MEETING DI DUSSELDORF: MARGHERITA MAGNANI SALE AL QUARTO POSTO DELLE LISTE ITALIANE DI SEMPRE SUI 1500 METRI


Tre migliori prestazioni mondiali dell’anno (14.52 di Olga Saladukha nel salto triplo femminile e due volte i 60 ostacoli maschili con Omo Osaghae in 7”53 in batteria e con Kevin Craddock 7”50 in finale) e quattro primati del meeting hanno caratterizzato l’ottava edizione del PSD Bank Meeting di Dusseldorf che si è svolto davanti a 2000 spettatori.
di Diego Sampaolo

In chiave italiana è da sottolineare il nuovo miglioramento di Margherita Magnani che ha abbassato ancora il suo primato portandolo a 4’12”60 (quinto tempo italiano di sempre) nella gara vinta dalla russa Anzhelina Schevchenko in 4’09”13 davanti alla marocchina Siham Hilali (4’09”86).
Fabio Cerutti ha corso la batteria in 6”79, tempo alto per sperare di qualificarsi per la finale dei 60 metri. Eliminazione clamorosa anche per il campione europeo Christophe Lemaitre che non è andato oltre 6”71. Nella finale dei 60 metri brilla il giamaicano Lerone Clarke che al debutto in questa stagione vola in 6”52 eguagliando il record del meeting stabilito da Kim Collins nel 2011. Il giamaicano, campione del Commonwealth a New Dehli 2010, ha preceduto un ottimo Jimmy Vicaut che ha eguagliato il suo record stagionale di 6”53 che aveva già realizzato settimana scorsa a Mondeville in Francia. Ha sorpreso lo spagnolo Angel David Rodrigez che ha stabilito il record nazionale con 6”55 precedendo di due centesimi di secondo Mike Rodgers.
La velocista ivoriana Murielle Ahouré è scesa per la terza volta in questa stagione sotto i 7”10 con 7”08 (nuovo record del meeting migliorato di un centesimo) dopo il 7”00 di Houston e il 7”07 di Boston. Notevole progresso per la velocista di Haiti Barbara Pierre che ha fermato il cronometro in 7”12 precedendo Sheri Ann Brooks (7”20) e la campionessa europea dei 100 metri Ivet Lalova (7”24).
Nei 60 ostacoli maschili Omo Osaghae ha migliorato ilprimato mondiale stagionale correndo in 7”53 in batteria ma in finale Kevin Craddock lo migliora ancora portandolo a 7”50 precedendo Osaghae di due centesimi di secondo. Nei 60 ostacoli femminili la statunitense Yvette Lewis ha realizzato il secondo miglior tempo dell’anno corr 7”94 (dopo un 7”95 in batteria) imponendosi davanti alla bielorussa Alina Talai e alla belga Eline Berings, seconda e terza con lo stesso tempo di 8”01.
Il vice campione olimpico e europeo del salto con l’asta Bjorn Otto deve superare 5.90 per avere la meglio sul sorprendente cinese Yangshng, che migliora due volte il record nazionale superando prima i 5.70 e poi i 5.80.
La campionessa mondiale e europea del salto triplo Olga Saladukha ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno con 14.52. L’ucraina ha dominato la gara realizzando i cinque migliori risultati della serata.
Ayanleh Souleiman del Gibuti ha battuto allo sprint sul rettilineo finale il keniano Bethwell Birgen in un ottimo 3’36”13 sui 1500. Record personale indoor per lo spagnolo David Bustos, terzo con 3’38”41. L’ex campione mondiale juniores dei 1500 Caleb Ndiku ha stabilito il nuovo primato del meeting sui 3000 con il tempo di 7’38”77 precedendo il diciottenne Albert Rop (secondo all’ultima Cinque Mulini), che ha chiuso in 7’39”70. Il campione europeo dei 3000 siepi Mahiedine Mekissi ha spezzato l’egemonia del Kenya chiudendo in quarta posizione in 7’43”72.
La Polonia ha battuto il Kenya negli attesi 800 maschili che non hanno tenuto fede alle attese della vigilia sul piano cronometrico. In una gara tattica l’ha spuntata il campione europeo indoor Adam Kszczot in 1’47”96 davanti al connazionale Marcin Lewandowski (1’48”30), Abraham Rotich (1’48”80), al bronzo olimpico Timothy Kitum (1’49”40) e all’ex campione olimpico Yuriy Borzakovskiy (1’49”83). Successo russo negli 800 metri per la ventunenne Yekaterina Poistogova (medaglia olimpica di Londra 2012) in 2’03”54. 


Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SI TERRA’ DOMENICA 12 NOVEMBRE 2017 A MILANO LA TERZA EKIRUN
STEFANO VELATTA TOP RUNNER DELLA COAST TO COAST 59KM
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE