COLLIO 10.29 AD OSIMO

Dalla decima edizione del Trofeo Marche 9,14 di Osimo (Ancona), meeting nazionale dedicato soprattutto alle corse ad ostacoli, quest’anno arrivano risultati interessanti anche dalle gare di velocità pura. Sui 100 metri maschili vince il favorito Simone Collio, che corre la batteria in 10.32 (vento +0.6) e poi si aggiudica la finale in 10.29 (+0.2).

Lo sprinter delle Fiamme Gialle precede l’altro vicecampione europeo e primatista italiano della staffetta 4×100, Maurizio Checcucci (Fiamme Oro), secondo in 10.48, mentre il marchigiano Julius Kyambadde (Atl. Maxicar Civitanova) si piazza quarto in 10.61, superato di appena un centesimo da Mario Brigida (Bruni Vomano) che fa segnare 10.60 dopo il 10.51 del turno precedente. Tra le donne, il miglior tempo iniziale con 11.81 (+1.2) è della tricolore assoluta Ilenia Draisci (Esercito) che non prende il via nella finale, dove si impone la compagna di squadra Rita De Cesaris in 12”00 (+1.4), pur senza migliorare il 11.97 della qualificazione. Al femminile, sui 100 ostacoli, Giulia Pennella (Esercito) corre la batteria nel nuovo primato del meeting con 13.20 (+0.1) ma poi cade sull’ultima barriera nella finale vinta dalla campionessa italiana promesse indoor Alessandra Feudatari (Interflumina è più Pomì) in 13.92 (+2.6). Spazio infine per le prove dei 400 ostacoli dove si mette in evidenza il finanziere LeonardoCapotosti con 50.83, sull’ex tricolore assoluto Giacomo Panizza (Fiamme Oro), secondo in 51.21.

MULTIPLE KLADNO, FRULLANI 3863, DOVERI OUT – Al TNT Fortuna Meeting di Kladno (Rep. Ceca), sesta tappa dello Challenge IAAF di Prove Multiple, al termine della prima giornata di gareWilliam Frullani (Carabinieri) viaggia in nona posizione con 3863 punti. Questi i risultati delle prime cinque fatiche del decatleta toscano: 11.25 (-1.1), 7,02 (+3.3), 13,77, 1,95, 51.05. In testa a quota 4248 il kazako, primatista asiatico, Dmitriy Karpov. Nell’eptatlon, invece, trasferta poco fortunata per l’azzurra Francesca Doveri. La toscana dell’Esercito, dopo il 13.57 (-0.8) cosro nei 100hs, è stata costretta ad abbandonare la gara dell’alto (1,65) per un problema al ginocchio. Al comando c’è la britannica Katarina Johnson-Thompson (3729 punti). 

PERINI ANCORA RECORD JUNIOR – E con questo ha completato la collezione. Ieri sera alMemorial Nebiolo di Torino nel 110hs del record italiano assoluto, 13.28 (+0.7), del poliziotto Emanuele Abate c’era anche lui, lo junior Lorenzo Perini che in ottava corsia è arrivato al traguardo in 14.04. Il 17enne lombardo dell’OSA Saronno ha così riscritto la migliore prestazione italiana junior di sempre sulle barriere da 106 centimetri finora appartenuta con 14.08 a Fausto Frigerio (Molfetta, 20 luglio 1985), mentre l’anno prima ad Alessandria d’Egitto, Luigi Bertocchi era stato autore di un 13.6 manuale. Perini, domenica scorsa a Ginevra, con 13.66 (+1.3) aveva già messo il suo nome accanto al record italiano junior sugli ostacoli di categoria da 1 metro. A febbraio, inoltre aveva fatto suo anche il primato di categoria dei 60hs indoor (7.81), dopo aver riscritto, nel 2011 tra gli Allievi, le migliori prestazioni di sempre di 110hs/0.91 (13.44), 110hs/1.00 (14.15) e 200hs (24.62).  
ASTA MODENA – Venerdì 8 giugno a Modena, in occasione dei Campionati Regionali Assoluti dell’Emilia Romagna, 5,50 nell’asta per il carabiniere Giorgio Piantella sull’aviere Matteo Rubbiani, 5,40. Fuori gara le lanciatrici Francesca Stevanato (Audace Noale), 14,97 nel peso, e Silvia Carli(Fiamme Oro), 51,85 nel giavellotto.

FONTE FIDAL

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre