BENVENUTA NEL CLUB DEI 2 METRI

Incredibile impresa della diciannovenne Alessia Trost che ha portato il suo record a 2.00 metri concludendo in modo trionfale il Moravia High Jump Tour a Trinec. Grazie alle due vittorie di Hustopece e Trinec la campionessa mondiale juniores di salto in alto di Barcellona 2012 si è aggiudicata il premio finale di 1000 dollari del circuito del Moravia High Jump Tour,prestigioso circuito di salto in alto della Repubblica Ceca che ogni Gennaio richiama i migliori campioni della specialità

di Diego Sampaolo


“Benvenuta nel club dei 2 metri”, ha esclamato lo speaker della manifestazione durante l’intervista post gara con la giovane azzurra.
Circa 1500 spettatori hanno assistito allo spettacolo del salto in alto in un’atmosfera incandescente da discoteca con la musica che accompagnava la rincorsa degli atleti.
Alessia ha compiuto una gara impeccabile saltando tutte le misure da 1.76 a 1.94 al primo tentativo.  La vittoria è arrivata proprio a 1.94. A vittoria acquisita la friulana ha affrontato l’asticella all’altezza di 2 metri riuscendo nell’impresa ancora al primo colpo. Il primo errore è arrivato a 2.02. Con questa incredibile prestazione Alessia ha realizzato la migliore misura mondiale dell’anno,il record italiano under 23 e la seconda migliore prestazione italiana all-time indoor alle spalle del 2.04 di Antonietta Di Martino. Ha provato poi a battere il record del meeting detenuto con 2.01 dalla grande Blanka Vlasic nel 2010.


La Trost ha stabilito la migliore prestazione di sempre per una diciannovenne a livello indoor stabilita da Yelena Yelesina nel 2000. 

La Trost ha compiuto un miglioramento di otto centimetri rispetto al personale dello scorso anno. 

“Ancora non ci credo. Non mi rendo ancora conto di quello che ho fatto. Chi lo avrebbe mai detto. Dopo aver saltato 1.98 a Udine ho incominciato a crederci. Mi sono allenata duramente durante l’inverno e non sapevo cosa aspettarmi da questa gara.Già superare 1.98 è stato un grande risultato. Saltare 2 metri è un bonus in più. E’ stato emozionante saltare davanti ad un pubblico meraviglioso che mi ha sostenuto. La pedana di Trinec era molto più dura che a Hustopece ma fortunatamente sono riuscito ad adattarmi. A 1.94 non era un salto perfetto ma l’asticella è rimasta su ed è questo l’importante. Ora gareggio a Gand il 10 Febbraio e poi agli Assoluti di Ancona il 16 Febbraio. ”, ha detto Alessia dopo la gara.
Venelina Veneva ha ottenuto il secondo posto con 1.91 nonostante alcuni problemi fisici. Superando a pari misura ma con un numero minore di errori Emma Green Tregaro e Olena Holosha,appaiate al terzo posto con 1.91.

Il giovane talento del Qatar Essad Mutaz Barshim, bronzo alle Olimpiadi di Londra, ha conquistato il successo nella seconda tappa di Trinec con 2.34 aggiudicandosi il premio finale del Moravia High Jump Tour. Il russo Aleksey Dmitrik supera 2.31 al primo tentativo mentre Barshim ha bisogno di tre tentativi per valicare questa misura. A 2.34 Dmitrik fallisce di pocoil primo tentativo, mentre Barshim riesce nell’impresa portandosi in testa. Dmitrik, vincitore sabato scorso a Glasgow con 2.31, passa gli altri due tentativi e si riserva l’ultima carta  a 2.36 ma senza successo anche se di poco.
Barshim prova un tentativo a 2.36 e due a 2.38 che sarebbe stato record asiatico indoor ma il tentativo non va in porto. All’aperto saltò 2.39 a Losanna la scorsa estate. Il podio è stato completato dal ceco Jaroslav Baba, terzo con 2.28. Discreto quinto posto del campione italiano Gianmarco Tamberi che con 2.24 si é migliorato di sei centimetri rispetto alla prima uscita stagionale di Hustopece. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
RDS radio partner della 32^ Huawei Venicemarathon
CORRIPAVIA: ISCRIZIONI ANCORA APERTE. E C’E’ CHI COME ALBERTO RAMPONI LE HA FATTE TUTTE
CORRIPAVIA ‘Special Edition’: Quante novità per domenica
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL