SALIS E LA MANTIA IN EVIDENZA AI CAMPIONATI ITALIANI DI BRESSANONE

Il vento contrario ha condizionato le prove dello sprint e degli ostacoli nella prima giornata dei Campionati Italiani assoluti svoltisi in una stupenda giornata estiva molto soleggiata e calda. In una cornice da cartolina con le montagne verdi che circondano lo stadio di atletica di Via del Laghetto sono stati assegnati i titoli italiani della prima giornata caratterizzata dalle finali dei 100 metri e degli ostacoli (110 e 100), dal successo con una misura oltre i 70 metri di Silvia Salis nel martello femminile e dalla gara del triplo vinta da Simona La Mantia.
di Diego Sampaolo


La siciliana La Mantia, reduce dal quarto posto realizzato ai Campionati Europei di Helsinki, ha vinto facilmente il titolo italiano con 14.24 purtroppo ventoso (+3.7 m/s) dando una buona impressione in vista delle Olimpiadi. “Tenevo molto a questo titolo su una pista che per me è di casa visto che mia madre Monica Mutschlechner (ex ottocentista) è di Brunico”, ha dichiarato a caldo La Mantia, quarta agli ultimi Europei di Helsinki.
Silvia Salis ha riscattato la delusione degli Europei dove era uscita in qualificazione con tre nulli vincendo il titolo del martello femminile con 70.18 ottenuto al quarto tentativo.
Il vento contrario di -2.2 m/s  non ha certo aiutato i velocisti che si sono trovati di fronte ad un muro e questo spiega il tempo finale di 10”44 con il quale Fabio Cerutti ha vinto il suo terzo titolo italiano dei 100 metri battendo Simone Collio e Jacques Riparelli, secondo e terzo con lo stesso tempo di 10”48. Riparelli aveva destato una grande impressione correndo la batteria in 10”27.
Audrey Alloh ha trionfato nella finale dei 100 femminili in 11”48 arrivando a cinque centesimi dal suo primato.  
Il vento ha fortemente penalizzato anche la finale dei 100 ostacoli femminili che vedeva al via le due finaliste degli ultimi Europei Marzia Caravelli e Micol Cattaneo. La primatista italiana Caravelli ha rivinto per il secondo anno consecutivo battendo per cinque centesimi di secondo Micol Cattaneo in 13”15 con vento contrario di -1.7 m/s.
Purtroppo la finale dei 110 ostacoli ha fatto registrare la rinuncia per infortunio del primatista italiano Emanuele Abate. Il titolo italiano è andato al semifinalista Paolo Dal Molin in 13”72.
Nelle batterie mattutine si è messo in evidenza José Reynaldo Bencosme con 49”95 sulla pista portafortuna dove tre anni fa vinse la medaglia di bronzo ai Mondiali allievi.
Il figlio d’arte Claudio Stecchi, secondo ai Mondiali JJuniores di Moncton 2010, ha migliorato il suo record personale all’aperto nel salto con l’asta con 5.60.(misuara già realizzata agli Italiani Indoor di Ancona)
La prima giornata si è conclusa come da tradizione con le vittorie nelle steffette 4×100 dell’Aeronautica Militare in campo maschile e delle ragazze della Forestale. Particolarmente significativo sul piano cronometrico è stato il 44”10 del quartetto in maglia verde della Forestale (Maria Enrica Spacca, Martina Giovanetti, Giulia Arcioni e Gloria Hooper). I ragazzi dell’Aeronautica (Michael Tumi, Jacques Riparelli, Davide Manenti e Alessandro Berdini) ha fermato il cronometro in 39”48.
Nei lanci è da registrare il progresso di Giacomo Puccini, toscano della Riccardi che ha lanciato il giavellotto a 76.42 aggiudicandosi il titolo italiano assoluto.
L’altoatesino Christian Obrist è tornato a vincere un titolo italiano sui 1500 metri sulla pista di casa che dista da casa sua circa 500 metri. Vittoria al cardiopalmo in un 5000 risolto allo sprint in favore del grossetano Stefano La Rosa sul finalista europeo dei 1500 metri Abdelah Haidane in un tatticissimo 14’01”49. Bella la dedica di Elisa Cusma che dopo il successo sui 1500 metri femminili in 4’18”03 ha voluto ricordare le vittime del terremoto che ha colpito la sua Emilia Romagna.

Lo specialista del salto triplo Fabrizio Schembri, decimo nella finale europea di Helsinki, si è imposto nel salto in lungo con 7.67. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Monte Rosa Walser Trail 2018. – Numeri e livello per un edizione sempre più internazionale
22 Settembre, nasce il Trieste Urban Trail
Convocati gli azzurri per i mondiali 100km. Però manca…
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni
#Pastaparty con Davide Beccaro di Sziols, occhiali per l’outdoor con caratteristiche molto speciali