FRASER DUE VOLTE CAMPIONESSA OLIMPICA DEI 100 METRI

Shelly Ann Fraser ha bissato l’oro di quattro anni fa a Pechino sui 100 metri in un fantastico 10”75 in una gara stepitosa dove ben sei donne sono scese sotto gli 11 secondi nonostante una serata abbastanza fredda con una temperatura al di sotto dei 20 gradi.
di Diego Sampaolo


Carmelita Jeter, oro mondiale a Daegu, ha vinto l’argento in 10”78 (il miglior tempo per una medaglia d’argento) superando Veronica Campbell Brown (10”81 tempo più veloce di sempre per vincere una medaglia di bronzo). Fuori dal podio pur con prestazioni eccellenti Tianna Madison, quarta in 10”85, Allyson Felix, quinta in 10”89 e Kellie Ann Baptiste, sesta in 10”94. Una delle gare più belle di sempre vinta da una giovane velocista che si allena durante l’estate a Lignano Sabbiadoro con il gruppo di Asafa Powell. Proprio durante le interviste post-gara ShellyAnn ha voluto salutare gli amici di Lignano dove ha comprato casa e vorrebbe andare a vivere a fine carriera.

Shelly Ann Fraser é diventata la terza velocista capace di vincere la medaglia d’oro perdue volte consecutive dopo Wyoma Tyus (Tokyo 1964 e Città del Messico 1968) e Gaild Devers (Barcellona 1992 e Atlanta 1996).
“Quattro anni fa a Pechino ero molto giovane e inesperta e non pensavo che sarei mai riuscita a vincere. A Londra sono arrivata con molte pressioni. Ero nervosa ma ero fiduciosa che Dio mi avrebbe aiutata a vincere. Sono venuta qui con una missione e non l’ho ancora portata a termine”, ha detto la Fraser a proposito del suo impegno sui 200.

Nella sua ancora giovane carriera la giamaicana ha vinto l’oro olimpico a Pechino in 10″78 quando il podio venne occupato da tre donne giamaicane con due argenti andati ex aequo a Sherone Simpson e Kerron Stewart. L’anno dopo la Fraser trionfò ai Mondiali di Berlino 2009 in 10″73 su Kerron Stewart eCarmelita Jeter.
Prima di Londra la Fraser ha vinto ai Trials Giamaicani di Kigston sui 100 in 10″70 e sui 200 in 22″10.
Nel 2010 é stata nominata Ambasciatrice dell’Unicef e Grace Goodwill Ambassador for Peace. Al recente meeting di Lignano Sabbiadoro, dove é testimonial solidale ha ricevuto le chiavi della località friulana come cittadina onoraria e ha partecipato con entusiasmo alla gara dei disabili regalando un sorriso ai ragazzi più sfortunati.
Shelly Ann é cresciuta tra mille difficoltà in una famiglia molto povera a Waterhouse, zona duramente colpita dalla criminalità. Considera la mammaMaxine Simpson la figura più importante della sua vita e la sua fonte di ispirazione. “Mia madre svolgeva lavori molto umili per garantre a me ei miei fratelli di avere una buona istruzione.  
Shelly Ann é una ragazza dolce con un sorriso contagioso con il cuore d’oro. Ha creato una fndazione per aiutare i bambini di Waterhouse e spesso si reca nelle scuole giamaicane per raccontare la sua esperienza e per offrire i suoi consigli ai ragazzi. “Durante i miei incontri con i ragazzi consiglio a loro di credere in loro stessi e di non smettere mai di sognare”, ha raccontato Shelly Ann Fraser.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Torna “Il 3000 di Emilio” in sostegno della Fondazione Operation Smile Italia Onlus
Conto alla rovescia per l’edizione nr. 45 di “Mugello Marathon”
Abu Dhabi Sports Council e ADNOC annunciano il percorso della prima ADNOC Abu Dhabi Marathon
Abbigliamento Accessori Calzature
Brooks lancia i modelli Levitate 2, Bedlam e Ricochet, dotati di intersuola con tecnologia DNA AMP
FreeLifenergy e Sziols Sport Glasses, una partnership naturale
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
#pastaparty
Carolina Chisalé, vincitrice Salomon Running 2017 a #pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile