NIENTE OLIMPIADI PER ANTONIETTA DI MARTINO

Una tegola sulla nazionale azzurra di atletica leggera. Non bastassero le polemiche per le esclusioni di Andrew Howe, di Giulia Martinelli e di almeno altri dieci ragazzi meritevoli. Antonietta sarebbe stata la nostra numero uno, per il passato glorioso in maglia azzurra ma anche per quanto avrebbe potuto fare, soprattutto in una stagione dove le avversarie non stanno saltando più di tanto.
La Di Martino salterà dunque l’Olimpiade inglese, manca in questo momento ancora l’ufficialità, ma le voci di corridoio che si inseguono  vanno verso questa direzione. E ce ne dispiace, conosciamo Antonietta, sappiamo quanto ci teneva al sogno olimpico e alla maglia azzurra. 
Naturalmente speriamo di essere smentiti entro poche  ore, che arrivi in redazione la notizia ufficiale che invece ce la farà, che il suo infortunio che la sta tenendo al palo da aprile sia risolvibile entro pochi giorni.
Forza Antonietta, nuovi traguardi, ops…nuove misure ti aspettano.
Cesare Monetti

COMUNICATO FIDAL
Antonietta Di Martino si è sottoposta oggi pomeriggio a Pavia, presso la clinica ortopedica dell’ospedale San Matteo IRCCS, ad esami clinici fissati per valutare gli esiti dell’infortunio che l’ha tenuta ferma per tutta la stagione estiva. Successivamente, la saltatrice delle Fiamme Gialle è stata visitata dal professor Franco Benazzo, che la segue in collaborazione con il servizio sanitario della FIDAL. La decisione finale per ciò che riguarda la partecipazione dell’atleta ai Giochi Olimpici di Londra, verrà comunicata dalla stessa Di Martino, insieme con il marito ed allenatore Massimiliano Di Matteo.
Lo stop della Di Martino risale alla fine del mese di aprile, quando un infortunio l’aveva bloccata a Tenerife (isole Canarie, Spagna), nel corso di una seduta di allenamento. In precedenza, all’inizio di marzo, l’azzurra aveva vinto la medaglia d’argento ai Campionati del Mondo indoor di Istanbul (Turchia); il secondo podio iridato consecutivo, dopo il bronzo centrato nella rassegna estiva di Daegu (Corea), nel settembre 2011. Nel palmarès dell’atleta campana, brillano anche l’oro europeo indoor vinto a Parigi 2011 (anche argento nel 2007), e l’argento mondiale outdoor di Osaka 2007. 

Lascia un commento

Freelifenergy
Come dimagrire con la corsa: scopri i programmi di allenamento!
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video