TROST E TAMBERI IN LUCE A MISANO ADRIATICO

Saltatori in alto in luce nella prima giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse in corso di svolgimento a Misano Adriatico.
di Diego Sampaolo

La campionessa del mondo under 18 e vice campionessa olimpica giovanile Alessia Trost ha valicato l’asticella alla misura di 1.90 (a soli due centimetri dal suo recente record italiano stabilito a fine Maggio durante i Societari). Messo in cassaforte il titolo italiano juniores la friulana si é concessa tre tentativi a 1.95 che le avrebbero regalato il minimo olimpico (e il secondo tentativo era tutt’altro che velleitario. L’obiettivo della Trost é rappresentato ora dai Mondiali Juniores di Barcellona. Attualmente la friulana guida le liste mondiali juniores dell’anno con 1.92 anche se la rivale russa Mariya Kuchina ha saltato 1.96 a livello indoor. Ai Mondiali allievi di Bressanone nel 2009 vinse la Trost, mentre l’anno dopo la Kuchina si prese la rivincita vincendo la medaglia d’oro olimpica giovanile a Singapore. A Barcellona andrà in scena la rivincita.
L’altro risultato copertina della prima giornata é arrivato sempre dalla pedana del salto in alto maschile dove il figlio d’arte Gianmarco Tamberi ha vinto il titolo promesse con 2.26 prima di mancare di poco tre tentativi ai 2.28  del minimo per gli Europei di Helsinki.
Eccellente prova del discobolo Eduardo Albertazzi che realizza una serie fantastica con ben cinque lanci oltre i 60 metri e un miglior lancio di 61.84.
Dariya Derkach, ancora in attesa di cittadinanza italiana, é tornata su ottimi livelli vincendo il salto in lungo juniores con 6.38 ventoso.
La prima giornata era dedicata ai 100 metri maschili e femminili. Nei 100 promesse il campione europeo under 23 della 4×100 Francesco Basciani ha avuto la meglio sul vice campione europeo dei 100 metri e Michael Tumi (suo compagno di nazionale in occasione del successo europeo nella 4×100) per un centesimo di secondo in 10”52.
Giovanni Galbieri, bronzo mondiale da allievo a Bressanone, si é imposto nei 100 metri juniores in 10”73.
Judy Ekeh ha vinto il suo primo titolo italiano all’indomani del giuramento per la cittadinanza italiana battendo la vice campionessa europea juniores della staffetta 4×100 Irene Siragusa in una bella finale dei 100 metri femminili nella quale entrambe hanno realizzato il primato personale rispettivamente con 11”58 e 11”63.
Martina Amidei, fresca di minimo per gli Europei con 11”42 al Memorial Primo Nebiolo, ha vinto i 100 metri  promesse in 11”53 superando Gloria Hooper, scesa sotto il suo personale con 11”56.   

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre