RICCARDI E AUDACIA RECORD CAMPIONI D’ITALIA

La 4×100 dell’Audacia Record festeggia
la vittoria (Fonte Colombo/Fidal)

E’ finita come l’anno scorso con l’Atletica Riccardi Milano e l’Audacia Record Roma che hanno conquistato il tricolore per la seconda stagione consecutiva. La Riccardi ha vinto il terzo scudetto nelle ultime quattro edizioni. Per le romane si tratta invece dell’undicesimo scudetto consecutivo. Le romane capitanate da Laura Bertuletti Massimi e Enrico Palleri hanno dominato la classifica finale con 181 punti davanti alla Camelot (148 punti) e al Cus Torino (138 punti). Successo netto anche per la Riccardi Milano di renato Tammaro che ha totalizzato 175,5 ounti, 21,5 in più rispetto ai campioni del 2010 dell’Atletica Bruni Vomano. Sul terzo gradino del podio é salita la Cariri Rieti con 151 punti

di Diego Sampaolo

Le pile di molti atleti sono ormai scariche ma non sono mancati risultati di rilievo come il 21″17 del triplista-sprinter Daniele Greco nei 200 metri, il 2.25 di Gianmarco Tamberi nel salto in alto maschile e il 4.20 diRoberta Bruni nel salto con l’asta femminile. .

Salto in alto maschile: Gianmarco Tamberi, tornato all’Atletica Vomano ha realizzato la migliore prestazione tecnica della seconda e ultima giornata dei Societari di Modena vincendo con la misura di 2.25 al terzo tentativo dopo essere stato l’unico a superare i 2.21. Il figlio d’arte marchigiano si è concesso a gara ormia vinta due tentativi a 2.30 e uno a 2.32. Bella gara per Giuseppe Carollo che vola a 2.18 e batte per tre centimetri Filippo Campioli.

Salto con l’asta femminile: Roberta Bruni, medaglia di bronzo ai Mondiali Juniores di Barcellona, vola a 4.20 al terzo tentativo e prova poi tre tentativi a 4.40, cinque centimetri in più rispetto al suo record italiano juniores.

200 metri maschili: Ottima prova del triplista Daniele Greco che ha fermato il cronometro in un ottimo 21″17 confermando le sue qualità di sprinter che lo rendono uno degli sprinter più veloci al mondo. Greco ha fatto meglio di Lorenzo Valentini che si è imposto in 21″33 nella seconda serie davanti a Diego Marani.

200 metri femminili: Manuela Levorato ha realizzato la doppietta vincendo i 200 metri in 24″28per sei centesimi di secondo sull’ostacolista Veronica Borsi dopo il successo della prima giornata sui 100. Marta Milani, tornata a gareggiare nella velocità per esigenze della sua società, l’Atletica Bergamo, si è ben difesa chiudendo al terzo posto in 24″47.

400 ostacoli maschili: Leonardo Capotosti dell’Atletica Bruni Vomano ha dominato in 52″48 con oltre un secondo secondo di vantaggio suLuca Barbero della Pro Sesto (53″59).

800 metri maschili: Mamadou Gueye dell’Atletica Bergamo 59 Creberg, ha prevalso in 1’50″79 al termine di una gara molto avvincente conclusa con un volatone finale in in 1’50″79 davanti a Dario Ceccarelli (1’50″94).

5000 metri maschili: Il keniano della Fratellanza Modena Solomon Yego si é imposto in 14’14″54 davanti a Jamel Chatbi della Riccardi (14’14″99).e allo junior Yassine Rachik (14’17″29).

400 ostacoli femminili: Successo netto di Elisa Scardanzan 8Atletica Valsugna Trentino) in 59″54 davanti alla primatista italiana Benedetta Ceccarelli (1’00″64).

Staffetta 4×400 maschile: Successo dell’Atletica Bergamo 1959 Creberg (composta da Daminelli, Oberti Crotti e Gueye) in 3’12″54 in un bel testa a testa con l’Assindustria Sport Padova (3’12″70).

Staffetta 4×400 femminile: Manuela Levorato fa tripletta vincendo anche la 4×400 in 3’46″50 con la maglia rossa della Camelot insieme alle compagne Giulia Alberti, Marina Mambretti e Marta Maffioletti. L’altra protagonista dell’week-end Marta Milani corre la seconda frazione della staffetta dell’Atletica Bergamo che vince la prima serie in 3’47″87, secondo miglior tempo assoluto.

Salto in lungo femminile: Elena Salvetti si è imposta a sorpresa con 6.01 per tre centimetri sulla favorita italo-ucraina Dariya Derkach.

Lancio del giavellotto femminile: A Zhara Bani è sufficiente un lancio di 51.23 per vincere agevolmente su Tiziana Rocco (49.35).

Lancio del peso maschile: L’intramontabile Paolo Dal Soglio, che vestivala maglia dell’Atletica Vicentina, è stato capace ancora di 17.84 per la sua ennesima vittoria in campo nazionale.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE