MINIMO EUROPEO PER GENTILI E CATTANEO NEGLI OSTACOLI

Il settore dell’atletica italiana in maggiore fermento é indubbiamente quello degli ostacoli. I meeting svizzeri di Ginevra e Chaux de Fonds dell’ultimo fine settimana hanno confermato questo trend positivo.
di Diego Sampaolo

Il miglior risultato in chiave italiana del tour nella Svizzera franceseé stato realizzato da Manuela Gentili che, a 34 anni, ha centrato il minimo per gli Europei di Helsinki con 55”58, tempo che sfiora anche la qualificazione per le Olimpiadi di Londra (minimo A fissato a 55”50). La Gentili é stata battuta soltanto dalla britannica Erildih Child, scesa sotto i 55 secondi con 54”96. Per la piacentina, che pochi giorni fa aveva esordito al Golden Gala di Roma, si tratta di un miglioramento di 20 centesimi rispetto al suo precedente primato personale di 55”78 stabilito ai Campionati Italiani di Grosseto.
Molto convincente anche la prova della lombarda Micol Cattaneo che ha centrato il minimo per gli Europei sui 100 ostacoli correndo in 13”07 dopo aver corso in 13”12 in batteria. La comasca, tornata a ottimi livelli dopo tanti infortuni, é stata battuta dalle francesi Diawara (13”02) e Billaud (13”06). Ben quattro ostacoliste azzurre hanno già ottenute il minimo per gli Europei. Si tratta di Marzia Caravelli (12”85), Veronica Borsi (13”05), Giulia Pennella (13”06 a Orvieto) e Micol Cattaneo (13”07).
Paolo Dal Molin, semifinalista mondiale indoor a Istanbul,sfiora il personale con 13”65 nei 110 ostacoli vinti dal francese Garfield Darien in un ottimo 13”24 (secondo miglior tempo europeo dell’anno alle spalle del russo Sergey Shubenkov, autore di un sorprendente 13”24 al meeting francese di Herouville) e davanti al neo primatista italiano Emanuele Abate (13”32 a Montgeron).
Dal Molin ha vinto il giorno dopo a Chaux de Fondsin 13”85 (13”83 in batteria con vento contrario di -1.3 m/s).  
Sempre nell’ambito degli ostacoli va ricordato il nuovo record italiano juniores dei 110 ostacoli realizzato sempre a Ginevra dal promettente Lorenzo Perini che con lo splendido tempo di 13”66 ha migliorato il precedente limite nazionale detenuto dall’anno scorso da Hassane Fofana con 13”76.
Il meeting ginevrino ha regalato anche il minimo per gli Europei sui 100 metri di Simone Collio che ha vinto in 10”27 battendo Fabio Cerutti (10”35). La staffetta 4×100 composta Gloria Hooper, Audrey Alloh, Martina Amidei e Ilenia Draisci ha concluso in terza posizione in 43”92 dietro all’Olanda (nuovo record nazionale con 42”90) e alla Svizzera (43”81 primato nazionale).
Sempre in tema di Olanda va registrato anche il 22”49 di Kadene Vassell, miglior tempo europeo dell’anno sui 200 metri. Nei 200 metri Andrew Howe era atteso al debutto un anno dopo la delicata oerazione al tendine d’Achille ma si é dovuto fermare ai 150 metri per un problema al bicipite. Il greco Stefanos Tsakonas, campione europeo under 23 a Ostrava 2011, ha fatto registrare il migliore tempo sui 200 metri con 20”52.
Intanto dall’altra parte dell’Oceano continua la buona stagione di Libania Grenot che ferma il cronometro in 22”45 almeeting di Clermont in Florida (sospinta da un vento troppo generoso di +3.6 m/s) sui 200 metri battuta solo dal bronzo mondiale dei 100 metri Kellie Ann Baptiste, vincitrice in 22”23. Ricordiamo che la “Panterita” ha un primato personale regolare di 22”93 sui 200 metri
  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre