EMOZIONI OLIMPICHE A LOSANNA

Sale l’attesa per Athletissima, il meeting della Samsung League di Losanna che festeggia la sua trentasettesima edizione giovedì 23 Agosto allo Stade Olympique de la Pontaise dove è stato annunciato il tutto esaurito da alcune settimane.
Ben 19 medaglie d’oro e 56 atleti saliti sul podio alle Olimpiadi di Londra saranno in gara nella bella città svizzera affacciata sul Lago Lemano. Il cast messo in piedi dallo storico organizzatore di Athletissima Jacky Delapierre è sicuramente uno dei migliori tra quelli proposti nella Diamond League di quest’anno. Molte gare presentano un cast davvero degno di un’Olimpiade.  Molte gare presenteranno quasi tutti i finalisti dei Giochi e i tre medagliati olimpici. Una vera Olimpiade nella città culla dell’Olimpiade che ospita il Museo Olimpico e la sede del Comitato Olimpico Internazionale.

di Diego Sampaolo

200 metri maschili: LA MIGLIORE CURVA DEL MONDO

Usain Bolt che oggi festeggia il suo ventiseiesimo compleanno, torna a Losanna per la sesta volta in un meeting a lui tanto caro dove ha vinto sui 200 metri nel 2008 in 19”63 all’indomani dei trionfi di Pechino e nel 2009 in 19”59 sotto il diluvio. Il fuoriclasse giamaicano, sei volte campione olimpico tra Pechino e Londra nei 100, 200 e nella staffetta 4×100, fece il debutto a Losanna nel 2006 arrivando terzo in 19”88 alle spalle di Xavier Carter (19”63) e Tyson Gay (19”70). Nel 2007 fu battuto da Gay in una serata molto fredda. Nell’ultima apparizione alla Pontaise Bolt ha vinto i 100 metri in 9”82 battendo Yojan Blake, anora giovane astro nascente.

“E’ sempre un grande piacere gareggiare a Losanna. La Pontaise ha una delle migliori curve del mondo”, ha detto Bolt.

“A Londra ho raggiunto tutti i miei obiettivi. Sono diventando una leggenda dello sport. Prima delle Olimpiadi qualcuno dubitava di me e i miei avversari pensavano di potermi battere. Ora sono allo stesso livello di Michael Johnson. Ora non ho più niente da dimostrare”, ha detto Bolt alle Olimpiadi Londra dove ha vinto 100 e 200 metri e staffetta 4×100.

A Losanna Bolt troverà il bronzo olimpico Warren Weir, compagno di allenamenti di Bolt e Blake, il tre volte medagliato mondiale Wallace Spearmon (quarto a Londra in 19”90), l’olandese Churandy Martina (quinto sui 200 e sesto sui 100 a Londra) e il giovane Jason Young, vincitore al meeting di Lucerna in un sorprendente 19”86.

100 metri maschili: BLAKE-GAY-BAILEY

Ad eccezione di Asafa Powell (infortunato) e di Justin Gatlin (reduce da un’intossicazione alimentare) i 100 metri presentaranno sei finalisti di Londra sui 100 metri su otto con in testa Yohan Blake, secondo sui 100 in 9”75 e sui 200 in 19”44 e campione olimpico con la 4×100 in 36”84 (primato mondiale) e Tyson Gay, quarto a Londra in 9”80 e vice campione olimpico con la 4×100. Da seguire anche Ryan Bailey, quinto a Londra in 9”88 e vincitore settimana scorsa a Stoccolma in 9”93 e Churandy Martina, sesto a Londra. Blake ha già corso nove volte sotto i 10 secondi (con due 9”75 ai Trials Giamaicani di Kingston dove ha battuto Bolt e a Londra alle Olimpiadi)  Ha già gareggiato in Svizzera in questa stagione a Lucerna dove ha corso in 9”85.

Blake ha partecipato oggi all’allenamento dei ragazzini a Friborgo insegnando ai più piccoli i fondamentali dell’atletica. Un’iniziativa promozionale che verrà ripetuta settimana prossima in occasione del meeting di Zurigo per avvicinare i più giovani alla pratica dell’atletica.

100 metri femminili: TUTTO IL PODIO DI LONDRA PRESENTE

Anche i 100 femminili si preannunciano come la rivincita delle Olimpiadi con le prime tre dei Giochi: la doppia campionessa olimpica di Pechino e Londra Shelly Ann Fraser, la campionessa mondiale e argento olimpico Carmelita Jeter e Veronica Campbell Brown, due volte campionessa olimpica sui 200 metri nel 2004 e nel 2008 e bronzo a Londra sui 100.

110 metri ostacoli: MERRITT-RICHARDSON:

Un’altra gara che presenta tutto il podio olimpico di Londra sarà quella dei 110 ostacoli con l’oro Aries Merritt, l’argento Jason Richardson e la medaglia di bronzo Hamale Parchment della Giamaica. La pista della Pontaise é sempre stata magica per i 110 ostacoli che nel 2006 videro il record del mondo di Liu Xiang che corse in 12”88, tempo migliorato di un centesimo di secondo da Dayron Robles nel 2008 a Ostrava. Merritt insegue un altro grande tempo sotto i 13 secondi nella sua prima gara dopo le Olimpiadi dove ha vinto in 12”92 riportando l’oro olimpico dei 110 ostacoli 16 anni dopo Allen Johnson a Atlanta 1996. Torna anche David Oliver che ha dato segnali di ripresa pochi giorni fa vincendo al Decanation di Albi in 13”07. Da seguire anche il campione europeo Sergey Shubenkov che ha ripetuto il record russo al meeting di Linz correndo in 13”09.

100 ostacoli femminili: HARPER CONTRO WELLS

In assenza della campionessa olimpica Sally Pearson, che ha deciso di chiudere la stagione per infortunio e di tornare in Australia, saranno in gara l’argento olimpico Dawn Harper, seconda a Londra in un eccellente 12”37 (a due centesimi dalla medaglia d’oro), e Kellie Wells, medaglia di bronzo.

400 metri maschili: JAMES-SANTOS-GORDON: TUTTO IL PODIO DI LONDRA: Kirani James di Grenada si é laureato campione olimpico a 19 anni vincendo in 43”94, il tempo più veloce mai realizzato da yb atleta non statunitense. James è diventato un idolo a Grenada dove gli hanno dedicato un’autostrada (la Kirani James motorway). James è ancora molto in forma come dimostrato ieri sera a Linz dove ha vinto in 44”46, terzo tempo della sua carriera. James farà il suo debutto a Losanna dove incontrerà il diciottenne Luguelin Santos, campione del mondo juniores a Barcellona e argento olimpico a Londra a 18 anni, il bronzo olimpico Lalonde Gordon di Trinidad and Tobago e il campione europeo di Barcellona 2010 Kevin Borlée.

Un’altra campionessa olimpica in gara a Losanna sarà la russa Nataliya Antyukh, vincitrice nei 400 ostacoli che ritroverà la ceca Zuzana Hejnova, terza a Londra e vincitrice al meeting di Montecarlo, la campionessa europea Irina Davydova e la giamaicana Kaliese Spencer, quarta ai mondiali di Daegu e alle Olimpiadi di Londra.

Salto con l’asta maschile: LAVILLENIE-OTTO- HOLZDEPPE: Renaud Lavillenie, fresco campione europeo e olimpico in una stagione da incorniciare nella quale ha perso solo due volte, inseguirà la terza vittoria consecutiva a Losanna dopo i successi del 2010 e 2011. Ritroverà un cast fantastico con i primi cinque delle Olimpiadi guidati da Bjorn Otto, secondo agli Europei e alle Olimpiadi rispettivamente con 5.92 e 5.91 a 34 anni, e il bronzo olimpico e europeo Rahael Holzdeppe, talento rivelatosi a 18 anni quando vinse i Mondiali Juniores. In gara anche il russo Dmotriy Starobutsev e il britannico Steve Lewis, quarto e quinto a Londra con 5.75.

Ivan Ukhov, che a Losanna si fece conoscere al pubblico di you tube per essersi presentato ubriaco nell’edizione del 2008 di Athletissima, ritornerà a Losanna da campione olimpico del salto in alto. Sulla pedana della Pontaise ritroverà il britannico Robbie Grabarz e il qatariota Mutaz Essa Barshim, che si sono divisi la medaglia di bronzo a Londra con 2.29. Barshim ha vinto settimana scorsa al meeting di Eberstadt nella mecca del salto in alto con 2.35.

Il cast dei salti presenta altre due campionesse olimpiche come Brittney Reese nel lungo (7.12 a Londra ma solo 6.23 a Stoccolma) e la kazaka Olga Rypakova nel triplo. Entrambe le gare presenteranno medagliste olimpiche. Oltre alla Reese ci saranno anche la russa Yelena Sokolova, argento con 7.07 e Janay De Loach, bronzo con 6.89). Nel triplo la Rypakova ritroverà la campionessa europea e mondiale Olga Saladukha, bronzo a Londra.

Valerie Adams riceverà il caloroso applauso dei suoi fans dopo la vittoria olimpica di Londra (ottenuta dopo la squalifica per doping della Ostapchuk che aveva originariamente vinto la gara olimpica). In gara ci sarà l’unica azzurra Chiara Rosa, terza agli Europei di Helsinki.

Cast degno delle Olimpiadi anche nel giavellotto femminile dove scenderanno in pedana Barbora Spotakova, laureatasi per la seconda volta campionessa olimpica a Londra grazie ad un lancio da 69.55, Christine Obergfoll (31 anni il 22 Agosto alla vigilia del meeting), argento a Londra e bronzo a Pechino e l’altra tedesca Linda Stahl, campionessa europea a Barcellona e bronzo olimpico a Londra.

Tre dei primi quattro delle Olimpiadi in gara nel disco: Ehsan Hadadi, primo medagliato iraniano della storia delle Olimpiadi, il bronzo Gerd Kanter e il quarantenne lituano Virgilius Alejna, quarto alla sua quinta Olimpiade ma capace di grandissime misure in questa stagione.  

Mezzofondo con Kipsiele Koech, Matelong nei 3000 siepi, Savinova negli 800

I 3000 siepi offriranno un’occasione di rivincita per Paul Kipsiele Koech primo nelle liste mondiali dell’anno con 7’54”31 contro il bronzo olimpico Abel Mutai e il campione del mondo juniores Conseslus Kipruto che a Montecarlo ha realizzato la seconda migliore prestazione mondiale under 20 di sempre con 8’03”49.

Tre delle prime quattro delle Olimpiadi Maria Savinova, Yekaterina Poistogova e Pamela jelimo daranno vita ad un 800 femminili degno di una finale olimpica o mondiale. Da seguire Yelena Kofanova, prima a Montecarlo il 20 Luglio, e Francena Nyonsaba diciannovenne del Burundi, rivelatasi a Montecarlo con 1’58”67 e poi finalista olimpica a Londra.

I keniani Silas Kiplagat e Nixon Chepseba, usciti sconfitti dai 1500 metri olimpici, proveranno a riscattarsi con grandi prestazioni cronometriche in una gara che presenta anche l’argento olimpico Leonel Manzano e il terzo dei Mondiali di Daegu Matthew Centrowitz. I 3000 femminili offrono un cast di qualità con nomi importanti come l’ex campionessa mondiale juniores di cross e dei 3000 Mercy Cherono, Gelete Burka e la due volte medaglia d’argento mondiale Sylvia Kibet.

.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
21 gennaio: i risultati delle gare “firmate” da Timing Data Service
27 gennaio-1 febbraio: quanti appuntamenti “TDS”
Montefortiana da record: 25.000 podisti al via!
Abbigliamento Accessori Calzature
Garmin Forerunner® 645 Music: tecnologia e musica per tutti i runner
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS