TREVISO MARATHON, LA PORCELLATO PUNTA SUL ROSSO

La fuoriclasse trevigiana, reduce dal secondo posto della maratona di Berlino, nel 2008 si cimentò sul percorso con partenza da Ponte di Piave: “Un incitamento ad ogni metro, spero di esserci anche il prossimo anno”. Da giovedì a sabato, l’evento del 3 marzo 2013 sarà ospite dell’Expo della Venicemarathon 
L’ultima sua maratona, in ordine di tempo, è stato il secondo posto di Berlino. In carriera, ne ha corse oltre cento e vinte una settantina: da New York a Parigi, allo straordinario poker di Londra.

Francesca Porcellato – 11 medaglie paralimpiche conquistate, tra atletica e sci nordico, nell’arco di otto edizioni dei Giochi – è un’affezionata frequentatrice della Treviso Marathon. Sulle strade della Marca, nel 2004, stabilì uno dei suoi tanti record italiani.  Ed era al via della Treviso Marathon anche nel 2008, quando gli atleti disabili gareggiarono sul percorso rosso, con partenza da Ponte di Piave.
Ricordo l’incitamento della gente, trovavo un ‘vai Francesca’ ad ogni metro – racconta la ‘rossa volante’ di Riese Pio X -. A Treviso è sempre così. Ma, in più, della maratona 2008 mi è rimasto impresso il clima di festa che l’accompagnava. Noi disabili passiamo con buon anticipo rispetto agli altri atleti, ma l’atmosfera creata dallo svilupparsi della maratona su tre percorsi era assolutamente unica”.
Il percorso rosso verrà riproposto, con minime varianti, anche il prossimo 3 marzo, in occasione del decimo compleanno della Treviso Marathon. La partenza – e questa è la principale differenza rispetto al 2008 – avverrà nei pressi della Cantina Ponte. Poi il tracciato si svilupperà attraverso i territori comunali di Ormelle, Cimadolmo, Vazzola, Maserada sul Piave e Santa Lucia di Piave. Poco dopo, al 23° chilometro di gara, avverrà la congiunzione con gli altri due percorsi che caratterizzeranno la Treviso Marathon 2013, il verde (partenza da Vidor) e il bianco (avvio da Vittorio Veneto).
Il tracciato è molto scorrevole – continua la Porcellato -. Non ci sono particolari dislivelli, si può correre veloci sia nel primo tratto, sino a Ponte della Priula, che nel secondo, sino a Treviso. Le strade sono larghe, la pavimentazione ottima. Nel 2008 andai in sofferenza nel finale, ma, rispetto ad allora, il percorso dentro la città di Treviso è stato ridotto. Chi sceglierà il percorso rosso avrà l’opportunità di correre una maratona molto veloce”.  
La Treviso Marathon è pronta ad applaudire nuovamente Francesca Porcellato. “Mi piacerebbe tornarci. Se non da atleta(durante l’inverno la fuoriclasse riesina si dedicherà allo sci nordico, ndr), almeno come ospite, per poter rivivere le emozioni di cinque anni fa”.
Intanto, Treviso Marathon dà appuntamento a tutti gli appassionati, da giovedì 25 a sabato 27 ottobre, all’Expo della Venicemarathon (Parco San Giuliano, Mestre). Sarà possibile prenotare un pettorale per l’evento del 3 marzo 2013, sfruttando la quota d’iscrizione agevolata e scegliendo liberamente il percorso. Meglio colorare la propria maratona di verde, bianco o rosso?   

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre