SFIDA RICCARDI- VOMANO AI SOCIETARI DI MODENA

La Riccardi difenderà il titolo italiano di società questo week-end a Modena un anno dopo lo straordinario successo di Sulmona della scorsa stagione che ha riportato le maglie verdi nell’Olimpo dell’atletica italiana solo due anni dopo il primo trionfo di Caorle 2009.

di Diego Sampaolo


La Riccardi guida la classifica nazionale dopo le fasi regionali davanti all’Atletica Vomano, la squadra che ha battagliato con il club milanese per la supremazia nazionale nelle ultime stagioni. Gli abruzzesi di Morro D’Oro si imposero nel 2010 a Borgo Valsugana ma la Riccardi si rprese lo scettro nella passata edizione. Quest’anno si preannuncia la rivincita tra la Riccardi, società che rappresenta la grande Milano, e Vomano, piccola realtà di provincia che ha saputo crescere negli anni grazie all’innesto di campioni come Giuseppe Gibilisco e Daniele Greco.

Non sarà però una lotta ristretta tra Riccardi e Vomano perché si giocheranno lo scudetto anche altre società da sempre agguerrite come la Cento Torri Pavia, terza nella graduatoria, e i padroni di casa della Fratellanza Modena, che potrà contare sul fattore campo, un aspetto non secondario in un contesto dove uno sport individuale si trasforma per due giorni in uno sport di squadra.

La Riccardi affronterà la trasferta in Emilia con una squadra di grande livello con tutte le sue stelle che torneranno a vestirela maglia verde. Fabio Cerutti e Diego Marani, azzurri della staffetta 4×100 agli Europei di Helsinki e alle Olimpiadi di Londra nella staffetta 4×100, saranno in gara rispettivamente nei 100 e nei 200. Cerutti fu splendido protagonista della due giorni di Sulmona vincendo i 100 metri in un ottimo 10”30 e la 4×100 in 40”61 insieme a Max Dentali, Paolo Pistono e Giovanni Tomasicchio. Secondo le starting list aggiornate la 4×100 dovrebbe scendere in campo con Cerutti, Tomasicchio, Dentali e Marani (con l’azzurrino Giacomo Tortu riserva).

Marani, ora in forza alle Fiamme Gialle, ha vissuto un’estate da protagonista. A Modena correrà in una sfida inedita contro il campione italiano del salto triplo Daniele Greco e i giovani quattrocentisti Lorenzo Valentini e Isalbet Juarez.

Dopo il titolo italiano under 23 a Misano Adriatico, Tre anni dopo la medaglia di bronzo agli Europei Juniores di Novi sad, Diego ha centrato una splendida finale sui 200 metri agli Europei assoluti a Helsinki grazie al 20”83 realizzato nella semifinale, un tempo che vale ampiamente il suo primato personale considerando le difficili condizioni climatiche e la curva stretta dello Stadio Olimpico della capitale finlandese. L’allievo dell’ex velocista azzurro Giovanni Grazioli ha poi proseguito la stagione con il secondo posto nei 200 metri ai Campionati Italiani di Bressanone in 20”92 (con vento contrario di -1.9 m/s) alle spalle di Andrew Howe che gli ha regalato la convocazione per la staffetta 4×100 alle Olimpiadi di Londra..Nella capitale britannica non ha corso ma ha fatto un’importante esperienza e ha respirato il clima olimpico. Nel dopo Olimpiadi Marani e Cerutti hanno gareggiato nel famoso Weltklasse allo Stadio Letzigrund di Zurigo con la 4×100 dell’Italia, che ha concluso in settima posizione in 39”56.
Cerutti si è laureato per la terza volta Campione Italiano dei 100 a Bressanone e ha disputato le semifinali dei 100 agli Europei di Helsinki e della staffetta 4×100 alle Olimpiadi di Londra dove l’Italia si è difesa con onore chiudendo in 38”58 al cospetto di un contesto stellare dove tutte le formazioni più forti hanno fatto registrare tempi sensazionali già nel turno di qualificazione. I 100 metri di Modena vedranno la sfida tra i due compagni di nazionale Cerutti e Simone Collio, che torna a gareggiare con la maglia della Pro Sesto.

Fabio Squillace, che si allena con Alessandro Nocera, stesso tecnico di Cerutti, correrà i 400 metri e la 4×400.Squillace ha disputato un’ottima stagione nella quale ha ottenuto il quarto posto ai Campionati Italiani sui 200 metri alle spalle di Howe, Marani e Davide Manenti e ha corso i 200 in 20”99 al meeting di Ginevra il 6 Giugno e i 100 in 10”40 il 23  Giugno.

La staffetta del miglio vedrà in gara Squillace, Giacomo Tortu, lo specialista dei 400 ostacoli Aramis Diaz e il campione italiano promesse dei 1500 metri Stefano Massimi.

Tortu ha vestito un’altra maglia azzurra ai Campionati Mondiali Juniores di Barcellona dove ha corso la 4×100 insieme a Alessandro Pino (suo “storico” rivale), Faustino Desalu e Giovanni Galbieri. Il 40”41 corso in batteria non è bastato agli azzurrini per accedere alla finale ma l’impresa di entrare tra le migliori otto del mondo non era facile vista la concorrenza spaventosa a livello planetario. Solo Polonia e Gran Bretagna hanno rappresentato il Vecchio Continente nella finale del Montjuic. Tortu e l’ostacolista Lorenzo Vergani (92° azzurro della Riccardi) hanno rappresentato la società milanese nella capitale della Catalogna.

Diaz ha migliorato il record sociale dei 400 ostacoli detenuto da Corrado Agrillo correndo in 50”10 in un meeting belga lo scorso 20 Agosto. L’ostacolista di origini cubane, allenato da Luca Menicocci, vinse lo scorso anno a Sulmona in 50”62 e contribuì al terzo posto della 4×400 in 3’14”67. Carlo Giuseppe Redaelli, due volte medaglia di bronzo sui 60 ostacoli ai Campionati Italiani Indoor, affronterà il ligure Samuele Devarti e il lombardo Hassane Fofana nei 110 ostacoli.

Massimi è stato uno dei tre campioni italiani under 23 di questa stagione insieme al giavellottista Stefano Nardini e al triplista Andrea Chiari. Sul finire dell’estate Massimi, arrivato questa stagione alla Riccardi, ha disputato l’insolita ma spettacolare staffetta americana con una rappresentativa italiana under 23 al Meeting di Zurigo dove gli azzurri hanno chiuso al secondo posto in 6’27”37 alle spalle della Norvegia.
Il mezzofondo vedrà anche il debutto in maglia verde in una grande rassegna societaria del marocchino Jamel Chatbi, che correrà sui 3000 siepi (lasua distanza prediletta) e sui 5000 metri. Chatbi cercherà la redenzione sportiva dopo la squalifica per doping e la Riccardi gli ha dato una seconda possibilità. Nei 1500 correrà Elia Polli che ha difeso i colori della Riccardi nella scorsa edizione di Sulmona. Nei 5000 sarà interessante seguire la sfida tra Chatbi, il campione italiano juniores dei 1500 Yassine Rachik (Cento Torri Pavia) e Isaac Tanui (Atletica Vomano), due società concorrenti della Riccardi per la lotta alla vittoria finale.

Punti importanti dovrebbero arrivare dal toscano Giacomo Puccini, campione italiano del lancio del giavellotto a Bressanone con il nuovo record sociale di 76.42. L’allievo di Claudia Coslovich ha gareggiato settimana scorsa a Firenze in una tappa di avvicinamento ai Societari ottenendo un buon 74.76 e arriva al’appuntamento di Modena ancora in grandi condizioni di forma. Il settore lanci sciera atleti navigati come Alessandro Castelli nel martello, Alessandro Beschi nel peso e Fabio Vian nel disco che sono in grado di garantire un bel bottino di punti.

La presenza del campione italiano indoor e under 23 Andrea Chiari è ancora incerta per una serie di problemi fisici che hanno condizionato la sua stagione dopo il titolo italiano under 23 di Misano Adriatico e potrebbe essere sostituito dall’ottimo Andrea Carenini, secondo ai Campionati Italiani Indoor di Ancona nel 2011.  Il triplo sarà una delle gare più spettacolari della rassegna tricolore per la presenza di Daniele Greco (Atletica Vomano) che è stato quarto alle Olimpiadi di Londra nella gara che ha regalato la medaglia di bronzo a Fabrizio Donato.

Nel lungo sarà in gara il campione italiano promesse indoor Federico Chiusano, mentre nel salto in alto torna a vestire la maglia verde Giuseppe Carollo, azzurro ai Mondiali Juniores di Bydszgosz 2008 e ai Mondiali allievi di Ostrava 2007. Sulla pedana dell’alto ci sarà l’olimpionico Gianmbrco Tamberi, un altro dei personaggi copertina della rassegna di Modena. Il giovane figlio d’arte marchigiano, quinto agli Europei di Helsinki, sarà in gara con la maglia dell’Atletica Vomano che schiera anche l’ex campione del mondo del salto con l’asta Giuseppe Gibilisco.  

Un altro importante ritorno in maglia verde sarà quello del marciatore Andrea Adragna, azzurro alla Coppa del Mondo di marcia nella 50 km di Chihuahua 2010.   

La squadra della Riccardi per il CDS di Modena (22/23 Settembre 2012):
Metri 100  Fabio Cerutti
Metri 200 Diego Marani
Metri 400 Fabio Squillace
Metri 800 Stefano Massimi
Metri 1500 Elia Polli
Metri 5000 Jamel Chatbi
Metri 110 ostacoli  Carlo Redaelli
Metri 400 ostacoli Aramis Diaz
Metri 3000 siepi  Jamel Chatbi
Salto in alto  Giuseppe Carollo
Salto in lungo  Federico Chiusano
Salto triplo  Andrea Chiari o Andrea Carenini
Salto con l’asta Francesco Villa o Stefano Data
Giavellotto  Giacomo Puccini
Disco Fabio Vian
Peso Alessandro  Castelli
Martello Alessandro Beschi
Marcia Andrea Adragna
4 x 100   Cerutti – Tomasicchio – Dentali – Marani (Tortu)
4 x 400  Squillace – Tortu – Diaz – Massimi  o Rizzi

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE