ANCHE DANIELE GRECO TRA LE STELLE DEL CRYSTAL PALACE DI LONDRA

Londra si avvicina a grandi passi verso l’attesissimo appuntamento olimpico e a tre settimane dall’inizio delle gare olimpiche di atletica, la capitale britannica ospita il penultimo appuntamento della Samsung Diamond League prima dei Giochi.
L’unico meeting del circuito che si svolge in due giorni tra Venerdì sera e Sabato pomeriggio al Crystal Palace sarà un vero e proprio antipasto dell’Olimpiade di Londra con 16 campioni olimpici e 15 campioni mondiali in gara.
di Diego Sampaolo

Una cinquantina di campioni britannici in procinto di partecipare ai Giochi Olimpici tra cui il campione del mondo e europeo dei 5000 metri M Farah, il campione mondiale dei 400 ostacoli David Greene e la campionessa olimpica dei 400 Christina Ohurogu sarà in gara contro il meglio del mondo.
Vediamo ora le sfide più interessanti del meeting Aviva British Grand Prix di Londra:
110 ostacoli: LIU XIANG CONTRO MERRITT E RICHARDSON: Liu Xiang ha iniziato molto bene la stagione vincendo a Shanghai con 12”97 con vento e freddo e in 12”87 ventoso a Eugene, tempo che avrebbe eguagliato il record del mondo se non fosse stato per il vento a favore troppo generoso. Sulla pista del Crystal Palace gli statunitensi Aries Merritt e Jason Richardson, suciti battuti dal cinese a Shanghai e a Eugene, cercheranno la rivincita. Merritt ha recentemente vinto ai Trials in 12”93 davanti a Jason Richardson, sceso per la prima volta sotto i 13 secondi correndo in 12”98 sia in semifinale che in finale ai Trials.
100 metri maschili: TYSON GAY IN FORMA CONTRO ASAFA POWELL: Tyson Gay sta entrando in forma dopo un inverno tribolato nel quale ha temuto di perdere i Trials fino Marzo in seguito ad un intervento all’anca. Lo statunitense si é sbloccato ai Trials dove si é qualificato per le Olimpiadi grazi eal secondo posto in 9”86 alle spalle di Justin Gatlin. Gay ha vinto settimana scorsa al meeting di Parigi in 9”99. Due anni fa Gay vinse al meeting di Londra in 9”78 con una temperatura molto fredda.  Asafa Powell che continua ad avere problemi all’inguinema risulta regolarmente iscrito. Gay guida per 8-6 gli scontri diretti con Powell  Saranno in gara altri velocisti in grado di scendere sotto i 10secondi come l’ex campione del mondo Kim Collins, Michael Frater, il campione olimpico della staffetta 4×100 Nesta Carter, Keston Bledman di Trinidad, vincitore ai Campionati Nazionali in 9″86, lo statunitense Ryan Bailey, terzo ai Trials e qualificato per Londra.
100 metri femminili: JETER CONTRO FRASER: Sfida tra Carmelita Jeter, campionessa statunitense ai Trials di Eugene di quest’anno, e Shelly Ann Fraser, che pochi giorni fa ha vinto i Trials Giamaicani sui 100 metri in 10”70 che i 200 in 22”10. Ai blocchi di partenza ci sarà anche l’ex campionessa del mondo del salto in lungo Tianna Madison, ora diventata sprinter di grande livello in grado di vincere la medaglia di bronzo ai Mondiali Indoor sui 60 metri e di qualificarsi seconda ai Trials USA con il tempo di 10”97.
100 ostacoli femminili: PEARSON SOTTO 1 12”40 ?: Sally Pearson, campionessa del mondo outdoor a Daegu e indoor a Istanbul, ha già corso tre volte sotto i 12’5” in questa stagione (due gare in 12”49 a Melbourne e a Oslo e 12”40 settimana scorsa a Parigi) e potrebbe attaccare il muro dei 12’4” a tre settimane dall’inizio dei Giochi di Londra. Le rivali più accreditate sulla pista del Crystal Palace saranno l’argento mondiale di Daegu Danielle Carruthers e la britannica Tiffany Porter, argento ai Mondiali Indoor di Istanbul e accreditata di un tempo da 12”65 in questa stagione.
400 ostacoli maschili: GREENE – CULSON:Il gallese David Greene, campione del mondo a Daegu, correrà l’ultima gara prima dei Giochi di Londra dove andrà a caccia dell’oro olimpico per completare la sua collezione di titoli che comprende i successi agli Europei 2010 e ai Giochi del Commonwealth. Dopo un inizio difficile in questa stagione e un piccolo intervento al ginocchio Greene ha stabilito il suo personale settimana scorsa a Parigi con 47”84 nella scia del portoricano Javier Culson che guida le liste mondiali dell’anno con 47”78 e si avvicina all’appuntamento olimpico nelle vesti del grande favorito. Da seguire anche Felix Sanchez, ottimo terzo a Parigi dietro a Culson e a Greene, e Bershawn Jackson, solo quarto dei Trials e quindi fuori dai Giochi di Londra.

400 ostacoli femminili: GIAMAICANE CONTRO DAVYDOVA: La russa Irina Davydova, campionessa europea a Helsinki e atleta accreditata di due tempi sotto i 54 secondi, affronterà le migliori giamaicane gudate dalla campionessa olimpica Melaine Walker e Kalese Spencer, vincitricee della Diamond League nel 210 e nel 2011.

Salto in alto femminile: CHICHEROVA CONTRO LOWE: Vero anticipo della sfida olimpica tra la campionessa del mondo outdoor Anna Chicherova e la campionessa mondiale indoor Chaunte Lowe. La Chicherova guida le liste mondiali dell’anno con 2.03 realizzato ai Campionati russi di settimana scorsa. La statunitense ha vinto i Trials Usa con 2.01 e la tappa della Diamond League di Parigi di settimana scorsa con 2.01.
Salto triplo maschile: GRECO CONTRO IDOWE E TAYLOR E Taylor: Lo scorso fu una delle gare più interessanti del meeting londinese perché rivelò Christian Taylor che vinse con 17.68 nella sua prima gara europea e poi vinse il titolo mondiale a Daegu. Taylor, vincitore ai Trials con 17.63, sfiderà il beniamino del pubblico britannico Phillips Idowu che é reduce da una stagione tribolata a causa di un infortunio subito al meeting di Eugene. L’Italia seguirà il debutto sul palcoscenico della Diamond League di Daniele Greco pochi giorni la vittoria del titolo italiano a Bressanone sul campione europeo Fabrizio Donato con 17.67 ventoso. In gara anche l’altro azzurro Fabrizio Schembri, terzo a Bressanone con 17.23 ventoso (+2.5 m/s) che non é bastato per centrare la qualificazione per le Olimpiadi.

Salto triplo femminile:SALADUHA COTRO ALDAMA:Si preannunciauna una bella sfida tra la campionessa mondiale e europea Olga Saladuha e la britannica di origini cubane Yamilé Aldama,campionessa mondiale indoor a Istanbul a 39 anni.

Salto con l’asta maschile: LAVILLENIE – OTTO: Renaud Lavillenie cercherà di continuare la sua striscia vincente stagionale all’aperto dopo aver vinto a Parigi con 5.77 e a Nancy Domenica scorsa. Ritrova il tedesco Bjorn Ott, argento nella fantastica gara degli Europei di Helsinki con 5.97.  
200 metri maschili: LEMAITRE CONTRO MARTINA: Christophe Lemaitre correrà il suo primo grande 200 della stagione sulla distanza che intende correre alle Olimpiadi. Il campione europeo dei 100 di Helsinki affronterà il fresco campione europeo Churandy Martina, sceso sotto i 20 secondi in 20”42.
400 metri maschili: JAMES INSEGUE IL SECONDO SUCCESSO A LONDRA: Lo scorso anno il grenadino Kirani James debuttò nella Diamond League a Londra vincendo in 44”60 prima di vincere ai Mondiali di Daegu. Quest’anno James ha corso solo tre gare con un personale stagionale di 44”72 stabilito al meeting di Daegu e a Londra inseguirà il suo secondo successo al meeting della capitale britannica contro il belga Kevin Borlée, fresco primatista belga con 44”56 ai Campionati del Belgio a Bruxelles e campione europeo nella 4×400 a Helsinki, e il britannico Martyn Rooney, tornato sotto i 45 secondi in questa stagione
400 metri femminili: MONTSHO FAVORITA: La campionessa del mondo Amantle Montsho é scesa più volte sotto i 50 secondi in questa stagione e ha vinto recentemente i Campionati africani a Porto Novo con 49”54 (record personale) e il meeting di Parigi in 49”77. La quattrocentista del Botswana troverà la campionessa olimpica Christine Ohuruoghu, che settimana scorsa ha corso il suo miglior tempo stagionale con 50”59 a Parigi. 

200 metri femminili: Debutta in Europa la campionessa NCAA Kimberyn Duncan, autrice di un ottimo 22″19,da favola,e Sherone Simpson , qualificata alle Olimpiadi grazie al secondo posto sui 200 ai Trials Giamaican.

5000 mettri femminili: ULTIMO TEST DI VIVIAN CHERUIYOT PRIMA DELLE OLIMPIADI: Vivian Cheruiyot effettuerà l’ultimo test in vista del tentativo di doppietta 5000-10000 metri alle Olimpiadi di Londra. “Non inseguirò grandi tempi ma voglio testare la mia forma in vista delle Olimpiadi”, ha detto la Cheruiyot

5000 metri maschili: PASSERELLA DI FARAH: Sarà l’ultima passerella pre-olimpica per Mo Farah che detiene ilmiglior tempo europeo dell’anno con 12’56”98. L’ugandese Moses Kipsiro, exmedaglia di bronzo ai Mondiali, sembra essere il rivale più accreditato
Emsley Carr Mile: Nel prestigioso Miglio giunto alla sua 59. edizione Silas Kiplagat, argento ai Mondiali e accreditato di un tempo stagionale sotto i 3’30” ottenuto a Doha, sarà il favorito contro l’ex campione del mondo dei 1500 e dei 5000 Bernard Lagat, battuto lo scorso anno a Londra da Leonard Manzano, anche lui in gara quest’anno.
1500 metri femminili: Sfida tra le prime due dei mondiali di Daegu Jennifer Simpson e Hannah England, la vincitrice dei Trials statunitensi Morgan Uceny e Maryam Yusuf Jamal

Salto in alto maschile: GRABARZ CONTRO WILLIAMS: Attesa del pubblico britannico per il fresco campione europeo Robbie Grabarz salito a 2.36 in questa stagione a New York in Giugno. Ritrova il campione del mondo di Daegu Jesse Williams, anche lui accreditato di 2.36 realizzato sempre nella stessa gara di New York

Lancio del giavellotto femminile: Sunette Viljoen del Sudafrica, ha già stabilito il record africano con 69.35 a New York e concederà la rivincita a Berbora Spotakova, primatista mondiale e vinitrice al Golden Gala con 68.65

Lascia un commento

Freelifenergy
Come dimagrire con la corsa: scopri i programmi di allenamento!
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video