TRAIL E ULTRATRAIL DEL LAGO D’ORTA: A POGNO VINCONO LISA BORZANI E DANIELE FORNONI

In una splendida giornata di sole che ha regalato a tutti i partecipanti scorci panoramici indimenticabili si è svolta oggi la 3^ edizione dell’Ultra Trail del Lago d’Orta; al momento non sono ancora terminati gli arrivi della gara, lunga, da 63 km, ma si può già iniziare a celebrare la vittoria di Daniele Fornoni tra gli uomini e di Lisa Borzani tra le donne.

In campo maschile il portacolori del Team Tecnica ha vinto in 6h46’38”, distanziando di circa 2 minuti Nico Valsesia (Via Lattea Trail); al terzo posto, a dare un tocco di internazionalità, si è piazzato lo spagnolo Juan Mari Jimenez Llorrens (CD Runnersworld), che ha concluso la propria prova in 6h53’18”.
Tra le donne la trentatreenne Lisa Borzani ha vinto piuttosto nettamente in 8h05’10”, infatti la seconda, la forte Cecilia Mora (Valetudo Sky Running), è giunta a Pogno dopo oltre 11 minuti (8h16’24”). Terza una delle grandi favorite, Patrizia Pensa (Polisportiva Besanese), che ha chiuso in 8h23’23”.
Nella 22 km il maratoneta Giovanni Gualdi ha subito dimostrato di avere grandi doti anche per questo tipo di gare, andando a vincere in 1h46’25”; secondo si è piazzato Luca Ponti (GP Gazzada Schiranno) in 1h48’14”, mentre al terzo posto è arrivato Alberto Pini (Runner Varese) in 1h50’22”.
Tra le donne vittoria per Giovanna Cerutti, in 2h10’20”; l’atleta del GS Valsesia ha preceduto di 1’58” Cinzia Bertasa (Team Tecnica) e di 11’04” Michela Uhr (Atletica Casorate).
Nei prossimi comunicati daremo ulteriori dettagli sull’andamento delle due gare e sulla classifica della 14 km.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre