NOVE CAMPIONI OLIMPICI AL MEETING ISTAF DI BERLINO

Oltre 52000 biglietti sono stati venduti per la settantunesima edizione del Meeting Istaf di Berlino, tappa tedesca del World Challenge della IAAF in programma domani pomeriggio nello storico Olympia Stadion di Berlino, teatro dei Campionati del Mondo del 2009.
di Diego Sampaolo

Il meeting berlinese richiamerà ben nove campioni olimpici di Londra, quattro campioni del mondo di Daegu e sei medaglie d’oro europee di Helsinki. Tutti gli otto medaglisti olimpici tedeschi degli ultimi Giochi saranno in gara a Berlino e richiameranno le maggiori attenzioni dello sportivo e competente pubblico berlinese. Pochi meeting al mondo possono vantare così tanti spettatori come l’Istaf di Berlino che pochi anni fa fece registrare addirittura 70000 persone.

 

Il campione più applaudito sarà l’idolo locale Robert Harting che alle Olimpiadi di Londra ha vinto l’oro nel lancio del disco completando il Grande Slam dopo i successi ai Mondiali di Berlino e Daegu e l’oro europeo di Helsinki. Harting, che è nato e cresciuto nella capitale tedesca, rinnoverà il duello con il polacco Piotr Malachowski (quinto alle Olimpiadi), uno dei pochi negli ultimi anni capaci di battere il tedesco in una grande manifestazione negli ultimi anni in occasione degli Europei di Barcellona 2010.

 
Harting detiene la striscia di vittorie consecutive più lunga con 33 successi di fila dall’Agosto 2010 quando perse dal Canario di Tenerife Mario Pestano a Nottwil in Svizzera. Harting, che ha riportato la Germania sul podio più alto delle Olimpiadi dodici anni dopo i successi dell’ottocentista Nils Schumann e della lunghista Heike Drechsler, é diventato il personaggio più popolare dell’atletica tedesca non solo per i risultati sportivi ma anche per i modi pittoreschi di festeggiare le vittorie come é successo alle Olimpiadi di Londra quando si é strappato la maglietta con un gesto da incredibile Hulk e ha superato nelgiro d’onore le barriere dei 100 ostacoli posizionate prima della finale poi vinta dall’australiana Sally Pearson. Berlino é tappezzata di manifesti che raffigurano la faccia di Harting. A Wittenburgsplatz un maxiposter 50 metri per 56 raffigura Robert mentre scaglia il disco.

Un’altra sfida Germania-Polonia sarà quella tra il tedesco David Storl, campione mondiale a Daegu e vice campione olimpico a Londra, e il due volte campione olimpico Tomas Majewski. A Londra Majewski ha rivinto l’oro olimpico quattro anni dopo Pechino battendo per appena tre centimetri su Storl (21.89 a 21.86). Storl é confermato dagli organizzatori nonostante un infortunio nella gara del Weltklasse di Zurigo.

I lanci, tradizionale specilità di parata dell’atletica tedesca, saranno il piatto forte del meeting tedesco anche nel programma femminile dove sia il giavellotto che il martello richiameranno tutto il podio delle Olimpiadi di Londra. Nel giavellotto la due volte campionessa olimpica Barbora Spotakova, vincitrice a Londra con 69.55, rinnoverà la sfida con le beniamine del pubblico tedesco Christina Obergfoll e Lindra Stahl, argento e bronzo a Londra.

Nel martello femminile i fari saranno puntati su Betty Heidler, berlinese di nascita ma residente a Francoforte. La primatista del mondo (79.42) ha vinto recentemente la medaglia di bronzo a Londra dietro a Tatyana Lysenko e alla polacca Anita Wlodarczyk che gareggeranno sulla pedana di Berlino in una vera e propria rivincita delle Olimpiadi.

In pista il momento clou sarà rappresentato dai 110 ostacoli dove il campione olimpico e oro mondiale indoor Aries Merritt che inseguirà un altro tempone dopo aver corso sei volte sotto i 13 secondi con il 12”92 come miglior tempo mondiale dell’anno stabilito in occasione del trionfo olimpico a Londra.

 
Il mezzofondo propone il diciottenne etiope Mohamed Aman che Giovedì sera al Weltklasse di Zurigo ha battuto per la seconda volta il primatista mondiale David Rudisha sotto la pioggia correndo in 1’42″53, nuovo record nazionale. Aman dovrà prestare attenzione al giovane Leonard Kosencha, campione del mondo allievi lo scorso anno a Lilla davanti proprio a Aman. Kosencha non si é qualificato per le Olimpiadi ma ha vinto due gare di Diamond League a Shanghai e Roma e ha corso in 1’43″40 a Montecarlo.

 

Un altro fresco campione olimpico di Londra in gara a Berlino sarà il trentacinquenne Felix Sanchez che ha rivinto il titolo olimpico otto anni dopo il primo successo di Atene.

Il favorito dei 100 metri maschili sarà il campione olimpico e primatista mondiale della staffetta 4×100 Michael Frater, uno dei quattro giamaicani primatisti del mondo del quartetto giamaicano che ha incantato a Londra con il fantastico record di 36”84. Molto interessanti anche i 100 femminili con la trini degna Kelly Ann Baptiste (bronzo ai mondiali), l giamaicana Kerron Stewart e la statunitense Bianca Knight, campionessa olimpica e primatista del mondo con la staffetta 4×100 statunitense a Londra.

Il pubblico tedesco potrà festeggiare i saltatori con l’asta Bjorn Otto e Raphael Holzdeppe, argento e bronzo sia agli Europei sia alle Olimpiadi, impegnati contro l’ex campione olimpico e mondiale Steve Hooker e lo l’oro mondiale di Osaka 2007 Brad Walker. Nel salto in lungo il fresco campione olimpico Greg Rutherford affronterà il campione europeo di Helsinki Sebastian Bayer che in questa stagione ha saltato 8.34, un centimetro in meno rispetto al britannico, eroe olimpico del Super Saturday olimpico nel quale la Gran Bretagna ha vinto tre ori nel giro di 45 minuti con Rutherford, Jessica Ennis nell’eptathlon e Mo Farah nei 10000 metri.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE