4×100 FEMMINILE NELLA STORIA: 40″82 RECORD DEL MONDO

Clamorosa impresa della staffetta 4×100 statunitense femminile che ha frantumato il record del mondo che resisteva da 27 anni addirittura dai tempi della Germania Est. Il quartetto formato da Tianna Madison, Allyson Felix, Bianca Knight e Carmelita Jeter è entrato nella storia con un sensazionale 40”82 che ha abbassato di 55 centesimi il vecchio primato di 41”37, il più grande margine di miglioramento nella storia della specialità. La Giamaica che schierava una formazione sll-stars con Shelly Ann Fraser, Sherone Simpson, Veronica Campbell Brown e Kerron Stewart ha fermato il cronometro in 41”44, stabilendo la terza migliore prestazione all-time a q2attro centesimi dal vecchio record ! Gloria per la staffetta ucraina che ha vinto la medaglia di bronzo con il nuovo record nazionale.
di Diego Sampaolo

“E’un onore far parte della squadra che ha battuto il record del mondo  Chi avrebbe immaginato che potessimo battere il record ?”, ha detto la Felix, che esce da questi Giochi con due ori nei 200 e nella 4×100 e potrebbe aggiungerne un altro se dovesse essere impiegata nella 4×400 dove vinse il titolo olimpico a Pechino 2008. Il record era nell’aria dopo che gli Stati Uniti avevano fatto segnare un eccellente 41”64 in semifinale senza alcune delle migliori velociste lasciate a riposo.
Carmelita Jeter ha completato la sua collezione di medaglie olimpiche dopo l’argento nei 100 e il bronzo nei 200. Shelly Ann Fraser ha vinto un oro nei 100 e due argenti nei 200 e nella 4×100 ai quali si aggiunge la vittoria a Pechino 2008. Era dal 1996 che gli Stati Uniti non vincevano la medaglia d’oro nella 4×100 dopo che le ultime tre edizioni dei Giochi avevano visto le vittorie delle Bahamas (2000), della Giamaica (2004) e della Russia (2008).
BAHAMAS D’ORO NELLA 4×400
Storica impresa della 4×400 maschile delle piccole Bahamas che ha vinto la medaglia d’oro battendo gli Stati Uniti con un fantastico 2’56”72. Il quartetto delle Bahamas è partito fortissimo nelle prime due frazioni di Demetrius Pinder e Chris Brown (cronometrato in 43”5 sul lanciato). Un’eccellente 43”41 di Tony McQuay ha permesso agli Stati Uniti di passare in testa ma nel finale l’ultimo frazionista delle Bahamas Ramone Miller ha superato Angelo Taylor sul rettilineo finale. Trinidad and Tobago ha vinto la medaglia di bronzo in 2’59”40, medaglia di bronzo. Chissà cosa succederà alle Bahamas quando i quattro eroi della piccola isola caraibica torneranno a casa ? Nel 2000 a Sydney la staffetta 4×100 femminile vinse la medaglia d’oro e alle quattro staffettiste fu regalato un pezzo di terreno.
TEMPI DA FAVOLA NELLE BATTERIE DELLA 4×100 MASCHILE
Tempi incredibili nelle due semifinali della staffetta 4×100 dove la Giamaica senza Usain Bolt ma con Yohan Blake in terza frazione oltre a Nesta Carter e Michael Frater ha stampato un incredibile 37”39, mentre nella seconda semifinale gli Stati Uniti senza Tyson Gay ma con Justin Gatlin in ultima frazione ha fermato il cronometro in 37”38, un centesimo meglio rispetto ai rivali caraibici. Prepariamoci al primo meno 37 secondi nella storia della 4×100 in finale dove Canada (38”05), Giapone (38”07), Trinidad and Tobago (38”10) e Francia (38”15) lotteranno per il terzo gradino del podio.
L’Italia con Simone Collio, Jacques Riparelli, Davide Manenti e Fabio Cerutti si è battuta con onore chiudendo in un discreto 38”58 ma nulla ha potuto contro lo strapotere di squadre troppo più forti.
Nella staffetta 4×400 femminile il miglior tempo delle semifinali è stato realizzato dagli Stati Uniti con 3’22”09 (con una frazione di Dee Dee Trotter in 49”78). Russia e Gran Bretagna hanno fatto segnare il secondo e il terzo tempo con 3’23”11 e 3’25”05. L’Italia con Maria Enrica Spacca, Chiara Bazzoni, Elena Maria Bonfanti e Libania Grenot ha fatto quello che poteva chiudendo la semifinale in 3’29”01 ma non è bastato.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Torna “Il 3000 di Emilio” in sostegno della Fondazione Operation Smile Italia Onlus
Conto alla rovescia per l’edizione nr. 45 di “Mugello Marathon”
Abu Dhabi Sports Council e ADNOC annunciano il percorso della prima ADNOC Abu Dhabi Marathon
Abbigliamento Accessori Calzature
Brooks lancia i modelli Levitate 2, Bedlam e Ricochet, dotati di intersuola con tecnologia DNA AMP
FreeLifenergy e Sziols Sport Glasses, una partnership naturale
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
#pastaparty
Carolina Chisalé, vincitrice Salomon Running 2017 a #pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile