BILANCIO ULTIMO WEEK-END DELLE INDOOR IN ITALIA E NEL MONDO

Veronica Borsi in azione
sui 60 ostacoli (Fonte Fidal/Colombo)

Inizia ad entrare nel vivo la stagione indoor in Italia e nel mondo e gli atleti scaldano i motori in vista dei prossimi grandi appuntamenti internazionali, uno su tuttigli Europei Indoor di Goteborg dal 1 al 3 Marzo alla Scandinavium Arena.
di Diego Sampaolo

In Italia si è gareggiato in tutti gli angoli della penisola con una serie di riunioni ad Ancona, Bergamo nel nuovissimo impianto indoor (con una partecipazione record con addirittura 39 serie di 60 metri maschili e 23 in campo femminile), Modena, Padova e Schio.

Vediamo i risultati più significativi dell’ultimo fine settimana in Italia e nel mondo.
Ancona, che ospiterà i Campionati Italiani Indoor assoluti (16-17 Febbraio) e i Campionati Italiani Giovanili (23-24 Febbraio), ha ospitato la prima riunione importante della stagione e non sono mancati i risultati di spicco. Su tutti ha brillato l’ostacolista Veronica Borsi che si è distinta anche velocista correndo in 7”49 in batteria e in 7”47 in finale, entrambi primati personali. Il giorno dopo l’atleta di Bracciano ha fermato il cronometro in 8”16 (migliorando il suo record di due centesimi) sui 60 ostacoli rispondendo a Marzia Caravelli, già brillante in questo inizio di stagione con l’8”12 di settimana scorsa a Ancona e l’8”10 di Sabato a Casal del Marmo.   Ottimo anche Stefano Tremigliozzi che con 7.86 ha mancato il suo primato personale indoor nel salto in lungo di appena quattro centimetri. Miglioramento anche per Kevin Ojiaku che si è portato a 7.72.  La giovane Lucia Pasquale ha stabilito il suo record personale assoluto sui 400 metri con 55”22 diventando la settima atleta di sempre a livello juniores in Italia. Secondo posto per l’eptatleta Francesca Doveri con 56”06. Eusebio Haliti, atleta di origini albanesi ora finalmente italiano, ha fermato il cronometro in 47”63 sui 400.

A Bergamo si è aperta la stagione indoor nel nuovo impianto. Un numero impressionante di atleti ha preso parte alle serie dei 60 metri. Elena Sordelli della Bracco Atletica Milano è stata la più veloce con 7”64, mentre a livello maschile Lamont Marcel Jacobs ha preceduto di un solo centesimo di secondo l’ostacolista Lorenzo Perini (7”03 a 7”04). Da sottolineare anche l’inedita uscita sui 60 metri del triplista Fabrizio Schembri che ha corso in 7″28 nell’ultima serie. Giulio Ciotti ha superato 2.17 nel salto in alto, due centimetri meglio di Giuseppe Carollo. 

Davide Demichei ha fermato il cronometro in 6”91 superando di un centesimo l’azzurro Diego Marani sui 60 metri a Modena. Il vicentino Alessandro Pino si é messo in luce sui 60 metri con 6”97 a Padova.

Oltre al buon 8″10 di Marzia Caravelli nei 60 ostacoli, la riunione romana di Casal del Marmo ha fatto registrare anche il 7″38 di Audrey Alloh nei 60 metri. 

Sempre per quanto riguarda il settore velocità-ostacoli va sottolineato il doppio impegno di Paolo Dal Molin che ha corso i 60 ostacoli in 7″77 (a sette centesimi dal suo record personale) e i 60 piani ben due volte in 6″71 e in 6″74.

Il meglio delle indoor da tutto il mondo

Nell’ultimo week-end si è gareggiato dappertutto nel mondo. Tra i risultati più significativi segnaliamo il clamoroso 7”78 della giovane ostacolista statunitense Brianna Rollins (nata nel 1991) che a Clemson nel South Carolina ha fermato il cronometro in un eccellente 7”78 sui 60 ostacoli, diventando la tredicesima più veloce di tutti i tempi. Per mettere in prospettiva questo risultato basta dire che lo scorso anno l’australiana Sally Pearson vinse il titolo mondiale indoor con 7”73. Velocisti sugli scudi negli Stati Uniti: Dezerea Bryant, bronzo mondiale juniores a Barcellona nel 2012, ha stabilito il miglior tempo mondiale dell’anno con 7”19. D’Angelo Cherry, che a 19 anni corse i 60 metri in 6”52 nel 2009 e i 100 in 10”04 (quarto tempo all-time al mondo), ha iniziato la stagione con 6”66. Joseph Morris, nato nel 1989, ha corso il primo tempo dell’anno sotto i 6”60 con 6”57 a Air Force Accademy. Prezel Hardy, iridato ai Mondiali allievi di Bressanone 2009, ha corso i 60 in 6”64 e i 200 in 20”78.

Si accende anche la stagione europea. Su tutti brilla la stella del campione olimpico del salto con l’asta Renaud Lavillenie che ha debuttato nel 2013 con un ottimo 5.83 a Aubière in Francia. A Orleans, sempre in terra francese, ha debuttato la giovane saltatrice con l’asta britannica Holly Bleasdale che ha superato quota 4.62 precedendo nettamente la primatista mondiale juniores Angelica Bengtsson (4.37). 

In Svezia é sceso in pedana il giovane fenomeno del salto in alto del Qatar Mutaz Barshim che ha fatto subito capire quali sono le sue intenzioni in questa stagione con un buon 2.30. Lo scorso anno salì fino a 2.39 al meeting di Losanna. 
A Mosca Svetlana Denyaeva salta 6.75 e batte la campionessa europea 23 e medaglia d’oro agli ultimi Europei Indoor Darya Klishina di nove centimetri. La diciassettenne Irina Ilyeva vola a 1.89 nel salto in alto. A Novocheborsask si mettono in luce gli ottocentisti Yuriy Borzakovski con 1’50”03 e Yekaterina Poistogova (bronzo ai Giochi Olimpici di Londra), autrice di un discreto 2’01”43.

Nel triplo femminile si migliora notevolmente Irina Gumenyuk che porta il suo personale da 14.24 a 14.48 a San Pietroburgo il 6 Gennaio. A Mosca Aleksey Fyodorov, campione mondiale juniores a Moncton 2010, realizza 16.60 neltriplo maschile a Mosca. A Chelyabinsk superano quota 1.91 Oksana Starostina e la ben più conosciuta Maria Kuchina, avversaria di mille battaglie di Alessia Trost fin dai tempi dei Mondiali allievi di Bressanone quando si impose l’azzurra. La Kuchina ha vinto le Olimpiadi Giovanili di Singapore davanti alla Trost e gli Europei Juniores di Tallin 2011 prima del bronzo della scorsa estate ai Mondiali Juniores di Barcellona nella gara vinta dalla saltatrice friulana. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre