DATHAN RITZENHEIN: SCUSATE IL RITARDO

Ora possiamo dirlo, Dathan Ritzenhein è diventato un maratoneta.
Domenica a Chicago con il nono posto in classifica Ritz ha finalmente abbassato il suo PB di oltre 2′, con il 2h07’47 cancella il tempo fatto registrare ai trials olimpici di Houston, quando il 2h09’55 non gli garantì la qualificazione ai Giochi di Londra, quarto posto, primo degli esclusi e ricerca di gloria a cinque cerchi sull’anello da 400 metri.

di Stefano Cugusi

Deluso dalla mancata qualificazione alla gara olimpica sui 42 km in gennaio, l’allievo di Alberto Salazar da aprile ha corso 4 volte i 5000 e altrettanti 10000. Tempi strepitosi per un maratoneta 13’14”72 il miglior 5000 e 27’36”09 nei 10000 dove con il 3° posto dei trials di Eugene ha raggiunto la qualificazione per la gara olimpica di Londra dove ha poi concluso al 13° posto con il tempo di 27’45”89.
Conclusa l’avventura olimpica e la stagione in pista, Ritz ha iniziato la preparazione per la maratona di Chicago. La tappa di avvicinamento è stata positiva, il 16 settembre ha corso la mezza maratona di Philadelphia in 60’57”.
Le prestazioni di questo atleta in maratona fino a domenica sono sempre state al di sotto del potenziale e delle aspettative, poca gloria infatti sulle strade di New York e Londra, sempre lontano dal podio e con un crono lontano dalle prestazioni mostruose degli ultimi tempi.
Dunque c’è spazio anche per gli atleti bianchi, gli americani lo hanno dimostrato soprattutto il gruppo che fa capo ad Alberto Salazar. 
Speriamo in un risveglio con numeri importanti anche da parte europeo e italiano sulle distanze lunghe. Tra i nostri, chi si è ritagliato spazio internazionale sono Ruggero Pertile, Andrea Lalli, Daniele Meucci e Stefano La Rosa., senza scordarci l’eroe di Atene Stefano Baldini. La crescita dei nostri è dovuta molto alle decisioni personali, di intraprendere periodi di allenamento e gare all’estero spesso a proprie spese per confrontarsi con i migliori al mondo e  fare bagaglio di tali esperienze.
Spesso la differenza tra bianchi e neri è nella mentalità.
Stefano Cugusi

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre