GRECO E TAMBERI STELLE DELLA FINALE ORO DEI SOCIETARI

Daniele Greco festeggia il quarto  posto
a Londra 2012 (Fonte Colombo/Fidal)

Modena concluderà la lunga stagione dell’atletica italiana in pista ospitando la Finale Oro dei Campionati Italiani di Società in questo fine settimana. Le migliori 12 società civili d’Italia si daranno battaglia per conquistare lo scudetto 2012. I societari sono il momento per i club italiani di atletica il momento culminante della stagione agonistica. Per l’occasione gli atleti militari torneranno a vestire la maglia della società civile di provenienza
di Diego Sampaolo

.

I societari rappresentano un momento di festa per le società italiane che sono il motore del nostro movimento. Lo scudetto maschile dovrebbe essere una sfida tra i campioni in carica dell’Atletica Riccardi Milano dell’intramontabile Renato Tammaro e l’Atletica Bruni Vomano, che vinse nel 2010 nell’edizione di Borgo Valsugana. Nella classifica dopo le fasi regionali la Riccardi guida davanti a Vomano, alla Cento Torri Pavia. In campo femminile le campionesse uscenti dell’Audacia Record si candidano all’undicesimo titolo. Le romane guidano la classifica dopo le fasi regionali davanti alla Camelot Milano e alla Studentesca Cariri Rieti.
Saranno tanti gli azzurri che gareggeranno nella Finale Oro di Modena e nella Finale Argento in programma contemporaneamente a Campi Bisenzio in Toscana.

La stella di Modena 2012 sarà Daniele Greco, splendino protagonista della finale olimpica del salto triplo con 17.34 alle spalle dell’amico Fabrizio Donato. Greco, che difenderà i colori dell’Atletica Vomano, gareggerà anche sui 200 metri dove sfiderà il finalista europeo di Helsinki Diego Marani che tornerà a correre per la Riccardi Milano, società che lo ha lanciato nel 2009 nell’anno della medaglia di bronzo agli Europei Juniores di Novi Sad sui 200.

Greco ha dimostrato le sue qualità di velocista settimana scorsa correndo in 10″47. In gara sui 200 metri anche il reatino della Cariri Lorenzo Valentini e lo specialista dei 400 dell’Atletica Bergamo Isalbet Juarez.
Si preannuncia elettrizzante la sfida tra i due azzurri della staffetta 4×100 Fabio Cerutti della Riccardi e Simone Collio della Pro Sesto. Lo scorso anno Cerutti contribuì in modo significativo al trionfo della Riccardi vincendo i 100 e la staffetta 4×100.

L’altro piatto forte sarà il salto in alto maschile dove scenderà in pedana il campione italiano Gianmarco Tamberi (ATletica Vomano) che ha saltato 2.31 in occasione del titolo italiano a Bressanone e ha vestito l’azzurro agli Europei di Helsinki (quinto con 2.24) e alle Olimpiadi di Londra (eliminato in qualificazione). Gareggerà per Vomano anche l’ex campione del mondo del salto con l’asta Giuseppe Gibilisco che sarà in gara contro Marco Boni dell’Assindustria Sport Padova.

Il mezzofondo sarà illuminato dal giovane reatino Mohamed Abdikadar che in questa stagione si é qualificato per la finale dei 1500 metri ai Mondiali Juniores di Barcellona e ha stabilito la seconda migliore prestazione italiana juniores sui 1500 correndo in 3’39″53 in occasione del meeting di Rieti. Solo Stefano Mei ha corso più velocemente a livello juniores nella storia dell’atletica italiana.

Tornerà alle gare dopo una squalifica per doping il marocchino Jamel Chatbi che vestirà la maglia della Riccardi sui 5000 metri e sui 3000 siepi. Sui 5000 Chatbi affronterà il campione italiano juniores dei 1500 Yassine Rachik della Cento Torri Pavia.
Negli ostacoli interessanti sfide tra Samuele Devarti del Cus Genova e Hassane Fofana dell’Atletica Bergamo sui 110 hs e Leonardo Capotosti di Vomano contro Aramis Diaz, cubano della Riccardi che ha recentemente portato il suo personale a 50″10.

A livello femminile la protagonista della rassegna potrebbe essere la giovane reatina Roberta Bruni, medaglia di bronzo ai Mondiali Juniores di Barcellona. La portacolori della Cariri ha recentemente sfiorato il record italiano juniores al meeting della sua città dove é andata vicina a saltare 4.36.
L’Audacia Record schiera la promettente italo-ucraina Dariya Derkach che doppierà lungo e triplo. Bella la sfida del salto in alto tra l’ex primatista italiana juniores e bronzo ai Mondiali Under 20 Elena Vallortigara e la campionessa italiana Chiara Vitobello  L’Audacia Record potrà contare anche sull’apporto dell’ostacolista Veronica Borsi che recenteemte ha sfiorato per appena due centesimi il suo record dei 100 ostacoli correndo in 13″07 al meeting di Rovereto.

Marta Milani tornerà a correre 200 e 400 con la maglia dell’Atletica Bergamo. sua società di provenienza.
Gli altri duelli più interessanti saranno i 100 metri con la torinese del Cus Torino Martina Amidei e Ilenia Draisci dell’Audacia Record e il disco con la finalista europea di Helsinki Tamara Apostlico e Laura Bordignon.

Nella finale Argento saranno impegnati diversi azzurri reduci dalle grandi manifestazioni internazionali dell’estate.Le stelle impegnate a Campi Bisenzio saranno la campionessa europea indoor Simona La Mantia, in gara nel triplo e nel lungo e la campionessa mondiale juniores del salto in alto Alessia Trost. Settimana scorsa la Trost ha saltato 1.90 prima di sfiorare l’assalto a 1.94 e potrebbe riprovarci questo fine settimana. Sarà interessante seguire alcune giovani emergenti come la marciatrice della Lecco Colombo Costruzioni Eleonora Giorgi, splendida protagonista alle Olimpiadi con ilsuo eccellente quattordicesimo posto nella 20 km, e la primatista italiana allieve Ottavia Cestonaro che ha contribuito al terzo posto dell’Atletica Vicentina con la doppia vittotia nel salto triplo e nei 100 ostacoli.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE