MEETING PARIGI: TYSON GAY: “DEVO MIGLIORARE IN PARTENZA”

A due giorni dal tradizionale appuntamento con il meeting Areva di Parigi Saint Denis allo Stade de France Tyson Gay e Christophe Lemaitre, due dei protagonisti più attesi del meeting francese, hanno parlato ai giornalisti di tutto il mondo delle loro aspettative in vista dell’appuntamento di Venerdì sera e dell’imminente Olimpiade di Londra che scatterà il 27 Luglio (3 Agosto per l’atletica).
di Diego Sampaolo

I 100 metri maschili del meeting di Parigi saranno una sorta di sfida Stati Uniti- Francia con i primi due dei Trials statunitensi di Eugene Justin Gatlin (vincitore in 9”80) e Tyson Gay (9”86) e i primi due dei Campionati Europei di Helsinki e dei Campionati francesi di Angers (Christophe Lemaitre e Jimmy Vicaut). A completare il cast ci sarà anche il trinidegno Keston Bledman, che ha corso recentemente in 9”86 ai Campionati nazionali.

Tyson Gay correrà la sua prima gara europea della stagione dopo il 9”86 dei Trials che gli ha permesso di qualificarsi per le Olimpiadi di Londra. Un risultato addirittura insperato se si pensa che veniva da una stagione completa di inattività dopo l’operazione all’anca che lo ha lasciato fuori per circa un anno.

“A Marzo non sapevo neanche se sarei riuscito a correre i Trials  e sentivo ancora molto dolore. Facevo fatica persino a fare jogging ma dopo le prime gare ho iniziato a sentirmi meglio.Tornare in forma dopo la lunga pausa é stato un fatto mentale. La priorità é stata quella di rimanere in salute e per questo ho ripreso in modo graduale. All’inizio della preparazione ho ripreso a correre sull’erba e ho iniziato i lavori di velocità solo sei settimane fa. Unpaio di settimane più tardi ho cominciato ad allenarmi sulle partenze dai blocchi”
Tyson, che obiettivi ha per la gara di Parigi?
“Voglio lavorare sulla partenza. Sono stanco dopo il lungo viaggio ma prima del meeting voglio svolgere una buona sessione di allenamenti per allenare le partenze dai blocchi.e mettere in pratica questo in gara. E’ la mia prima volta a Parigi e so che il pubblico é straordinario. Lo stadio é enorme e non vedo l’ora di tornare in questo tipo di ambiente”.
Come é stata la gara dei Trials ?
“E’ stata la più grande gara dell’anno. La partenza é stata pessima e so che devo lavorare ancora molto su questo aspetto”.
Cosa ne pensa di Lemaitre ?
“Ho molta ammirazione nei suoi confronti. Giù il cappello per quello che ha fatto a Daegu quando ha vinto il bronzo sui 200 metri battendo grandi avversari. Ha un’ottima tecnica di corsa”
Cosa ne pensa della vittoria di Blake su Bolt ai Trials Giamaicani ?
“Non penso che cambierà molto. Bolt ha sempre dimostrato di essere un grande atleta capace di esprimersi al meglio nei grandi campionati. Si é sempre ripreso dalle sconfitte e sarà pronto a Londra”

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!