TROST E LE STELLE DEI MONDIALI JUNIORES DI BARCELLONA

Sono scattati stamattina allo Stadio Motjuic di Barcellona i Campionati Mondiali Juniores. un’edizione da record con ben 180 paesi partecipanti. Si tratta del numero più alto di paesi partecipanti ai Mondiali Juniores che supera il precedente record dell’edizione 2006 di Pechino. Allo stadio Olimpico che sorge sulla collina del Montjuic della città catalana gareggiano 1742 atleti (964 uomini e 778 donne). Vediamo quali sono le stelle della rassegna, le sfide più interessanti e le maggiori speranze azzurre.
di Diego Sampaolo

Alessia Trost contro Mariya Kuchina: La gara di salto in alto femminile sarà la più attesa in chiave azzurra. Alessia, che ha partecipato alla conferenza stampa ufficiale della IAAF sfoggiando il suo perfetto inglese, detiene la migliore prestazione mondiale juniores dell’anno con la misura di 1.92 che le è valso il record italiano juniores. La friulana, campionessa mondiale allievi di Bressanone 2009 e vice campionessa olimpica giovanile di Singapore 2010, ritrova la rivale russa Mariya Kuchina, campionessa olimpica giovanile e oro europeo juniores lo scorso anno. La russa ha saltato 1.97 stabilendo il record del mondo indoor juniores lo scorso anno.
LE SPERANZE AZZURRE:
L’Italia si gioca altre carte importanti con la laziale Roberta Bruni, recentemente salita a 4.35, record italiano juniores nel salto con l’asta, e la sarda Anastasia Angioi, medaglia d’argento ai mondiali allievi di Lilla 2011 nel salto in lungo e autrice di un ottimo salto da 6.49 in stagione.
Nutre grandi ambizioni anche la staffetta 4×400 maschile vincitrice del titolo europeo juniores a Tallin 2011. La staffetta sarà guidata dal bronzo europeo dei 400 Michele Tricca e Marco Lorenzi e vede in squadra talenti del calibro di Vito Incantalupo, Davide Re e Alberto Rontini. Giovanni Galbieri, bronzo a sorpresa ai Mondiali allievi di Bressanone, ha già centrato la semifinale grazie al 10”60 con vento contrario di -1.7 m/s nella mattinata inaugurale. Mohad Abdikadar, giovane ragazzo di origini somale, ha compiuto la difficile impresa di entrare in finale sui 1500 metri nella prima mattina di gare grazie al 3’46”37 che gli ha permesso di qualificarsi per ripescaggio.
QUANTE STELLE:
Adam Gemili: Il giovane sprinter britannico è esploso letteralmente lo scorso mese correndo in 10”08 a Regensburg in Germania. L’ex promessa del calcio che giocava nelle giovanili del Chelesea si è qualificato per le Olimpiadi di Londra grazie al secondo posto ai Trials Britannici di Birmingham. Potrebbe seguire le orme dei connazionali Christian Malcolm, Mark Lewis Francio e Harry Aikinees Aryetey che in passato vinsero il titolo mondiale juniores. Ha corso la batteria mattutina dei 100 metri in 10”37 in scioltezza
Tyreek Hill: Il giovane statunitense ha corso i 200 metri in 20”14 in Maggio mancando di un centesimo di secondo il record statunitense detenuto da Roy Martin.
Luguelin Santos: Il giovane quattrocentista della Repubblica Dominicana, che si è ispirato all’idolo di quel paese Felix Sanchez, ha vinto nel 2010 il titolo olimpico giovanile a Singapore. Quest’anno ha corso i 400 metri in un fantastico 44”45 al meeting di Hengelo diventando il terzo juniores di sempre.
Timothy Kitum e Nijel Amos: Amos, ottocentista del Botswana, ha corso di recente gli 800 metri in 1’43”11 (seconda prestazione all-time per uno junior) a Mannheim in Germania. Il keniano Kitum ha vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali allievi di Lilla dietro a Leonard Kosencha e a Mohamed Aman e ha corso in 1’43”94 ai trials keniani qualificandosi per le Olimpiadi di Londra dove gareggerà anche Amos
Hamza Driouch: Driouch, giovane talento del Qatar, ha stabilito il record asiatico juniores dei 1500 metri con 3’33”69 al meeting della Diamond League di Doha. A Barcellona si troverà di fronte l’etiope Teshome Dirirsa che in questa stagione ha già corso i 1500 in 3’34”55.
Conseslus Kipruto e Gilbert Kirui: Kipruto e Kirui sono stati rispettivamente primo e secondo ai Mondiali allievi di Lilla 2011 nei 2000 siepi e hanno già corso i 3000 siepi in 8’08”92 e in 8’11”27.  
Sergey Morgunov: Il giovane saltatore in lungo russo ha migliorato il record mondiale juniores con 8.35 che ha superato il vecchio record mondiale under 20 detenuto dallo statunitense Randy Williams che risaliva alle Olimpiadi di Monaco di Baviera 1972 !
Jacko Gill: Il formidabile pesista neozelandese difende il titolo mondiale juniores conquistato a Moncton 2010. L’anno scorso vinse il titolo mondiale allievi a Lilla con il record del mondo di 24.35 con attrezzo di 5 kg, misura poi migliorato con un lancio di 24.45, prestazione mostruosa per un ragazzo nato nel 1994.
Jake Stein e Gunnar Nixon: Sono le due stelle del decathlon. L’australiano Stein, campione del mondo dell’octathlon da allievo nel 2011, ha migliorato il record dell’Oceania con 7887 punti. Lo statunitense Nixon ha vinto il campionato NCAA con 7892 punti con attrezzi da senior.
Shaune Miller: La quattrocentista delle Bahamas ha già vinto il titolo mondiale juniores a Moncton 2010 e quello allievi a Lilla 2011 e cerca il tris ma dovrà fare i conti con la statunitense Ashley Spencer, vincitrice ai Campionati universitari NCAA con 50”95, il miglior tempo juniores dal 2008
Faith Chepngetich Kipyegon: Atleta formidabile in grado di vincere il titolo mondiale allievi nei 1500 e l’oro mondiale juniores nel cross. Ha corso i 1500 metri in 4’03”82 al meeting di Shanghai e si è qualificata alle Olimpiadi di Londra grazie al recente terzo posto ai Trials keniani.
Angelica Bengtsson. La formidabile saltatrice con l’asta svedese di origini brasiliane ha realizzato recentemente il record del mondo juniores con 4.58. Solo a  livello indoor ha saltato ancora più alto superando quota 4.63 a Stoccolma nel 2011.
Anna Rüh: La giovane discobola tedesca ha realizzato la miglior misura mondiale dal 1998 in avanti con 63.14 ed è arrivata quarta ai recenti Europei di Helsinki. Si è guadagnata il posto in squadra nella nazionale tedesca per le prossime Olimpiadi.

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto