Rieti.
3000 metri:
In assenza del campione in carica Mo Farah, i favori del pronostico vanno a Hayle Ibrahimov, atleta dell’Azerbaijan originario dell’Etiopia, che in questa stagione ha realizzato la migliore prestazione europea dell’anno con 7’39”59. Interessante sarà la lotta per il podio  con l’ex campione europeo under 23 Florian Carvalho della Francia e Juan Carlos Higuero della Spagna che agli Europei Indoor ha già vinto due argenti a Vienna 2002 e Madrid 2005 e un oro a Birmingham 2007 sempre sui 1500 metri. L’azzurro Abdellah Haidane inseguirà una nuova finale europea dopo quella conquistata sui 1500 agli Europei di Helsinki.   

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Black Friday: occasione strepitosa Venicemarathon!
IO corro e MyMARATHON, i progetti running a misura di donna
Firenze Marathon con oltre 10mila al via. Tutte le info
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli