OTTAVA VALERIA STRANEO – ORO ETIOPE

Grande gara di Valeria Straneo che ha concluso la sua prima esperienza olimpica a 36 anni con un brillante ottavo posto in 2h25’27’ sotto la pioggia battente di Londra. La maratoneta alessandrina, primatista italiana con 2h23’44 a Rotterdam, ha avuto il merito di non mollare nonostante alcuni problemi fisici nell’ultima parte della gara. L’ottavo posto della piemontese è il primo piazzamento da finale per l’atletica italiana alle Olimpiadi di Londra 2012.
di Diego Sampaolo

La medaglia d’oro è andata alla ventiquattrenne Ticky Gelana, che è diventata la seconda campionessa olimpica etiope sedici anni dopo il trionfo di Fatuma Roba a Atlanta 1996.

La Gelana, nipote del campione olimpico di Sydney 2000 Gezahegne Abera, ha completato una grande stagione nella quale è scesa sotto le 2h19 in occasione della Maratona di Rotterdam dello scorso Aprile dove fermò il cronometro in 2h18’58”. In quella gara olandese l’alessandrina realizzò il record italiano con 2h23’44. Oggi nel Mall londinese, teatro suggestivo della maratona olimpica la piemontese ha realizzato un altro tempo di valore (2h25’27”) considerate le condizioni climatiche difficili. Addirittura Anna Incerti si è classificata ventinovesima in 2h29’38 davanti a Rosaria Console, 30^ in 2h30’09”.

La Gelana ha stabilito il nuovo record olimpico della maratona con 2h23’07 battendo a keniana Priscah Jeptoo, che ha ripetuto il secondo posto dei Mondiali di Daegu con il tempo di 2h23’12”.  Il precedente record olimpico era detenuto dalla giapponese Naoko Takahashi che trionfò a Sydney 2000 in 2h23’14”.

Sorpresa per la medaglia di bronzo della russa Tatyana Petrova (2h23’29”) in una gara che ha visto ben quattro europee tra le prime otto.

Il Kenya che aveva dominato i mondiali di Daegu piazzando tre atlete ai primi tre posti, si è dovata accontentare del secondo posto di Prisca Jeptoo, mentre Mary Keitany, due volte vincitrice alla Maratona di Londra nel 2010 e nel 2011, è finita fuori dal podio.

 

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto