BLAKE BATTE BOLT ANCHE NEI 200 – FRASER PRYCE 22″10

Le finali dei 200 metri maschili e femminili in programma nell’ultima giornata dei Trials giamaicani di Kingston hanno catturato l’attenzione degli appassionati di tutto il mondo.
La sfida stellare tra Usain Bolt e Yohan Blake era indubbiamente il momento più atteso soprattutto dopo il primo duello sui 100 metri andato in favore di Blake in 9”75.
di Diego Sampaolo

Bolt era atteso ad una rivincita contro il compagno di allenamenti che sta insediando il trono del triplo campione olimpico dallo scorso Settembre quando corse in 19”26 al meeting di Bruxelles. Già in batteria i due fuoriclasse giamaicani avevano scaldato i motori con ottime prestazioni realizzate in scioltezza. Blake aveva dato un saggio della sua straordinaria condizione vincendo la batteria in 19”93 mentre Bolt si era accontenato di un tranquillo 20”26. Tra i due litiganti si era inserito Warren Weir (compagno di allenamenti di Bolt e Blake al Racers Club di Glen Mills) con un eccellente 19”99.
Nell’attesissima finale Bolt é uscito dalla curva in testa ma sul rettilineo Blake lo ha supertao ed é andato a vincere per tre centesimi di secondo in 19”80
“Non é ancora finita. Ho davanti le Olimpiadi”, ha detto Blake.
“Ho corso molto male in curva. Sto lavorando di più sui 100 metri. Devo tornare a lavorare e rimettere le cose a posto”, ha detto Bolt.
Weir completa lo straordinario terzetto giamaicano per le Olimpiadi di Londra grazie al terzo posto in 20”03.
I 200 metri femminili non sono stati da meno a livello di risultati come lo straordinario 22”10 con il quale la campionessa olimpica dei 100 metri Shelly Ann Fraser Pryce ha battuto la vice campionessa olimpica dei 100 metri Sherone Simpson (22”37) e la due volte campionessa olimpica dei 200 metri Veronica Campbell Brown (22”42). La Fraser-Pryce ha dimostrato uno stato di forma davvero strepitoso in questi Trials dove ha vinto anche i 100 metri in 10”70, quarta migliore prestazione mondiale di sempre.
Un altro grande risultato dei Trials Giamaicani é arrivato dai 110 ostacoli dove Hansle Parchment ha conquistato il titolo con 13”18 battendo il fresco campione NCAA Andrew Riley.
La Giamaica non é solo velocità ma sta producendo anche ottimi lanciatori. Nel disco Traves Smickle ha realizzato il minimo A per Londra con un eccellente 67.12.
ULTIMA GIORNATA DEI TRIALS STATUNITENSI: SPARMON 19″82 VENTOSO:
Nell’ultima giornata dei Trials statunitensi di Eugene finalmente baciati dal sole la gara più atesa era quella dei 200 metri maschili dove il vento a favore di +2.3 m/s ha impedito l’omologazione dei tempi. Wallace Spearmon ha recuperato lo svantaggio nei confronti del fresco campione NCAA Maurice Mitchell negli ultimi metri e ha trionfato in 19”82 ventoso. Mitchell ha guadagnato il posto in squadra grazie al secondo posto in 20”14. Della squadra statunitense farà parte anche la sorpresa Isiah Young (20”16).
Grande sorpresa nei 400 ostacoli dove Michael Tinsley ha stravolto le gerarchie vincendo in 48”33 davanti al due volte campione olimpico Angelo Taylor (48”57). Kerron Clement ha staccato il terzo vitale posto in 48”89 estromettendo dalle Olimpiadi l’ex campione mondiale Bershawn Jackson per cinque centesimi.
Lashinda Demus ha dominato i 400 ostacoli femminili dall’inizio alla fine scendendo sotto i 54 secondi per la prima volta in questa stagione in 53”98 superando la sorprendente Georganne Moline (54”33) e Terea Brown (54”81).
In una grandissima gara di salto in lungo con tre donne oltre i 7 metri la campionessa del mondo indoor e outdoor Brittney Reese ha realizzato un ottimo 7.15 superando di cinque centimetri la sorprendente Chelsea Hayes, per la prima volta in carriera oltre i 7 metri. Janay Deloach ha superato i 7 metri (7.08) ma con vento a favore troppo generoso.
Sui 1500 metri femminili Morgan Uceny  ha avuto la meglio in 4’04”59 davanti a Shannon Rowboury (4’05”11) e a Jennifer Simpson (4’05”17). Leonel Manzano ha prevalso negli ultimi 50 metri sul bronzo mondiale di Daegu Matthew Centrowitz in 3’35”75.

Lascia un commento

Freelifenergy
Come dimagrire con la corsa: scopri i programmi di allenamento!
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video