ALESSIA TROST VINCE A HUSTOPECE CON 1.95

La sempre più straordinaria Alessia Trost ha conquistato il successo al Meeting di Hustopece, prima tappa del Moravia High Jump Tour, con l’eccellente misura di 1.95 con una gara impeccabile nella quale ha superato tutte le misure al primo tentativo prima di tentare senza successo tre prove a 2.00. La diciannovenne friulana, campionessa mondiale juniores a Barcellona 2012 e primatista italiana under 23 con l’eccellente 1.98 stabilito settimana scorsa a Udine, è entrata in gara a 1.75 che ha superato senza esitazioni. Poi è salita senza alcuna esitazione superando 1.80, 1.84, 1.87, 1.90, 1.93 e 1.95. Peccato per le due prove a 2.00 che secondo il suo allenatore Gianfranco Chessa potrebbero essere alla sua portata nelle prossime uscite, a cominciare dalla seconda prova del Moravian High Jump Tour di Trinec in programma il 29 Gennaio.
di Diego Sampaolo

La cosa più importante per Alessia é aver battuto avversarie di rango e molto più esperte come la bulgara Venelina Veneva, la svedese Emma Green Tregaro,  e l’ucraina Olena Holosha, che si sono fermate tutte a 1.93. La chiave del successo é la crescita attraverso i confronti internazionali con le migliori atlete.

Nell’ atmosfera di Hustopece resa elettrizzante dal ritmo della disco music il meeting del Moravia High Jump Tour é stato un grande spettacolo anche se sono mancate le misure da urlo. Nella gara maschile il campione olimpico Ivan Ukhov ha vinto con una gara senza errori fino a 2.30 che gli ha permesso di battere il bronzo olimpico Mutaz Essad Barshim del Qatar che ha superato 2.30 al terzo tentativo. Sia Ukhov che Barshim hanno poi passato i 2.32 per tentare i 2.34 ma senza successo. Il campione italiano Gianmarco Tamberi ha iniziato bene superando 2.08, 2.13 e 2.18 al primo tentativo prima di arrndersi a 2.22.


“2.30 non é una grande misura, ma ho avuto un periodo post olimpico molto pieno con tanti impegni extra sportivi. A Histopece mi trovo sempre bene. Per meé come gareggiare a casa”, ha detto Ukhov, primatista del meeting di Hustopece con 2.38.

E’ positivo sottolineare come gli atleti italiani stiano cercando in questo inizio di stagione di gareggiare all’estero in vista dei prossimi Europei Indoor di Goteborg. Il confronto sempre più frequente a livello internazionale potrebbe essere la ricetta giusta per il rilancio dell’atletica italiana.

Stasera si è gareggiato anche a Bordeaux in Francia per un meeting internazionale al quale ha preso parte la velocista Audrey Alloh, che ha conquistato un bel secondo posto sui 60 metri in 7”34 alle spalle della forte velocista del Gabon Zhang Milama, prima in 7”29. In gara nella città francese anche le ottocentiste Elisa Cusma e Marta Milani, rispettivamente terza in 2’04”99 e quarta in 2’05”44 nella gara vinta dalla russa Maryia Arzamasava (2’02”55) davanti alla connazionale Tatyana Markesova (2’04”14).

CHESANI 2.22 A DRESDA

Il campione italiano indoor del salto in alto Silvano Chesani ha debuttato nella stagione indoor 2013 saltando 2.22 al meeting di Dresda dopo aver affrontato un viaggio lungo e complicato a causa degli scioperi degli aeroporti tedeschi.

Il risultato più brillante della riunione di Dresda è stato il 4.63 della polacca Anna Rogowska, campionessa mondiale del salto con l’asta a Berlino 2009.

Sempre nell’ambito del salto in alto va sottolineato anche il 2.27 di Marco Fassinotti al Lee Valley Centre a Londra. Fassinotti si sta allenando a Birmingham con Fuzz Ahmed, coach di Robbie Grabarz, medaglia di bronzo olimpica a Londra e campione europeo a Helsinki nel salto in alto. Con questa prestazione il saltatore torinese ha raggiunto il minimo per i prossimi Europei Indoor di Goteborg e ha sfiorato di due centimetri il suo primato personale stabilito in occasione del settimo posto agli Europei Indoor di Parigi.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre