VENICEMARATHON: Philemon Kisang ed Emebt Bedada vincono in condizioni estreme

Il maltempo non ha frenato l’entusiasmo dei maratoneti: quasi in 6000 al traguardo. 


 Pioggia, vento e acqua alta non hanno fermato la 27° Venicemarathon che ha incoronato il keniano Philemon Kipchumba Kisang e l’etiope Emebt Etea Bedada, vincitori della gara rispettivamente con 2h17’00” e 2h38’11”. Grandissima impresa anche di Alessandro Zanardi che ha portato al traguardo il giovane Eric in 3h11’28” e grande caparbietà per i 5.931 arrivati

A livello maschile, la gara si è sviluppata inizialmente su ritmi blandi, con il gruppo di testa che ha sofferto un po’ il forte vento contrario. Dopo un passaggio a metà di 1h08’19”, l’attacco decisivo è arrivato al 35° chilometro, quando Philemon Kipchumba Kisang ha allungato andando a vincere in solitaria con il tempo di 2h17’00” davanti al connazionale debuttante Titus Kwemoi Masai (2h18’21”) e all’altro keniano Elija Karanja(2h19’41”). Ottimo quarto posto, a un soffio dal podio, per l’azzurro Domenico Ricatti (2h19’43”), bravo a recuperare molte posizioni proprio sui ponti veneziani.

Tra le donne, la gara ha subito mostrato essere una questione tra etiopi: Emebt Etea Bedada ha corso fianco a fianco alla connazionale Fantu Eticha Jimma fino al 30° km, quando ha sferrato l’azione decisiva, che le ha fatto ben presto guadagnare un vantaggio notevole fino a vincere con il tempo di 2h38’11”. Dietro a lei, mentre Fantu Ethicha crollava, rinveniva la terza etiope Helima Hassen Beriso che guadagnava la seconda piazza 2h48’32. Terza chiudeva Fantu Eticha Jimma in 2h50’48”. Buon quarto posto per l’azzurra Monica Carlin con il tempo di 2h54’13”, mentre Martina Celi si è ritirata poco dopo metà gara.


Le dichiarazioni dei protagonisti


Philemon Kipchumba Kisang:Nonostante il cattivo tempo è stata una gara bella ed avvincente. Dopo una prima parte di gara corsa al coperto, ho deciso di attaccare al 35° chilometro ed è andata bene. E’ una grande emozione vincere in una città come Venezia ed in una maratona così importante”.

Titus Kwemoi Masai: “Ieri avevo annunciato che avrei fatto un crono attorno alle 2h07’, ma purtroppo il tempo ha scombussolato i miei piani. Vuol dire che ci riproverò l’anno prossimo”.

Elija Karanja: E’ stata una gara molto difficile, soprattutto quando siamo arrivati sul Ponte della Libertà a causa della pioggia e del vento forte, ma mi ha aiutato molto il calore del pubblico”.

Domenico Ricatti: “Ho corso con il cuore e con le gambe per tutti i 42 chilometri, e per questo devo ringraziare il mio allenatore Piero Incalza che mi ha sempre dato le giuste indicazioni tecniche e motivazionali. Nonostante l’acqua e il vento è stata un’esperienza bellissima, grazie all’incitamento del pubblico lungo il percorso. Ho preso la medaglia di legno, ma visto che il Signore faceva il falegname, allora vuol dire che è un materiale molto prezioso! Ho già ricevuto l’invito per l’anno prossimo, sarò ben felice di tornare qui per migliorare il mio quarto posto e riprovare queste grandi emozioni”.

Classifiche
Gara Maschile

1. Kisang Philemon Kipchumba (KEN) 02:17:00
2. Masai Titus Kwemoi (KEN) 02:18:20
3. Karanja Elija (KEN) 02:19:41
4. Ricatti Domenico (ITA) 02:19:43
5. Awash Habtamu (ETH) 02:21:00
6. Korir Patrick Kiptanui (KEN) 02:24:58
7. Boudalia Said (ITA) 02:27:50
8. Rognoni Dario (ITA) 02:30:30
9. Simion Giancarlo (ITA) 02:30:46
10. Ndiwa Robert (KEN) 02:30:48

Gara Femminile

1. Bedada Emebt Etea (ETH) 02:38:09
2. Beriso Halima Hassen (ETH) 02:48:30
3. Jimma Fantu Eticha (ETH) 02:50:48
4. Carlin Monica (ITA) 02:54:13
5. Cunico Maurizia (ITA) 02:56:57
6. Gizzi Noemy (ITA) 03:01:06
7. Vecchiato Ambra (ITA) 03:01:14
8. Markley Pamela (USA) 03:01:33
9. Patuelli Francesca (ITA) 03:02:28
10. De Rose Rossella (ITA) 03:09:09



Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre