MARATONA DI AMSTERDAM: BRILLANO LE STELLE DI CHEBET E HAILU PER I NUOVI RECORD DEL PERCORSO

Nel corso del 37 ° Maratona di Amsterdam TCS entrambi i record del percorso sono stati spazzati via. Wilson Chebet ha vinto tre secondi sotto il precendente primato fermando gli orologi in 2.05.41. Meseret Hailu ha battuto il record di quasi un minuto portandolo a 2.21.09.

L’olandese Michel Butter corona la sua strepitosa forma con un eccellente crono di 2ho9’58 Una gara decisamente condizionata dal vento forte che ha fatto perdere nell’ordine dei 40-50 sec agli atleti di vertice ma ha regalato grandi emozioni allo stadio olimpico assiepato quando è entrato Chebet pronto a battere il vecchio record di Getu Feleke..
La gara è stata decisa nei chilometri finali. Dopo circa 35 km il primo gruppo era composto da nove corridori. Peter Kirui, uno dei favoriti,è stato il primo a staccarsi dal gruppo. Dopo 39 km Chebet ha dimostrato di possedere le migliori gambe e salutato la compagnia involandosi verso l’arrivo. L’etiope Assefa Bentayehu è arrivato secondo al traguardo nello Stadio Olimpico con 2.06.22. Terzo era il connazionale Abrha Gebretsadik distanziato solo un secondo dal connazionale..Da notare che tutti i prim 5 hanno concluso la gara sotto i 2h07′.
Atmosfera ancora piu gioiosa quando Meseret Hailu tagliato il traguardo dopo 2.21.09 migliorando di oltre un minuto il precendente recorde della gara.L’etiope,di stanza proprio in Olanda durante le gare aveva conquistato due settimane fa il mondiale di mezza maratona e oggi si è migliorata sulla distanza di oltre sei minuti.Allenata anche lei da quel Tessema già coach anche dell’amica-rivale Tiki Gelana vincitrice a Rotterdam la scorsa primavera e campionessa olimpica in carica. Un assolo strepitoso per lei mai messa in crisi dalle rivale. Strepitoso esordio della giovane keniana Eunice Kirwa a 2h21.41 e il terzo per l’etiope Getaneh in 2h25’38.Costretta al ritiro la keniana Caroline Kilel.
Non meno di 38.000 corridori iscritti per le varie distanze con 5mila persone in piu rispetto allo scorso anno.una maratona con atleti da 82 nazioni compresa una folta rappresentanza azzurra per una maratona che nel panorama internazionale assume sempre maggior peso.
Alberto Stretti

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre