IL MEGLIO DEI MEETING DI VAL DE REUIL E BYDSZGOSZ – CATTANEO SESTA NEI 60 OSTACOLI IN FRANCIA



Micol Cattaneo è stata la migliore tra gli atleti italiani impegnati al meeting francese di Val de Reuil che ha preso il posto del tradizionale meeting di Lievin nel calendario dei meeting francesi. La comasca si è classificata al sesto posto nella finale dei 60 ostacoli femminili in 8”19 nella gara vinta dalla bielorussa Alina Talay in un ottimo 7”94 per due centesimi di secondo sulla statunitense Yvette Lewis, vincitrice pochi giorni fa a Dusseldorf. Micol era stata più veloce in batteria con 8”16.
di Diego Sampaolo

A proposito di ostacoli arriva la notizia che Marzia Caravelli ha subito un infortunio e dovrà rinciare agli Assoluti di Ancona anche se gli Europei Indoor di Goteborg non sembrano in pericolo.
L’altra azzurra Elisa Cusma si è fermata nella gara degli 800 femminili vinta dalla marocchina Malika Akkaoui in 2’01”93.  

Sui 3000 metri era impegnato Marco Salami che ha tagliato il traguardo in ottava posizione in  8’06”91. Paul Kipsiele Koech, uno dei migliori specialisti del mondo sui 3000 siepi, ha conquistato il successo in 7’38”61 davanti all’azero di origini etiopi Hayle Ibrahimov (7’39”79) e al diciottenne Albert Rop (7’41”53).

In chiave internazionale il meeting francese è stato illuminato dalla velocista della Costa d’Avorio Murielle Ahouré che ha fermato il cronometro in 7”06, suo quarto tempo stagionale sotto il muro dei 7”10. La velocista africana, finalista alle Olimpiadi sui 100 e sui 200 metri, ha avuto la meglio sulla statunitense di origini haitiane Barbara Pierre (7”14) e sulla campionessa europea Ivet Lalova (7”19).

Sui 60 metri maschili Christophe Lemaitre fa fatica a ritrovare la sua migliore condizione. Il triplo campione europeo di Barcellona 2010 e Helsinki 2012 ha chiuso al terzo posto in 6″68 nella gara vinta dallo statunitense Mike Rodgers in 6″56 per due centesimi sull’ex campione mondiale dei 100 metri Kim Collins. 

Omo Osaghae si è preso la rivincita sui 60 ostacoli maschili dopo le sconfitte di Dusseldorf e Gand nei confronti di Kevin Craddock vincendo per un centesimo di secondo in 7”55. Il giovane Orlando Ortega, sempre più erede del grande Dayron Robles, ha concluso in terza posizione in 7”57. L’ex campionessa mondiale juniores dei 400 Natasha Hastings ha stabilito il suo record stagionale sul doppio giro di pista indoor con 51”80.

Pedro’s Cup a Bydszgosz
Nel meeting polacco dedicato al salto con l’asta maschile e femminile e al lancio del peso maschile ha gareggiato l’ex campione mondiale Giuseppe Gibilisco. L’ex campione del mondo del salto con l’asta si è classificato al quarto posto con 5.40 al secondo tentativo prima di fallire tre tentativi a 5.60. Il trentacinquenne Bjorn Otto, medaglia d’argento olimpica e europea nel 2012, ha confermato il suo eccellente stato di forma in vista dei prossimi Europei Indoor di Goteborg vincendo la sua quarta gara in cinque competizioni con la misura di 5.70 al primo tentativo prima di sbagliare tre prove a 5.85. Lo svedese Alaji Jeng si è classificato al secondo posto con 5.60 precedendo di dieci centimetri il primatista britannico Steve Lewis (5.50).

In campo femminile si è imposta la vice campionessa olimpica cubana Yarisley Silva con 4.60, dieci centimetri meglio rispetto alla coppia formata dalla giovane primatista britannica Holly Bleasdale e dalla statunitense Mary Saxer (4.50).

Nel lancio del peso maschile Ryan Whiting è stato l’unico a lanciare oltre il muro dei 21 metri realizzando 21.38. Il campione mondiale indoor ha dovuto però faticare per battere il connazionale Cory Martin che si era portato in testa con 20.98 al terzo tentativo scavalcando di dieci centimetri Whiting che conduceva con un lancio da 20.88 alla seconda prova. Al quinto tentativo è arrivata la risposta di Whiting che ha scagliato la palla di ferro alla misura di 21.38.

Shubenkov 7”50 sui 60 ostacoli
Dalla prima giornata dei Campionati russi di Mosca arriva il lampo del campione europeo dei 110 ostacoli Sergey Shubenkov che ha migliorato il suo record personale di sei centesimi di secondo correndo i 60 ostacoli in 7”50 che lo candida come uno dei grandi favoriti in vista dei prossimi Campionati Europei Indoor di Goteborg.(1-3 Marzo).

Yuliya Kondakova ha conquistato il titolo femminile dei 60 ostacoli con un ottimo 7”95, suo secondo tempo sotto il muro degli 8 secondi.
Anastasiya Savchenko ha staccato il biglietto per gli Europei di Goteborg nel salto con l’asta con l’eccellente misura di 4.70 sotto gli occhi della primatista mondiale Yelena Isinbayeva, presente ai Campionati russi ma assente dalle gare indoor in questa stagione. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRI IN REPUBBLICA CECA: MATTONI ÚSTÍ NAD LABEM HALF MARATHON 2017
I RISULTATI DELLE GARE TDS DEL WEEKEND
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado