PRIMATO MONDIALE JUNIORES DEL PENATHLON INDOOR: THIAM SUPERA KLUFT

L’ultimo fine settimana delle indoor é stato caratterizzato dal primato mondiale juniores del pentathlon indoor della diciannovenne belga Nafissatou Thiam che con 4558 punti ha aggiunto 23 punti al precedente record under 20 di 4535 punti stabilito da Carolina Kluft in occasione dei Campionati Europei Indoor di Vienna nel 2002. La Thiam, figlia di un senegalese e di una belga, ha stabilito quattro primati personali su cinque gare: 8”65 nei 60 ostacoli, 14.00 nel peso, 6.30nellungo e 2’21”18 nei 1000. Nel salto in alto, dove detiene un record personale di 1.88 stabilito nel 2012, ha superato 1.84. Nel 2011 fu quarta ai Mondiali allievi del 2011. Ora spera in un invito per i prossimi Campionati Europei Indoor di Goteborg.
di Diego Sampaolo

A Mondeville in Francia dove erano impegnati alcuni azzurri, il cubano Yunier Perez ha migliorato il primato mondiale stagionale sui 60 metri con 6”51 correndo due centesimi meglio di Michael Tumi a Magglingen. Nella scia di Perez hanno corso forte il giovane francese Jimmy Vicaut (6”53) e Mike Rodgers (6”54). Veronica Borsi ha migliorato il record personale sui 60 ostacoli di un decimo con un ottimo 8”06 (aveva 8”16 stabilito sempre quest’anno). In batterai sui 60 metri hanno corso Simone Collio (6”74) e Fabio Cerutti (6”77).

In Gran Bretagna si sono messi in luce l’ostacolista di origini italiane Andy Pozzi, autore di un ottimo 7”58 sui 60 ostacoli, secondo tempo più veloce dell’anno, e la velocista Margaret Adeoye, che ha stabilito il miglior tempo dell’anno sui 200 metri con 22”98.

Al meeting Gugl di Linz il greco Filippidis ha superato il record nazionale del salto con l’asta con 5.83 e l’ostacolista Craddock ha fermato il cronometro in 7”60 sui 60 ostacoli-

Il russo Aleksander Menkov, medaglia di bronzo ai Mondiali Indoor di Istanbul e vincitore dell’ultima Diamond League nel salto in lungo, ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno con la misura di 8.22.

Il ricco programma delle indoor statunitensi ha offerto il 21.59 nel lancio del peso del campione mondiale indoor Ryan Whiting in un piccolo meeting in Pennsylvania, il 7”18 di Carmelita Jeter che sui 60 metri femminili ha riscattato la sconfitta a Glasgow contro Verena Sailer, il 2.34 del saltatore in alto Dusty Jonas e il 7”93 della capofila stagionale dei 60 ostacoli Brianna Rollins (già scesa a 7”78 quest’anno).

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Firenze Marathon con oltre 10mila al via. Tutte le info
Coast to Coast è ora di correre. Svelati i top ultra-runner del 3 dicembre
La Milano21 Half Marathon è sold out ma si apre la lista d’attesa!
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli