TANTI ITALIANI IN GARA A DUSSELDORF E GAND – SFIDA TROST CONTRO HELLEBAUT



Va in scena domani sera a Dusseldorf il meeting PSD Indoor in un’Arena Sportpark che si preannuncia gremita in ogni ordine di posto dopo che i 2000 biglietti sono andati esauriti in anticipo.
Il meeting di Dusseldorf, che nel 2012 si é piazzato al quarto posto del Ranking IAAF delle riunioni al coperto, ha richiamato quattro medaglisti delle ultime Olimpiadi di Londra e un cast di grande livello messo in piede dal manager tedesco Marc Osenberg.

di Diego Sampaolo

Nelle starting list compaiono anche i nomi di Fabio Cerutti, in gara sui 60 metri dopo il 6”77 dell’esordio a Mondeville, e la mezzofondista Margherita Magnani, che settimana scorsa ha realizzato il quinto miglior tempo italiano all-time con 4’13”17 al meeting di Karlsruhe.

L’esame di Cerutti sarà particolarmente severo contro il triplo campione europeo dello sprint Christophe Lemaitre (annunciato nonostante un piccolo infortunio nella sua prima uscita stagionale in Francia), il vice campione europeo Jummy Vicaut (secondo nelle liste mondiali stagionali con 6”53 a Mondeville settimana scorsa), il giamaicano Lerone Clarke (6”47 lo scorso anno) e lo statunitense Michael Rodgers (6”54 ad inizio 2013).

Il cast del meeting tedesco è ricco di gare interessanti. La gara con il cast più ricco è sicuramente quella degli 800 metri maschili dove si sfideranno il bronzo olimpico di Londra 2012 Timothy Kitum (appena 18 anni), che lo scorso anno corse nella serie B a Dusseldorf e si presenta quest’anno all’appuntamento tedesco con una medaglia olimpica da difendere, il russo Yuriy Borzakovskiy, medaglia d’oro olimpica a Atene 2004 e bronzo ai Mondiali di Daegu 2011, Boaz Lalang, secondo ai Mondiali Indoor di Doha 2010, il campione europeo indoor Adam Kszczot e il bronzo degli Europei Indoor 2011 Kevin Lopez, vincitore Sabato scorso a Karlsruhe in 1’46”72 (migliore prestazione mondiale dell’anno) per quattro centesimi di secondo su Kczczot.

Lo sprint propone la velocista della Costa d’Avorio Murielle Ahouré, che in questa stagione ha già fermato il cronometro in 7”00 a Houston (arrivando a 8 centesimi dal record mondiale) e in 7”07 a Boston. L’ultima volta che è stato infranto il muro dei 7 secondi era il 2010 quando Laverne Jones Ferrette realizzò 6”97 a Stoccarda. La Ahouré, finalista olimpica sui 100 e sui 200 a Londra, affronterà la campionessa europea di Helsinki Ivet Lalova.

Jason Richardson, campione mondiale a Daegu sui 110 ostacoli e vice campione olimpico a Londra, debutterà in Europa sui 60 ostacoli contro l’astro nascente cubano Orlando Ortega, vincitore a Karlsruhe e capofila mondiale stagionale con 7”54, e Kevin Craddock, che ha corso in 7”60 a Linz in questo inizio di stagione. Nei 60 ostacoli femminili la turca Nevin Yanit, doppia campionessa europea a Barcellona e Helsinki e finalista olimpica a Londra, affronterà le statunitensi Danielle Carruthers (argento mondiale a Daegu) e Virginia Crawford (quinta ai Mondiali Indoor di Doha 2010).

L’attenzione del pubblico tedesco sarà incentrata sul duello del salto con l’asta tra l’argento eil bronzo olimpico Bjorn Otto e Raphael Holzdeppe. Otto ha già superato 5.90 a Cottbus stabilendo la migliore prestazione per un master 35.

Il meeting di Dusseldorf ha sempre regalato risultati di grande livello nel mezzofondo prolungato. Due anni fa Isiah Koech si rivelò stabilendo il record mondiale juniores sui 5000 indoorcon 12’53”29 a 17 anni. Quest’anno il programma offre un grande cast nei 3000 metri dove cercheranno la grande prestazione il fortissimo siepista Paul Kipsiele Koech, medaglia di bronzo olimpica a Atene sui 3000 siepi, Albert Rop, secondo alla Cinque Mulini di Domenica scorsa e Mahiedine Mekissi Benabbad, oro europeo sui 3000 siepi e vincitore sui 1500 a Karlsruhe sui 1500 in 3’36”95 (miglior tempo europeo dell’anno).

GAND: IN GARA LA TROST CONTRO LA HELLEBAUT
Alessia Trost torna in gara sulla pedana di Gand in occasione dei Flanders Indoors di Domenica pomeriggio dopo lo splendido inizio di stagione che l’ha vista superare 1.98 a Udine, 1.95 a Hustopece e 2 metri a Trinec. La diciannovenne friulana,allenata da Gianfranco Chessa, è salita in cima alle graduatorie mondiali dell’anno ed è diventata la terza italiana della storia capace di volare oltre i 2 metri dopo Sara Simeoni e Antonietta Di Martino. La Trost sarà chiamata ad un esame severo contro la campionessa olimpica di Pechino 2008 e europea 2006 Tia Hellebaut che ha debuttato settimana scorsa con una vittoria al meeting di Arnstadt con la misura di 1.96 dopo due mesi di preparazione in Sud Africa. La belga ha annunciato di voler gareggiare agli Europei di Goteborg nella città dove conquistò il titolo europeo all’aperto nel 2006 con 2.03.

Veronica Borsi torna in pista dopo l’eccellente 8”06 otenuto a Mondeville. L’ostacolista laziale sfiderà la campionessa europea indoor di Torino 2009 Eline Berings, che sulla pista di Gand ha fermato il cronometro in 7”95. Gli altri italiani in gara saranno Giuseppe Gibilisco, tornato in gara a buoni livelli con 5.55 in Repubblica Ceca, Margehrita Magnani e Giulia Viola sui 1500 metri e Roberto Donati sui 60 metri.

Le grandi stelle straniere del meeting fiammingo saranno i formidabili gemelli del Belgiom Kevin e Jonathan Borlée. Kevin, campione europeo a Barcellona e bronzo ai Mondiali di Daegu, correrà i 300, mentre Jonathan sfiderà il formidabile Luguelin Santos, campione del mondo juniores a Barcellona 2012 sui 400 e argento alle Olimpiadi di Londra in 44”46 a soli 18 anni.

In una terra famosa per le grandi prestazioni nel mezzofondo si preannunciano interessanti dal punto di vista cronometrico i 3000 metri con Albert Rop e Paul Kipsiele Koech. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Servizi al top e grande cuore per la ‘6 ore per le vie di Curinga’
Succede che chi vince l’argento…scrive a chi vince l’oro. Franscesco Puppi l’ha fatto
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado