I NUOVI TALENTI STATUNITENSI EMERSI DAI CAMPIONATI UNIVERSITARI

Andrew Riley in azione agli NCAA (Kirby Lee)
I recenti Campionati Universitari statunitensi NCAA svoltisi lo scorso fine settimana a Des Moines nello Stato dello Iowa hanno regalato molti risultati di grande interesse. Gli NCAA, da sempre fucina dell’atletica statunitense, sono stati un vero antipasto dei prossimi US Trials di Eugene (in programma dal 22 Giugno all’1 Luglio) dove i primi tre classificati si qualificheranno per le prossime Olimpiadi di Londra.
di Diego Sampaolo

In condizioni di caldo e vento che ha rallentato vistosamente le prestazioni cronometriche nell’ultima giornata, il miglior risultato é arrivato dal quattrocentista Tony McQuay che ha corso due volte sotto i 45 secondi (44”67 in batteria e 44”58 in finale) e ha guidato successivamente la staffetta 4×400 dell’Università della Florida alla vittoria in 3’00”01 con una frazione cronometrata in 44”00. Sul podio altri due atleti sotto i 45 secondi: Berry 44”75 e Roberts 44”99.
I 100 metri hanno fatto registrare grandi tempi nelle batterie e nelle semifinali (Henry Adams 9”96, il giamaicano Andrew Riley 10”02 e Maurice Mitchell 10”03 in semifinale) ma un forte vento contrario di -2. 3 m/s ha frenato i tempi nella finale dove i primi tre  hanno corso in 10”28 con la vittoria a Riley davanti a Adams e a Mitchell.
Riley ha centrato una storica doppietta vincendo anche i 110 ostacoli in 13”53 sempre con forte vento contrario di -3.5 m/s.
Il vento in faccia spirava a -4.2 m/s quando Maurice Mitchell ha vinto i 200 metri in 20”40, tempo di valore in queste condizioni. Mitchell potrebbe essere un nome da seguire ai prossimi Trials olimpici.
Stupisce anche la giovane capofila mondiale dei 200 metri Kimberley Duncan che vince la sua batteria in 22”19 (miglior crono mondiale del 2012) prima di conquistare il titolo NCAA in 22”86 con vento di -2. 3 m/s. La Duncan si é dovuta accontentare del secondo posto battuta da English Gardner nei 100 (11”10 per la vincitrice  contro 11”16con vento di -1.7 m/s).
Eric Kynard ha superato i 2.34 nel salto in alto battendo di tre centimetri il canadese Drouin. La canadese Brianne Theisen, fidanzata del campione e primatista del mondo indoor delle prove
multiple Ashton Eaton, ha dominato l’eptahlon femminile con l’ottimo score di 6440 punti.
L’attesa dell’atletica statunitense é ora concentrata sui Trials di Eugene da dove uscirà la squadra olimpica per Londra.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre