OLIMPIADI DI LONDRA: INCREDIBILE JESSICA ENNIS: 12″54 NEI 100 OSTACOLI

Emozioni alle stelle nella prima mattinata di gare di atletica nello Stadio Olimpico davanti a 80000 spettatori festanti. Il pubblico di casa è andato letteralmente in delirio quando la “poster-girl”  delle Olimpiadi Jessica Ennis ha stampato un incredibile 12”54 nei 100 ostacoli, prima prova dell’eptahlon, prestazione da urlo che rappresenta il record britannico della specialità e migliore prestazione mai realizzata nei 100 ostacoli in una gara di heptathlon.
di Diego Sampaolo


Soddisfazioni per i colori azzurri con il passaggio in semifinale di José Reynaldo Bencosme nei 400 ostacoli in 49”35, la qualificazione di Yuri Floriani nei 3000 siepi e di Nicola Vizzoni nel martello e l’ammissione alla semifinale dei 400 femminile di Libania Grenot.  
Heptathlon femminile: INCREDIBILE ENNIS 12”54 NEGLI OSTACOLI: Jessica Ennis, la donna più attesa dei Giochi Olimpici di Londra, ha iniziato con un fantastico 12”54 sui 100 ostacoli, nuovo record britannico di questa specialità strappato per due centesimi a Tiffany Porter (12”56 realizzato nella semifinale dei mondiali dei 100 ostacoli di Daegu) e migliore prestazione mai realizzata in una gara di heptathlon. La ventiseienne di Sheffield ha migliorato in un colpo solo il suo precedente record personale sugli ostacoli di 25 centesimi di secondo. Il precedente primato degli ostacoli in una gara di eptatlon era detenuto con 12”64 dalla tedesca dell’est Sabine John mentre a livello olimpico la migliore prestazione era il 12”69 di Jackie Joyner Kersee in occasione del record mondiale stabilito ai Giochi Olimpici di Seul 1988. La Ennis, che in questa stagione ha strappato alla campionessa olimpica di Sydney 2000 Denise Lewis con 6906 punti nel tradizionale appuntamento delle prove multiple di Gotzis, è stata accolta dal boato degli 80000 spettatori che hanno affollato lo Stadio Olimpico di Stratford nella East London. Molto bene anche la canadese Jessica Zelinka che ha firmato il suo primato personale con 12”65 e la statunitense Hyleas Fountain che ha migliorato il suo record da 12”78 a 12”70. La prima prova degli ostacoli ha fatto registrare ben 13 nuovi record personali.
“Quando ho messo piede nello stadio, ho sentito il tifo degli 80000. Il pubblico mi ha dato tanta energia”, ha detto la Ennis.
Nel salto in alto la Ennis realizza 1.86 (1 centimetro meglio rispetto alla misura ottenuta in occasione del record britannico a Gotzis). La lituana Austra Skujte ha vinto la prova dell’alto con 1.92 superando di tre centimetri la britannica Katarina Johnson Thompson (campionessa mondiale juniores poche settimane fa a Barcellona nel salto in lungo con 6.81) e Yana Maksimava. Dopo due prove la Ennis si è portata in testa con 2249 punti davanti al bronzo di Pechino Hyleas Fountain (2234 punti) e alla Johnson Thompson (2146 punti)

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
21 gennaio: i risultati delle gare “firmate” da Timing Data Service
27 gennaio-1 febbraio: quanti appuntamenti “TDS”
Montefortiana da record: 25.000 podisti al via!
Abbigliamento Accessori Calzature
Garmin Forerunner® 645 Music: tecnologia e musica per tutti i runner
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS