TROST E BORSI STELLE AI CAMPIONATI ITALIANI INDOOR – PRIMA GIORNATA

Alessia Trost e Veronica Borsi hanno illuminato la prima giornata della quarantaquattresima edizione dei Campionati Italiani Indoor al Banca Marche Palas di Ancona.
di Diego Sampaolo

Alessia ha vinto il suo primo titolo italiano assoluto con una gara perfetta senza errori fino alla quota che le ha regalato la vittoria a 1.95. Dopo essersi messa in tasca il titolo italiano, si è concessa due tentativi a 2.01, un centimetro in più rispetto al suo record italiano di 2.00 m stabilito al meeting di Trinec che le ha permesso di realizzare la migliore prestazione mondiale dell’anno. Entrata in gara a 1.78 Alessia ha avuto un percorso netto superando 1.82, 1.86, 1.90 e 1.95 sempre al primo tentativo. Il primo tentativo a 2.01 è stato abbastanza convincente, il secondo è stato sbagliato nettamente.
“Non vedo più i 2 metri come un muro da superare. Oltrepassare queste misure è un motivo di gioia. E’ bello respirare l’atmosfera in una manifestazione come il Campionato Italiano. Sono contenta di aver vinto il mio primo titolo italiano assoluto”, ha detto Alessia Trost.
L’altra stella della prima giornata é stata la laziale Veronica Borsi che ha fatto registrare la quinta migliore prestazione europea dell’anno sui 60 ostacoli con 8”00, arrivando a soli tre centesimi di secondo dal record italiano di Carla Tuzzi che risale al 1994. L’ostacolista di Bracciano, rivelatasi nel 2003 con il quinto posto ai Mondiali allievi di Sherbrooke, è stata quarta agli Europei Juniores del 2011 prima di infortunarsi gravemente durante una gara di salto in lungo. Tornata a grandi livelli loscorso anno, è stata semifinalista ai Mondiali Indoor di Istanbul  
“Nel 2005 ho subito un grave infortunio. Ho impiegato molto a recuperare da questo problema ma da un anno non ci penso più. Ho il quinto tempo in Europa ma a Goteborg sarà importante superare i turni. Poi potrò giocarmela. Può succedere di tutto”, ha detto Veronica Borsi.
Rocambolesco l’esito della finale dei 60 ostacoli dove il favorito Paolo Dal Molin, accreditato di un facile 7”67 in semifinale (a tre centesimi dal suo personale stabilito a Karlsruhe), é caduto sull’ultimo ostacolo. Ne ha approfittato Stefano Tedesco che ha conquistato il titolo italiano in 7”87. Il primatista italiano dei 60 e dei 110 ostacoli Emanuele Abate ha rinunciato alla finale dopo aver corso la semifinale in 7”75
Nel lancio del peso femminile Chiara Rosa ha conquistato il quarto titolo italiano indoor con la misura di 18.11  La medaglia di bronzo europea di Helsinki ha arricchito la sua bacheca che comprende anche otto titoli nazionali all’aperto.
Margherita Magnani ha confermato i progressi stagionali vincendo i 1500 metri femminili in 4’14”54 davanti a Giulia Viola, sua compagna di allenamento sotto la guida di Vittorio Di Saverio. Il titolo italiano under 23 é andato a Giulia Viola che ha compiuto un nuovo progresso cronometrico correndo in 4’15”77, ottavo tempo di sempre in Italia. Marco Salami l’ha spuntata nei 1500 maschili in 3’49”96 sulla promessa Mohad Abdikhadar, che si é aggiudicato il titolo italiano under 23 in 3’50”11.
L’italo-ucraina Dariya Derkach ha vinto il lungo femminile con 6-20 ma il titolo nazionale è andato a Giulia Liboà con 6.00 metri. Giorgio Piantella ha eguagliato al centimetro il minimo per gli Europei Indoor di Goteborg nel salto con l’asta vincendo con la misura di 5.50. Molto bella la gara del salto in lungo dove Stefano Tremigliozzi vola a 7.95 al secondo tentativo. Kevin Ojaku risponde con un eccellente primato personale di 7.91. La gara è accesa nei tentativi successivi quando Tremigliozzi realizza anche un 7.91 e un 7.89, mentre Ojaku salta un salto da 7.70.
Giorgio Rubino e Antonella Palmisano si sono aggiudicati il titolo italiano nella marcia. Rubino ha tagliato il traguardo in 19’32”51 sulla distanza dei 5 km. La Palmisano si è imposta nella 3 km di marcia in 12’53”63 superando l’ex campionessa europea juniores dei 5000 metri Adelina De Soccio,convertitasi al tacco e punta dopo diversi problemi fisici. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Servizi al top e grande cuore per la ‘6 ore per le vie di Curinga’
Succede che chi vince l’argento…scrive a chi vince l’oro. Franscesco Puppi l’ha fatto
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado