ELEZIONI, L’ATLETICA VENETA RIPARTE DA VALENTE

A Borgoricco, l’assemblea delle società ha eletto alla presidenza, per la quarta volta, il dirigente vicentino arrivato al 52% dei consensi. Sconfitti il veneziano Vito Vittorio (34%) e il trevigiano Oddone Tubia (13%)  
Il Veneto riparte da Paolo Valente. Il dirigente  vicentino, 66 anni, insegnante in pensione, è stato confermato alla presidenza del Comitato regionale della Fidal. E’ il suo quarto mandato, il quinto se si considera anche l’assemblea straordinaria del 2007.

Il Veneto, dunque, con le sue quasi 200 società, si è espresso nel segno della continuità. Sabato, al Centro Civico di Borgoricco (Padova), le società della regione hanno riconosciuto il valore delle iniziative intraprese da Valente nell’arco del quadriennio appena trascorso. In un’assemblea con una partecipazione da record (quasi il 91% dei voti rappresentati), il presidente uscente ha ricevuto il 52,35% delle preferenze, pari a 4.947 voti. Nettamente staccati i due sfidanti. Il veneziano Vito Vittorio è arrivato al 34,14% dei consensi (3.226 voti). Il trevigiano Oddone Tubia si è invece fermato al 13,29% (1.256 voti). Al suo fianco, Valente avrà un Consiglio regionale compatto, in grandissima parte composto da persone di fiducia e notevolmente ringiovanito: l’ideale per affrontare le nuove sfide che attendono il movimento regionale. Tra le priorità, oltre ad un sempre maggior sostegno alle società e a progetti già avviati, come lo Junior Team Fidal Veneto, Valente ha posto l’entrata in funzione dell’anello indoor di Padova, un impianto d’eccellenza che dovrebbe essere disponibile a partire dall’inverno 2014, e l’organizzazione dei Campionati Europei di cross, per i quali è pronta la candidatura della cittadina di Nove, nel Bassanese. A Borgoricco sono anche stati eletti i delegati veneti per l’assemblea nazionale di Milano (2 dicembre).                       

I componenti del nuovo Consiglio regionale (secondo l’ordine delle preferenze): 1. Raffaele Moz (TV) 4.739 voti, 2. Olivio Zandarin (PD) 4.253, 3. Alessandro Marcon (VI) 4.205, 4. Ivo Zecchin (PD) 4.127, 5. Luciano Cestaro (TV) 4.022, 6. Anna Chiara Spigarolo (VI) 4.002, 7. Giuseppe Stival (TV) 3.847, 8. Mariano Tagliapietra (VR) 3.651, 9. Roberto Magaraggia (VI) 3.588, 10. Mattia Picello (PD), 11. Giuliano Corallo (VI) 3.296, 12. Luciano Pigato (VI) 3.277, 13. Giampaolo Munari (VE) 3.207, 14. Bruno Pezzato (PD) 2.977. L’elezione di Bruno Pezzato è avvenuta dopo un ballottaggio con Piero Biasi (VR). I due candidati avevano infatti ottenuto lo stesso numero di voti. Esito del ballottaggio: Pezzato 1.195 voti, Biasi 503. 
I delegati veneti per l’assemblea nazionale. Dirigenti: Christian Zovico, Carlo Spigarolo, Paolo De Bortoli, Rosanna Martin, Eva Mock, Pietro Biasi, Alessandro Briana, Olivio Zandarin, Luigi Segala, Bruno Pezzato, Vittorio Visini, Giacomo Ferrari, Mirko Buglioli. Quota tecnici:Enzo Agostini, Sergio Cestonaro, Enrico Lazzarin. Quota atleti: Gabriele Fantasia, Beatrice Stocco, Alessandro Berto, Luca Solone, Alessandro Marcon.

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto