MERRITT ILLUMINA BERLINO: 12″97

Oltre 55000 spettatori erano presenti all’Olympia Stadion di Berlino perla settantunesima edizione del Meeting Istaf di Berlino, appuntamento valevole per il World Challenge IAAF.
Il tradizionale meeting tedesco si conferma uno dei meeting con maggiore presenza di pubblico delmondo battendo  anche molti appuntamenti della Diamond League, alla quale l’Istaf meriterebbe di appartenere.
L’Istaf 2012 è stato illuminato dal campione olimpico Aries Merritt che ha siglato un eccellente 12”97 nei 110 ostacoli che ha cancellato il precedente record del meeting (13”02) detenuto addirittura dal 1989 da Roger Kingdom (in un’epoca nella quale Berlino era divisa dal Muro) e da Colin Jackson che vinse sempre in 13”02 nel 1994.
di Diego Sampaolo


Per Merritt si tratta del settimo tempo stagionale sotto il muro dei 13 secondi. “Significa per me molto aver battuto il record del meeting di Roger Kingdom e Colin Jackson. Son contento di essere sceso ancora sotto i 13 secondi. Per il record del mondo potrò batterelo l’anno prossimo”, ha detto Merritt.

Il caloroso pubblico  dell’Olympiastadion si aspettavano la trentatreesima vittoria consecutiva del campione olimpico Robert Harting che non ha deluso le attese allungando la sua striscia vincente a 34 gare consecutive imponendosi nel lancio del disco con 67.40 davanti all’immortale lituano Virgilius Alekna (66.63) e alpolacco Piotr Malachowski (66.17).
“All’inizio della gara ho incontrato qualche difficoltà ma avevo buone sensazioni. Gli ultimi allenamenti erano andati bene. Sapevo di valere 67 metri”, ha detto Harting.

In occasione delle Olimpaidi di Londra Harting celebrò la medadaglia d’oro superando gli ostacoli posizionati prima della finale dei 100 ostacoli. Anche a Berlino Harting ha incontrato Aries Merritt per una speciale “sessione” di allenamento sugli ostacoli. “Robert Harting mi ha insegnato come lanciare il disco mentre io l’ho istruito  sulla tecnica di superamento degli ostacoli”, ha dettoscherzanod Merritt.

Un altro campione olimpico di Londra Felix Sanchez ha vinto agevolmente i 400 ostacoli in 48″89.
Erano presenti tutti gli otto  medaglisti tedeschi delle Olimpiadi che non hanno tradito le attese. Nel lancio del martello femminile che vedeva in gara tutto il podio di Londra la vittoria è andata alla berlinese di nascita Heidler che con un lancio di 75.18 ha avuto la meglio sulla cubana Yipsi Moreno (73.87),sulla polacca Anita Wlodarczyk (73.80) e sulla russa Tatyana Lysenko (72.39).

Un’altra gara che presentava tutto il podio delle Olimpiadi é stata quella del lancio del giavellotto femminile ma a rovinare la festa é stata la sudafricana Sunette Viljoen che con un lancio da 67.52 all’ultimo tentativo ha replicato al 66.83 della doppia campionessa  olimpica Barbora Spotakova sempre alla sesta prova.
Di grandissimo livello anche il lancio del peso maschile dove il bronzo olimpico Reese Hoffa che con un lancio da 21.37 ha replicato al 21.31 del due volte campione olimpico Tomas Majewski. Oltre i 21 metri anche il campione del mondo indoor Ryan Whiting che ha ottenuto un miglior lancio di 21.17.

Il mezzofondo veloce ha offerto la galoppata di Mohamed Aman che si é imposto negli 800 metri in 1’43″62 solo tre giorni dopo aver battuto il primatista mondiale David Rudisha a Zurigo. In evidenza il diciassettenne keniano Edwin Mellyche con 1’44″36 ha mancato di quattro centesimi di secondo il suo record personale stabilito a Stoccolma il 17 Agosto.

Più sofferta é stata la vittoria dell’ex campionessa olimpica Pamela Jelimo che ha dovuto per avere ragione per dieci centesimi sulla giovane del Burundi Nyonsaba in 1’5 8″68. L’etiope Sofia Assefa si é imposta nei 3000 siepi femminili in 9’21!64 riscattand o la squalifica della gara di Zurigo che l’é costata la vittoria finale nella Diamond League.
Nixon Chepseba ha prevalso sui 1500 metri in 3’33211 sui connazionali Birgen (3’33″41) e Ndiku (3’33″43).

Il resto del meeting berlinese ha fatto registrare i 10″00 sui 100 metri del giamaicano Bailey Coleche sui 100 ha avuto la meglio per sette centesimi di secondo sull’ex campione del mondo Kim Collins, il 12″72 della statunitense Kellie Wells sui 100 ostacoli. Il pubblico tedesco ha festeggiato la fresca medaglia d’argento olimpica di Biorn Otto che ha vinto nel salto con l’asta con 5.78 per dieci centimetri sul connazionale Malte Mohr.    

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
STELVIO MARATHON SOGNA IN GRANDE PERCORSO GIÀ SEGNALATO E TESTABILE!
DOMENICA 29 OTTOBRE C’E’ LA MEZZA MARATONA D’ITALIA A IMOLA
BRESCIA ART MARATHON 2018: 31 OTTOBRE…ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE