RECORD STATUNITENSE SULLE DUE MIGLIA DI BERNARD LAGAT AI MILLROSE GAMES DI NEW YORK

Bernard Lagat celebra
il successo ai Mondiali Indoor di
Istanbul (Fonte: Colombo/
Fidal)
 
I record statunitensi di Bernard Lagat sulle due miglia e di Alisya Montano e Erik Sowinski sui 600 metri e la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 60 metri di Darvis Patton sono stati i risultati più significativi della centoseiesima edizione dei Millrose Games di New York, seconda tappa del circuito statunitense del circuito statunitense delle USATF Championships Series.
di Diego Sampaolo

Lagat ha migliorato di 23 centesimi di secondo il precedente record statunitense delle 2 miglia del connazionale Galen Rupp correndo in 8’09”49. Per l’intramontabile Lagat si tratta della decima vittoria su dodici apparizioni ai Millrose Games di New York e dell’ottavo record statunitense. Lagat ha migliorato il record del meeting detenuto dal campione olimpico di Mosca 1980 Miruts Yifter.

Alysia Montano Johnson ha superato di tre secondi il vecchio limite statunitense dei 600 metri che resisteva dal 1981 correndo in 1’23”59, solo quindici centesimi peggio rispetto al record della russa Olga Kotlyarova. La promettente statunitense Ajee Wilson ha stabilito il record statunitense juniores con 1’26”45.

Sowinski ha migliorato il record dei 600 stabilito dal finalista olimpico degli 800 metri Duane Solomon tre settimane fa a Glasgow correndo in 1’15”61, nove centesimi meglio rispetto al precedente limite di Solomon.

Darvis Doc Patton ha stabililito il miglior crono mondiale dell’anno sui 60 metri con 6”50 poche ore prima che il nostro Michael Tumi facesse faville agli Assoluti Indoor di Ancona con il suo strepitoso 6”51. L’altra migliore prestazione mondiale dell’anno è arrivata da Lopez Lomong che si é imposto nel famoso Wanamacker Mile in 3’51”24 con un decimo di secondo sul bronzo iridato di Daegu Matthew Centrowitz.  Per Lomong e Centrowitz si tratta del terzo tempo statunitense della storia. Ottimo anche l’irlandese Claran O’Lionard che ha stabilito il miglior tempo europeo indoor dell’anno con 3’52”98. Tutti i primi tre sono scesi sotto il vecchio record del meeting di Bernard Lagat (3’52”87) stabilito nel famoso Madison Square Garden

Sheila Reid ha vinto il Wanamacker Mile femminile in 4’27”02. La finalista dei Mondiali Juniores di Barcellona Mary Cain ha stabilito il nuovo record delle high school statunitensi migliorando il suo precedente primato di quattro secondi con 4’28”25.

Yvette Lewis ha fatto registrare un eccellente 7”84 nei 60 ostacoli femminili precedendo Ginnie Crawford di tredici centesimi. Jeff Porter, marito dell’ostacolista britannica Tiffany Porter, ha battuto Andrew Riley per un centesimo di secondo in 7”59 nell’analoga gara maschile. Ottima gara nel lungo femminile dove il bronzo olimpico Janay De Loach ha stabilito la seconda migliore prestazione mondiale  dell’anno con 6.90 battendo di cinque centimetri la campionessa olimpica e iridata outdoor e indoor Brittney Reese di cinque centimetri. Vittoria nel salto con l’asta fmminile della campionessa olimpica di Londra Jenn Suhr con 4.65.  

English Gardner si é aggiudicata i 60 metri femminili in 7”19 precedendo Jeneba Tarmoh (7”22) e l’ex campionessa del mondo dei 100 metri Lawryn Williams (7”24).

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Servizi al top e grande cuore per la ‘6 ore per le vie di Curinga’
Succede che chi vince l’argento…scrive a chi vince l’oro. Franscesco Puppi l’ha fatto
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado