MO FARAH AL DEBUTTO STAGIONALE SUI 3000 A BIRMINGHAM – GRANDE SFIDA SUI 60 TRA FRASER, JETER E AHOURE’

 
Sei mesi dopo i trionfi olimpici sui 5000 e sui 10000 metri all’Olympic Stadium di Londra, la super star britannica Mo Farah debutterà in questa stagione sui 3000 metri al British Athletics Indoor Grand Prix alla National Indoor di Birmingham.

Sarà l’unica gara indoor di Mo Farah in questa stagione.La gara di Birmingham sarà una passerella senza stelle africane. Il cast sarà composto principalmente da atleti di casa oltre che dal francese Florian Carvalho, campione europeo under 23.
di Diego Sampaolo

Il rumore all’interno della National Indoor Arena quando Mo Farah scenderà in pista per l’ultima gara in programma nel pomeriggio di Sabato non raggiungerà il livello toccato in occasione dei trionfi olimpici di Londra, ma sarà ugualmente assordante.

A Birmingham Mo Farah è sempre stato tra i grandi protagonisti. Nel 2009 ha stabilito il record britannico dei 3000 metri con 7’34”47, mentre nel 2011 ha realizzato il record europeo dei 5000 metri al coperto con 13’10”60. Lo scorso anno è stato battuto da Eliud Kipchoge sulle 2 miglia ma ha stabilito il record continentale sulla distanza con 8’08”07.

“Birmingham sarà una tappa di avvicinamento in vista del grande obiettivo stabionale rappresentato dalla difesa del mio titolo mondiale sui 5000 metri a Mosca la prossima estate. Sarà la prima volta che scenderò in pista in questa stagione e non vedo l’ora di poter gareggiare davanti al pubblico di casa”, ha detto Mo Farah.

60 metri femminili: FRASER PRYCE-JETER – AHOURE’

Oltre alla passerella di Mo Farah, il meeting della città delle Midlands offrirà tante belle sfide. Una su tutte sarà il duello sui 60 metri femminili tra Shelly Ann Fraser Pryce, medaglia d’oro olimpica sui 100 metri a Pechino 2008 e Londra 2012, Carmelita Jeter, campionessa mondiale sui 100 a Daegu 2011 e la primatista stagionale Murielle Ahouré della Costa d’Avorio.

Per la giamaicana Fraser Pryce sarà il primo appuntamento della carriera a livello indoor. La caraibica che si allena d’estate a Lignano Sabbiadoro, gareggerà anche a Stoccolma il 21 Febbario. “Non vedo l’ora di gareggiare davanti al pubblico britannico. Sono curiosa di vedere cosa posso fare sui 60 metri. Normalmente riesco a partire bene nella maggior parte delle gare. Spero che la mia ottima partenza possa permettermi di correre bene sulla distanza più breve”, ha detto la Fraser.

Carmelita Jeter ha debuttato con una sconfitta inattesa contro Verena Sailer a Glasgow a fine Gennaio ma nella seconda gara statunitense ha mostrato progressi vincendo in 7”18 in una gara statunitense.

La scorsa estate la giamaicana e la statunitense si sono sfidate più volte nella stagione post-olimpica. A Losanna e a Zurigo vinse la Fraser, mentre a Birmingham si impose la Jeter.

La donna più in forma del momento è la velocista della Costa d’Avorio Murielle Ahouré che ha fatto registrare la migliore prestazione mondiale dell’anno con 7”00 a Houston e ha vinto a Boston (7”08), a Dusseldorf (7”08) e a Val de Reuil (7”06).

Buono anche il cast dei 60 metri maschili dove sono annunciati i giamaicani Lerone Clarke (6”52 settimana scorsa a Birmingham) e il campione olimpico e primatista mondiale della 4×100 Nesta Carter, lo statunitense Mike Rodgers, il “vecchio” marpione delle piste Kim Collins, campione del mondo a Parigi 2003 e i britannici James Dasalou (campione britannico settimana scorsa in 6”58) e Dwain Chambers.

Asta femminile: BLEASDALE – SILVA

Oltre che su Mo Farah, l’attenzione del pubblico britannico si concentrerà sulla ventunenne Holly Bleasdale, fresca di titolo nazionale del salto con l’asta a Sheffield dove ha portato la migliore prestazione mondiale dell’anno a 4.77. La giovane britannica, medaglia di bronzo ai mondiali indoor  di Istanbul e sesta alle Olimpiadi di Londra, sfiderà la cubana Yarisley Silva, in grande forma in questa fase della stagione con vittorie recenti a Donetzk con 4.76 e a Bydszgosz con 4.60.

Alto maschile: Gabarz –Dmitrik

Il salto in alto maschile propone la sfida il bronzo olimpico di Londra 2012 Robbie Grabarz e l’argento mondiale di Daegu 2011 Aleksey Dmitrik e il campione olimpico di Londra 2012 Ivan Ukhov.

Grabarz e Dmitrik sono i due saltatori del momento. Dmitrik ha vinto il primo e unico duello stagionale a Glasgow con 2.31 battendo di due centimetri il rivale britannico. Grabarz è annunciato in grandi condizioni. Settimana scorsa ha superato i 2.31 prima di sfiorare il record britannico a 2.39.

Ivan Ukhov,campione olimpico con 2.38 a Londra 2012, ha debuttato vincendo con 2.30 a Hustopece ma è apparso in calo nelle ultime uscite.

Il resto del meeting: GENZEBE DIBABA SUI 1500

La campionessa del mondo indoor dei 1500 metri Genzebe Dibaba cercherà di migliorare il primato stagionale (4’02”25) stabilito a inizio Febbraio a Karlsruhe.

Gli 800 metri maschili vivranno sull’eccitante sfida tra il campione mondiale indoor Mohamed Aman, l’unico ad averbattuto David Rudisha nel 2011 a Milano e nel 2012 a Zurigo, e Abubakher Kaki, campione del mondo indoor nel 2008 e nel 2010.

Nei 1500 metri maschili si troveranno di fronte il campione del mondo indoor Abdelati Iguider e Bethwell Birgen, vincitore a Mosca settimana scorsa.

Ottimo cast nei 60 ostacoli maschili con i primatisti stagionali Kevin Craddock e il campione europeo dei 110 ostacoli Sergey Shubenkov, appaiati in testa alle graduatorie mondiali stagionali con 7”50, oltre a Omo Osaghae (7”52), l’astro nascente cubano Orlando Ortega (7”55) e il giovane britannico di origini italiane Andrew Pozzi, quarto agli ultimi mondiali indoor di Istanbul e  accreditato di un personale stagionale di 7”58.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRI IN REPUBBLICA CECA: MATTONI ÚSTÍ NAD LABEM HALF MARATHON 2017
I RISULTATI DELLE GARE TDS DEL WEEKEND
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado