RUDISHA: “POSSO CORRERE In 1’40″50”

Barcellona ospita in questa settimana il Galà del Centenario della IAAF, che conclude un anno di festeggiamenti per la Federazione Internazionale di atletica fondata a Stoccolma nel 1912.
Stasera verranno svelati i nomi degli Atleti dell’Anno durante un Galà che si preannuncia speciale per la presenza di campioni del presente e leggende che hanno scritto pagine indimenticabili di questo sport.

di Diego Sampaolo

La vigilia del Galà è stata caratterizzata dal tradizionale incontro con la stampa con alcuni dei campioni del presente e del passato. Abbiamo raccolto sulla rete le dichiarazioni più interessanti delle stelle di Londra 2012 al termine di una stagione indimenticabile. Durante queste interviste non sono mancati alcuni momenti suggestivi come l’incontro tra il campione olimpico e primatista mondiale degli 800 David Rudisha e gli ex primatisti del mondo Alberto Juantorena, Sebastian Coe, Wilson Kipketer e  quello tra il recordman mondiale dei 110 ostacoli Aries Merritt e tre leggende degli ostacoli come Harrison Dillard, Renaldo Nehemiah e Colin Jackson.

David Rudisha, il primo uomo della storia capace di scendere sotto il muro dell’1’41” con il suo incredibile 1’40”91 nella finale olimpica di Londra, é uno dei candidati per il titolo diAtleta dell’anno insieme agli altri due finalisti Usain Bolt e Aries Merritt.
Che sensazioni ha suscitato in voi il record del mondo degli 800 ?
Wilson Kipketer: “Ho ancora grandi sensazioni e provo i brividi quando ripenso al record di Rudisha. L’atmosfera allo Stadio Olimpico è stata straordinaria e battere il record del mondo alle Olimpiadi è stato un momento speciale.”
Alberto Juantorena: “E’ un privilegio per me aver vissuto il record del mondo di Rudisha. David ha ripetuto la mia impresa di battere il record in occasione delle Olimpiadi (ndr Juantorena vinse il titolo olimpico degli 800 con il primato mondiale di 1’43”50 a Montreal 1976 dove conquistò il titolo olimpico dei 400 in 44”26).

David Rudisha: “Vincere alle Olimpiadi con il record del mondo nelle Olimpiadi organizzate da Sebastian Coe mi ha regalato una sensazione fantastica. Lord Coe è un mio caro amico. Quando venni in Febbraio a Londra, Coe mi fece fare una visita dello stadio Olimpico. Volevo regalargli il record e renderlo orgoglioso della mia impresa. E’ difficile rispondere alla domanda su chi meriti di più il titolo di atleta dell’anno. Tutti è tre abbiamo realizzato cose davvero speciali. Usain ha rivinto i 100 e i 200 e ha stabilito il record del mondo con la 4×100. Aries ha stabilito il record dei 110 ostacoli- Tutti e tre meritano questo titolo allo stesso modo”

Ci sono limiti al record degli 800 ?
“Sta diventando un record sempre più difficile da battere. Il record di Kipketer era 1’41”11. Io ho battuto tre record mondiali portandolo a 1’40”91. Venti centesimi non sono un grande margine. Penso di poter arrivare a 1’40”5. So quanto difficile sia correre in 1’40”. Non posso prevedere se sia possibile correre in 1’39”.
Lord Sebastian Coe, da poco eletto Presidente del Comitato Olimpico britannico, ha speso parole di elogio nei confronti di Rudisha per il suo fantastico record.
“Per me é stata l’impresa dei Giochi non solo dell’atletica ma di tutti gli sport. E’ stata un’impresa straordinaria battere il record degli 800 metri nella finale delle Olimpiadi senza lepri”, ha detto Sebastian Coe.

Quanto è importante avere una buona base di velocità sui 400 metri per correre forte sugli 800 metri ?
Sebastian Coe: “Gli 800 metri sono la distanza più difficile da correre. Occorre la velocità di un quattrocentista e la resistenza di uno specialista dei 5000 metri. Occorre una grande abilità mentale per gestire questa specialità. E’ l’unica specialità del mezzofondo dove la partenza avviene in corsia Occorre molta velocità di base ma anche una grande abilità tattica.”     

Lord Coe, è sorpresa di non vedere Mo Farah tra i finalisti per il titolo di Atleta dell’Anno ?
“Il fatto che Farah non sia tra i primi tre indica il livello straordinario raggiunto dall’atletica quest’anno. E’ stata una stata una stagione che ricorderemo per molti anni in futuro”.

Lascia un commento

Freelifenergy
Come dimagrire con la corsa: scopri i programmi di allenamento!
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video